HomeComputer, componenti e accessoriConfigurazioni PC gaming per fasce di prezzo - Come scegliere le migliori

Configurazioni PC gaming per fasce di prezzo – Come scegliere le migliori

Se sei un appassionato di gaming su PC, o di informatica in generale, allora ti sarai trovato a dover scegliere se assemblare il tuo computer o prendere un assemblato.

Questi ultimi sono certamente comodi e, al pari dei PC all in one, sono perfetti per un uso casalingo o per gli uffici di un’azienda.

Se però vuoi scegliere una per una le componenti e creare la tua configurazione, allora sei nel posto giusto. 😉

In questa guida, ti mostrerò quali sono le migliori componenti per una configurazione da gaming su diverse fasce di prezzo.

Vedremo come assemblare un PC da gaming economico e non solo, arrivando a build con componenti migliori.

Sei pronto? Iniziamo subito! 😉

Configurazioni PC gaming per fasce di prezzo - Come scegliere le migliori

Perché assemblare un PC da gaming

Benché assemblare un PC da gaming oggi non sia difficile come in passato, sono diversi gli aspetti ai quali fare attenzione. Insomma, non si tratta di una passeggiata. 🙂

Eppure, creare la tua configurazione ha un fascino che non potrà mai essere raggiunto dai computer preassemblati o da altre alternative.

Scegliere le componenti giuste e adatte al tuo budget non è soltanto una questione di prestazioni e affidabilità. Al contrario, anche l’occhio vuole la sua parte.

Se per le configurazioni più economiche dovrai trovare qualche compromesso, salendo con la qualità potrai contare su componentistica con un’estetica migliore.

E, in fondo, è anche questa la risposta a chi si chiede perché assemblare un PC da gaming. La personalizzazione, la scelta e l’estetica fanno parte a pieno titolo del processo di costruzione di una configurazione.

Prima di andare sulla guida vera e propria, però, dobbiamo soffermarci un momento su alcune conoscenze preliminari. 🙂

Come scegliere le componenti di un PC gaming

Sono diverse le componenti fondamentali per un computer da gaming. Alcune sono più necessarie di altre, mentre possiamo considerare le periferiche come dei veri e propri extra.

Se queste ultime sono il monitor, un sistema audio (casse o soundbar), la tastiera e il mouse, quelle più importanti sono:

  • il case, con le sue diverse dimensioni;
  • l’alimentatore, con la potenza che può erogare;
  • la scheda madre, da scegliere con formato e chipset giusti;
  • il processore, Intel o AMD ovviamente;
  • la memoria RAM, senza la quale non si accenderebbe neanche il PC;
  • la memoria SSD, sempre più veloce e a prezzi anche abbordabili.

Oltre a esse, sono fondamentali anche il dissipatore della CPU e una scheda video dedicata. Molto spesso, però, entrambe le componenti sono sono integrate rispettivamente nella confezione del processore e nel processore stesso.

In alcuni casi, quindi, potrai fare a meno di selezionarle. A meno che tu non voglia un particolare modello. 🙂

Detto questo, vediamo insieme alcune delle opzioni con cui avrai a che fare durante la scelta delle componenti.

L’importanza dell’alimentatore

L’alimentatore di un computer, chiamato anche PSU o Power Supply Unit, è forse la componente più sottovalutata di tutta la configurazione.

Non è raro che molti preferiscano spendere poco: esistono diversi brand che propongono modelli economici della cui affidabilità è sempre bene dubitare.

Per questa ragione, quando scegli l’alimentatore è sempre bene affidarsi ad aziende conosciute e affidabili. Alcune di queste sono Corsair, Cooler Master, EVGA, Seasonic e Sharkoon. 😉

Offrono controllo della qualità, resistenza e durata, oltre a una garanzia di vari anni. Ti permettono insomma di assemblare il tuo PC da gaming con una certa tranquillità.

Ovviamente la media dei prezzi sale, ma esistono buoni modelli anche per i computer più economici. E non te ne pentirai. 😉

Per saperne di più, dai pure un’occhiata alla guida su come scegliere l’alimentatore.

Processore: Intel o AMD?

Sembra una domanda – si potrebbe dire – vecchia come il mondo. Al di là della metafora, la scelta della CPU è fra le più importanti da molti punti di vista.

Il processore influenzerà infatti la scheda madre, le temperature, il dissipatore, il montaggio sul socket e anche le prestazioni che puoi aspettarti.

Con Intel che va verso la tredicesima generazione dei suoi Core e AMD che ha appena presentato i Ryzen 7000, la sfida è più aperta che mai.

In via generale, il mio consiglio è di scegliere Intel se:

  • hai un aggiornamento da fare anche alla scheda madre;
  • vuoi provare i nuovi efficient core della dodicesima generazione;
  • cerchi di ottenere il massimo nel gaming.

Al contrario, i processori AMD sono da preferire se:

  • cerchi un rapporto qualità/prezzo più elevato;
  • lavori molto in multi tasking e con applicazioni che sfruttano il multi core;
  • utilizzi più i dissipatori stock rispetto a quelli aftermarket.

Detto questo, ultimamente le prestazioni delle CPU Intel e AMD si assomigliano molto nelle stesse fasce di prezzo.

Con i modelli Intel, tuttavia, è più facile trovare soluzioni che hanno GPU integrata, mentre i modelli AMD offrono una maggiore compatibilità negli anni grazie al socket AM4.

Se ti va di approfondire questo argomento, ti segnalo la guida Intel o AMD: quali CPU scegliere. 😉

Quale SSD scegliere

Fino a qualche anno fa il titolo di questo paragrafo sarebbe stato “SSD o HDD”, ma di acqua ne è passata sotto i ponti.

Oggi la scelta migliore quando assembli un computer è quella di un veloce SSD, a maggior ragione se è un PC da gaming. 🙂

La ragione sta nella maggiore velocità e nella migliore affidabilità delle unità a stato solido. Ma allora: quale SSD scegliere?

Le opzioni sono due.

Da un lato, ci sono i “tradizionali” SSD da 2,5 pollici che funzionano con l’interfaccia SATA. Devi collegarli sia alla scheda madre sia all’alimentatore e offrono velocità teoriche massime di poco superiori ai 500 MB/s.

Sono perfetti per sostituire un Hard Disk e costano anche meno rispetto alla seconda opzione. Qui trovi una lista dei migliori SSD SATA. 😉

Il secondo gruppo è quello degli SSD PCIe NVMe, ovvero quelli che rappresentano in assoluto le unità SSD più veloci.

Che supportino l’interfaccia PCIe 3.0 o la più recente PCIe 4.0, comunque assicurano velocità più alte che possono arrivare anche a 7000 MB/s.

Inoltre, il form factor M.2 permette il montaggio direttamente sulla scheda madre senza bisogno di cavi, con un risparmio di spazio non indifferente. 😉

Per capire meglio quale preferire, dai pure un’occhiata agli approfondimenti su:

Scheda video: integrata, Nvidia o AMD?

Il settore delle schede video non ha passato un periodo tranquilli.

Crisi del mining, crisi dei chip, crisi pandemica, crisi dei prezzi: ci sono risvolti riguardanti le schede grafiche per ciascuno di questi punti.

Lentamente, il mondo delle GPU ha cominciato a riprendersi e oggi è possibile non spendere un patrimonio per un modello decente. Non è ancora tutto roseo, ma ci si sta arrivando. 🙂

Da questo punto di vista, hai tre scelte:

  • GPU integrata;
  • scheda video Nvidia;
  • scheda video AMD.

Tutte e tre le alternative hanno i loro pro e contro.

Per esempio, le GPU integrate nei processori (Ryzen, soprattutto) hanno fatto enormi passi avanti negli ultimi anni. Offrono buone prestazioni per gli eSports e permettono di risparmiare se il tuo budget è limitato. 🙂

Al contrario, per quanto riguarda le schede video dedicate Nvidia e AMD hanno introdotto delle serie decisamente valide. Ecco, quando sono disponibili per l’acquisto. 🙂

Se il tuo obiettivo è videogiocare a 1080p, dalla fascia media in su non dovresti avere problemi con entrambi i brand. Salendo con la qualità, invece, le differenze emergono:

  • i modelli Nvidia dispongono della tecnologia DLSS;
  • le schede video AMD hanno dalla loro la FidelityFX Super Resolution.

In generale, le prime sono più versatili anche grazie al ray tracing. Ma non si tratta di differenze enormi. 😉

Qui trovi una guida su come scegliere la scheda video per saperne di più.

Configurazioni PC gaming: le principali fasce di prezzo

Eccoci arrivati alla parte principale di questa guida: quali componenti scegliere per assemblare un PC da gaming in diverse fasce di prezzo?

Qui vedremo nello specifico tre fasce di prezzo: 500 euro, 1000 euro, 1500 euro. Sono consapevole che puoi costruire un PC anche spendendo di più, ma si tratta dei budget più comuni.

Nelle tre fasce di prezzo, non saranno considerati monitor, casse, tastiera e mouse. Per ciascuna fascia ti consiglierò dei modelli in particolare che si adattano bene alle caratteristiche delle diverse configurazioni. 😉

Inoltre, le tre configurazioni saranno precedute da un PC gaming economico completo di tutto e seguite da un PC gaming Mini ITX.

Il primo è una sfida perché impone grandi compromessi, mentre il secondo unisce alle prestazioni le dimensioni e il lato estetico. 🙂

Iniziamo subito!

PC gaming economico

Questa è una configurazione basilare che comprende case, alimentatore, scheda madre, processore, RAM, SSD, monitor, casse, tastiera e mouse.

C’è praticamente tutto quello che ti serve per creare da zero un computer e rimanere entro il budget accettabile dei 500 euro.

Certo, non potrai videogiocare se non scendendo a molti compromessi. Eppure, il Ryzen 3 3200G e la sua Radeon Vega 8 assicurano un buon frame rate negli eSports a risoluzioni elevate. 🙂

Oltre a questo, l’alimentatore EVGA e la scheda madre Gigabyte assicurano il minimo indispensabile per tutte le task quotidiane. E anche per un po’ di gaming. 🙂

Per una configurazione economica di questo tipo, 8 GB di RAM DDR4 sono sufficienti e, d’altronde, Corsair è un marchio più che affidabile.

Buono anche il Kingston A400 da 480 GB, un’unità SSD SATA che a dispetto del prezzo offre buone velocità e prestazioni.

Per quanto riguarda il monitor, le casse, la tastiera e il mouse, potrai contare su:

  • un KOORUI 24N1, con un pannello IPS da 24 pollici e risoluzione Full HD;
  • le casse 2.0 Trust Leto con potenza di picco da 6 Watt;
  • un kit tastiera e mouse wireless.

Non sono previsti né un dissipatore dedicato – AMD Wraith Stealth è compreso nel Ryzen 3 3200G – né una scheda video discreta.

Prezzi estratti dall'API per la pubblicità dei prodotti Amazon su:

PC gaming 500 euro

Anche per la configurazione da 500 euro, escluse le periferiche, non sono previste né una scheda video dedicata né un sistema di dissipazione.

Si tratta di compromessi necessari per riuscire a ottenere il massimo in termini di prestazioni dal tuo budget a disposizione. 🙂

Ciononostante, gli upgrade ci sono e non sono pochi, a partire dall’alimentatore, un Corsair CV550 a cavi fissi. Certificato 80 Plus Bronze, darà energia a tutte le componenti della configurazione.

Altro upgrade importante è quello del processore, adesso un Intel Core i5-11400. Nonostante sia di una generazione precedente, questa CPU con 6 core e 12 thread è ancora ideale per una macchina di fascia media.

Il Core i5 potrà dare il meglio di sé con la scheda madre MSI e con i 16 GB di RAM DDR4 pensati per questo PC da gaming.

Costano più rispetto al banco singolo ma, come il processore, ti permetteranno aggiornamenti futuri a partire da una solida base. 😉

Per rimanere nella soglia di un PC gaming da 500 euro, anche qui ho preferito aggiungere un SSD SATA. Si tratta del famosissimo ex “migliore SSD al mondo”, il Samsung 870 EVO da 500 GB.

Prezzi estratti dall'API per la pubblicità dei prodotti Amazon su:

Come puoi vedere, siamo poco sotto i 500 euro, anche se spesso i prezzi delle componenti presentano scontistiche varie.

Nel caso tu preferisca i socket PGA di AMD o, in generale, il supporto al PCI-Express 4.0, allora puoi sostituire la scheda madre e il processore con:

Per quanto riguarda invece monitor, sistema audio, mouse e tastiera, si tratta di spese “extra” rispetto al PC gaming di cui ti ho parlato. Si adattano alla perfezione alle altre componenti e sono:

  • il KOORUI 24N1, che per dimensioni e prestazioni va bene anche in questa fascia di prezzo; 
  • le casse Trust Tytan, con i loro 18 Watt RMS; 
  • il kit ASHU con tastiera retroilluminata e mouse, entrambi wireless. 

PC gaming 1000 euro

Se il gaming delle due configurazioni che abbiamo visto è molto basilare, con il PC gaming da 1000 euro farai un grande salto di qualità.

Il case è l’ottimo NZXT H501 sul quale vale la pena investire qualche euro in più sia per ragioni estetiche che funzionali di raffreddamento.

Allo stesso tempo, l’alimentatore è uno Sharkoon 80 Plus Gold da 750 Watt, con il quale non avrai problemi anche per futuri aggiornamenti.

Su questa base, si inseriscono una scheda madre Gigabyte con chipset B550 e l’ottimo AMD Ryzen 5 4500, un modello recente con architettura Zen 2. Quest’ultimo, in particolare, è uno dei migliori processori degli ultimi anni anche a diverso tempo dalla sua uscita. 😉

Completano il quadro 16 GB di RAM DDR4 Corsair e l’ottimo SSD NVMe PCIe Crucial P3 Plus da 1 TB. Come ti dicevo all’inizio di questo paragrafo, qui abbiamo una scheda video dedicata, la Radeon RX 6600 XT da 8 GB di AMD.

Ideale nella fascia media, ha un ottimo rapporto qualità/prezzo ed è in grado di farti giocare agli ultimi titoli ad alte risoluzioni.

Dovrai scendere a qualche compromesso sui dettagli però, cosa che non avverrà con i videogame tripla A di qualche anno fa. 😉

Prezzi estratti dall'API per la pubblicità dei prodotti Amazon su:

Ottime notizie per il PC gaming da 1000 euro se preferisci i processori Intel.

Potrai infatti scegliere una scheda madre e un processore all’altezza di una configurazione come questa:

Anche in questo caso, a margine della configurazione entro i 1000 euro ti propongo anche un monitor da gaming, un sistema audio, una tastiera meccanica e un mouse.

In particolare, si tratta di:

PC gaming 1500 euro

Nell’assemblare un PC gaming da 1500 euro, finalmente possiamo ragionare sulle performance pure. Scegliere le componenti giuste in questo caso permette di spingersi più in là con le prestazioni.

A partire dal case, l’ormai apprezzato NZXT H501, potrai contare sul Cooler Master MWE 750 Gold, alimentatore totalmente modulare.

La scheda madre MSI è perfettamente in grado di supportare il Ryzen 7 5700G, ma non preoccuparti. Il fatto che sia presente una GPU integrata non vuol dire che dovrai utilizzarla per i videogiochi. 🙂

Al contrario, si tratta di un processore con un rapporto qualità/prezzo superiore addirittura al 5600G che non ti lascerà senza scheda grafica quando vorrai cambiarla.

Sale la quantità di RAM, con i 32 GB DDR4, ma rimane il medesimo SSD della configurazione precedente, che va bene anche in questo caso.

Passando alla scheda video, che rappresenta la spesa principale, ho scelto di inserire la Sapphire Radeon RX 6700. Capace di affrontare anche alcuni titoli a 1440p, non richiede particolari compromessi se non alle risoluzioni più elevate. 😉

Prezzi estratti dall'API per la pubblicità dei prodotti Amazon su:

Sale la qualità di scheda madre e processore anche nel caso tu non voglia scegliere i modelli AMD ma preferisca invece Intel. Qui troviamo:

Se, in aggiunta alla soglia di 1500 euro raggiunta fin qui, hai anche bisogno delle periferiche da gaming necessarie a un’esperienza fluida e gratificante, ti consiglio:

Assemblare PC gaming Mini ITX

Negli ultimi anni, il mercato dei computer Mini ITX è esploso. Creare una configurazione da gaming che non occupi troppo spazio e che sia anche bella da vedere è un sogno che può finalmente realizzarsi.

Con una nota, però: le componenti che hanno un formato più piccolo – Mini ITX, appunto – costano in media più delle alternative.

Abbiamo quindi il case Razer Tomahawk Mini ITX, tanto bello da vedere quanto solido e con dimensioni contenute.

Date le misure, dovrai scegliere un alimentatore SFX come il Corsair SF750. Completamente modulare e certificato 80 Plus Platinum, sarà il tuo migliore alleato. 😉

Sono fra i top di gamma della fascia medio-alta anche:

Trattandosi di un case Mini ITX, è bene qui non affidarsi al dissipatore stock ma preferire una soluzione come il Liquid Freezer II di Arctic. Si tratta di un dissipatore a liquido AIO con radiatore da 240 mm.

Vanno poi benissimo 16 GB DDR4 di RAM e il solito Crucial P3 Plus come SSD PCIe NVMe. Sempre nel rispetto delle dimensioni del case, la scheda video è una GeForce RTX 3060 AERO ITX.

Piccola, ma potente. 😉

Prezzi estratti dall'API per la pubblicità dei prodotti Amazon su:

Le varianti Intel che ti propongo per il PC gaming Mini ITX ci portano dritti nella dodicesima generazione delle CPU della serie Core. Da questo punto di vista, abbiamo:

Assemblare una configurazione da gaming che sia potente e abbia dimensioni contenute non è semplice.

Servirà un budget più elevato, ma permette di giocare con settaggi alti e risoluzioni elevate senza occupare spazio. 🙂

Conclusioni

Come hai visto, sono tantissime le soluzioni per creare una configurazione da gaming. Ci sono componenti ideali per tutte le fasce di prezzo, per chi ha un budget limitato o per chi può non badare a spese. 🙂

Per qualsiasi dubbio o consiglio, scrivi pure un commento qui sotto. Se invece vuoi confrontare altri modelli e scegliere quello che fa per te, dai un’occhiata alle guide sui migliori dispositivi.

Che siano case, alimentatori, processori, dissipatori, schede madre, schede video, SSD o RAM, troverai di sicuro quelli che fanno per te! 😉

Matteo Zigliani
Matteo Ziglianihttps://robadainformatici.it
CEO & Founder di www.robadainformatici.it, vivo l'informatica come una passione. Di giorno aiuto le persone a sfruttare la tecnologia a proprio favore, nel tempo libero condivido queste fantastiche conoscenze in questo spazio, con il resto della rete.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui

CIAO IO SONO MATTEO!

Creativo, appassionato e divoratore di qualsiasi novità; così descrivo al meglio la mia persona.
Da più di 10 anni mi occupo di informatica, collaboro con persone ed aziende per trovare ogni giorno soluzioni che migliorino la convivenza tra uomo e computer. Sin da piccolo ho sempre nutrito una forte passione per questo mondo, e non vedo l'ora di raccontare tutte le mie esperienze a te! ;-)

SEGUIMI ANCHE SUI SOCIAL! =>

Unisciti a più di 5.000 iscritti!

Da anni Roba da Informatici è un portale dedicato al mondo tech e siamo orgogliosi di aver aiutato più di 10 milioni di persone con i nostri articoli, recensioni e tutorial.

Entra anche tu a farne parte!
Riceverai contenuti premium, News dal mondo tech e tanto altro ancora.



Nuovi da leggere!

EZVIZ C3WN - Recensione completa

EZVIZ C3WN – Recensione completa

0
Da qualche anno ormai EZVIZ è uno dei brand di riferimento, se vuoi creare un impianto di videosorveglianza spendendo poco. Le caratteristiche del brand cinese...