Home Computer, componenti e accessori Come sostituire l'hard disk con un SSD

Come sostituire l’hard disk con un SSD

Se vuoi migliorare il tuo PC fisso o il tuo portatile, hai essenzialmente due alternative. 🙂

La prima riguarda un aggiornamento generale delle componenti principali: processore e scheda madre, memoria RAM e scheda video.

Tuttavia, oltre ad avere un costo abbastanza elevato si tratta di aggiornamenti che puoi fare solo su un computer fisso.

L’altra strada richiede il cambiamento di una sola componente, che da sola può aumentare le prestazioni e la velocità della tua macchina. Sto parlando della sostituzione del tuo vecchio hard disk con un SSD.

Infatti, molto spesso gli hard disk producono un effetto bottle neck o “collo di bottiglia” sulle prestazioni di un computer.

Ciò avviene perché la velocità di lettura e scrittura dei dati è molto più bassa rispetto alle potenzialità della CPU di eseguire le istruzioni e della RAM di eseguire le varie applicazioni.

Con una spesa contenuta, installare un SSD ti permetterà di migliorare le performance del PC fisso come del portatile.

In questa guida ti mostrerò come fare, trattando nello specifico tutti i passi necessari. Vediamo insieme di cosa si tratta! 😉

Come sostituire l'hard disk con un SSD04

Sostituire hard disk con SSD in un computer fisso

Quasi tutti sappiamo com‘è fatto un hard disk. Come dice il nome stesso, si tratta di uno o più dischi rigidi in cui la scrittura e la lettura dei dati vengono effettuate da una testina. Per questa ragione ci si riferisce a loro anche con il nome di “dischi meccanici”.

Al contrario, gli SSD sono dei solid state drive, ovvero delle memorie non meccaniche “a stato solido”, ovvero basate sulla tecnologia dei chip flash. La stessa delle microSD e delle chiavette USB, in pratica. 🙂

Dato il costo in media più alto rispetto agli hard disk, gli SSD sono perfetti come supporto per l’installazione del sistema operativo e la memorizzazione di alcuni dati.

Ti basterà infatti installare Windows, per esempio, e noterai subito un aumento della velocità di avvio del sistema e di alcune applicazioni.

Inoltre, rispetto a un disco rigido un SSD ha diversi vantaggi:

  • è meno rumoroso (perché non c’è alcun disco fisico che gira);
  • consuma molto meno;
  • non risente degli effetti negativi dovuti alla frammentazione dei file;
  • è in generale molto più affidabile e duraturo.

Certo, non è tutto oro quel che luccica. Dovrai fare particolarmente attenzione quando cancelli tutti i dati, ma per questo dai pure un’occhiata alla mia guida su come formattare correttamente un SSD! [aggiungi link all’altro articolo]

Sei pronto? Vediamo quali sono gli step necessari per sostituire l’hard disk con un SSD in un computer fisso! 🙂

#1 Cosa ti serve per il montaggio dell’unità

Per quanto possa apparire un’attività complessa, almeno all’inizio, montare un SSD su un PC fisso non è nulla di troppo difficile. 🙂

Se non possiedi ancora un SSD, puoi sceglierne uno dalla lista che aggiorno costantemente sui migliori SSD per computer fisso e portatile.

Per farlo, ti serviranno:

  • l’unità da montare;
  • un cacciavite e delle viti (solitamente in dotazione);
  • un cavo SATA dati;
  • un cavo SATA per l’alimentazione.

Ricorda: il cavo SATA dati e quello d’alimentazione sono diversi: il primo collegherà il tuo SSD alla scheda madre, mentre il secondo lo collegherà all’alimentatore.

Per montare un SSD, ti servirà un po’ di manualità, ma nulla di complicato.

Comincia svitando le viti del coperchio del case: in questo modo, potrai accedere all’area con la scheda madre e l’hard disk.

Le differenze fra i vari case per PC in questo frangente non contano, perché ci sarà sempre una parte dedicata all’alloggiamento delle memorie di massa. Puoi riconoscerla facilmente, proprio grazie alla presenza dell’hard disk.

Sistema il tuo SSD in uno degli alloggiamenti e avvitalo ai lati. Fatto questo, puoi procedere al collegamento vero e proprio:

  • collega il cavo SATA per l’alimentazione dalla PSU all’unità (operazione più semplice con un alimentatore modulare);
  • collega il cavo SATA dati all’ingresso libero del tuo SSD e alla scheda madre.

Ovviamente, queste operazioni vanno eseguite a computer spento e spina staccata. Fatto il tutto, accendi il PC per passare alla fase successiva. 😉

#2 BackUp e clonazione del disco

Se vuoi utilizzare l’unità a stato solido come memoria secondaria, non c’è molto altro da fare. Al contrario, sostituire un hard disk con un SSD significa installare in quest’ultimo il tuo sistema operativo.

La prima cosa da fare riguarda la migrazione di tutti i dati presenti nel vecchio supporto in quello nuovo. Le alternative sono due:

  • fare un backup dei dati su un altro supporto (chiavetta USB o altri), installare il sistema operativo sull’SSD e poi copiare i dati;
  • clonare il vecchio hard disk nel nuovo SSD.

In particolare, con la seconda alternativa sarà possibile sostituire il disco rigido senza installare di nuovo il sistema operativo.

È l’operazione che ti consiglio, perché una volta ultimata ritroverai tutti i dati e i programmi esattamente come li avevi lasciati! 🙂

Per clonare un hard disk è necessario un software particolare. Per esempio, nel caso di un Samsung SSD 970 EVO puoi usare il Samsung Magician. In tutti gli altri casi, invece, sarà sufficiente una piccola applicazione chiamata AOMEI backupper.

L’uso di questo programma è intuitivo, per cui non dovresti avere problemi. Dopo averlo installato, avvialo e seleziona la voce “Clone” e poi “Disk Clone” dall’interfaccia di AOMEI.

Ecco alcune cose da sapere prima di cominciare la clonazione:

  • non serve che il tuo SSD sia più capiente dell’hard disk di partenza, ma sarà necessario che abbia una capacità tale da ospitare tutti i dati presenti sul disco rigido (sistema operativo incluso);
  • puoi scegliere di clonare soltanto il sistema operativo, selezionando “Partition Clone” dall’interfaccia di AOMEI: in questo modo copierai soltanto la partizione su cui è installato.

A questo punto puoi avviare il tutto. Non preoccuparti di fare altro: AOMEI gestirà in automatico il processo di clonazione, compreso il riavvio quando necessario. 😉

#3 Cosa fare dopo aver sostituito l’hard disk con un SSD

Una volta conclusa la clonazione del vecchio disco nel nuovo, spegni il tuo PC e apri nuovamente il case.

Per rendere subito effettive le modifiche che hai fatto a livello di software, stacca il cavo SATA dati dall’hard disk e collegalo all’ingresso SATA del tuo SSD. In questo modo, è come dire al computer di avviare il sistema operativo dalla nuova unità. 🙂

Per quanto riguarda il vecchio drive, il mio consiglio è di collegare l’hard disk al PC tramite un altro cavo SATA. Si tratta di una procedura che ti darà diversi vantaggi:

  • da una parte, userai l’SSD per avviare il sistema e le applicazioni che usi più spesso e, quindi, per migliorare le prestazioni del tuo PC;
  • dall’altra parte, potrai contare sull’hard disk per archiviare dati, documenti, film e foto.

Sostituire hard disk con SSD in un computer portatile

Per quanto sia un’operazione in media più macchinosa, se vuoi puoi anche sostituire l’hard disk di un portatile con un SSD.

Ecco in particolare come farlo:

  • Spegni il notebook e rimuovi la batteria
  • Verifica sotto quale “sportellino” si trova l’hard disk da 2,5″ e rimuovilo, facendo molta attenzione
  • Collega l’HDD a un computer fisso (tramite cavo SATA dati/alimentazione o con un adattatore SATA/USB)
  • Tramite AOMEI Backupper, crea un’immagine di questo disco sul PC fisso
  • Dopo aver scollegato l’hard disk, collega pure il tuo SSD allo stesso modo
  • Copia l’immagine del vecchio hard disk nel nuovo SSD
  • Scollega l’SSD dal computer fisso e inseriscilo nel portatile al posto della vecchia unità.

Si tratta di un’operazione che richiede più passaggi rispetto alla semplice sostituzione di cui ti ho parlato poco più sopra.

Il motivo è che un notebook ha spazio per un solo drive di memoria, quindi ogni sostituzione dovrà essere facilitata da un PC desktop con cui effettuare la clonazione.

Tuttavia non è molto difficile e alla fine il risultato si farà sentire, così come l’aumento di velocità e prestazioni del tuo portatile. 😉

Conclusioni

Oggi, la scelta di dotare un PC di un SSD è di sicuro una mossa vincente. Infatti, a fronte di una spesa relativamente bassa, il miglioramento delle performance generali si sente.

Non solo un SSD aiuta a dimezzare i tempi di avvio del computer, ma rende più fluido l’uso di tantissime applicazioni e videogiochi.

La sostituzione di un hard disk con un SSD richiede un po’ di manualità e una discreta attenzione, ma è un’operazione alla portata di tutti. 😉

Se invece qualcosa non ti è chiaro di questa guida, scrivimi pure nei commenti! 😉

Matteo Ziglianihttps://robadainformatici.it
CEO & Founder di www.robadainformatici.it, vivo l'informatica come una passione. Di giorno aiuto le persone a sfruttare la tecnologia a proprio favore, nel tempo libero condivido queste fantastiche conoscenze in questo spazio, con il resto della rete.

18 Commenti

  1. Ciao e complimenti per la spiegazione. HO un notebook ASUS M6000 di circa 15/16 anni, con 1gb di ram e 20 gb di HDD e volevo inserire una memoria solida Kingston o altro ma ho visto che i collegamenti interni sono diversi. I piedini sulla memoria solida sono molto piu piccoli di quelli sull Asus. E possibile farlo? conviene secondo te? anche la ram sarebbe da ampliare….il sistema operativo è WIN XP PRO. Vorrei farlo solo per farlo usare alle mie bambine che iniziano ora a smanettare. Un saluto Giuseppe

    • Buongiorno Giuseppe,

      non ti conviene affatto per il rapporto spesa/valore del pc, e non credo sia compatibile un SSD su quel notebook. Ti consiglio piuttosto di acquistare un notebook base se vuoi iniziare a farlo utilizzare alle tue figlie.

      Buona giornata,
      Matteo Zigliani

  2. Buonasera Matteo,
    Vorrei chiederti se c’è o se tu mi sai indicare una guida per tenere sia hdd e montare la ssd al posto del compartimento cd

  3. Buonasera,
    Nel caso in cui non si disponesse di un fisso per fare il backup dell’immagine, è possibile copiare il vecchio disco sull’SSD nuovo collegandolo al laptot tramite un case esterno USB?

  4. buon giorno: ho acquistato un ssd Samsung 860 QVO da 1 tb, e ho clonato, migrato il sistema del mio hard disk meccanico da 1 tb ma una volta effettuata la migrazione, tolto il vecchio hard disk e collegato il nuovo ssd il pc non si avvia.
    Mentre precedentemente ho fatto la stessa operazione con un altro hard disk meccanico e si e’ avviato normalmente.
    il pc desktop che ho in uso e’: HP desktop 260 a116nl.
    Da che cosa puo’ dipendere? Dove sbaglio?
    mi puo’ essere cortesemente d’aiuto?
    Grazie Enrico

    • Buongiorno Enrico,

      dovresti innanzitutto capire se ti vengono ritornati degli errori durante l’avvio con il nuovo SSD ed in più riproverei ad effettuare la clonazione.
      Altra cosa che potresti fare è il reset del BIOS.

      Potresti provare anche ad installare Windows sull’SSD e verificare se è perfettamente funzionante, magari è difettoso.

      Buona giornata

  5. Buongiorno Matteo,
    voglio sostituire l’hdd del mio Dell PRECISION M6700 con un Samsung V-NAND SSD 860 EVO (già acquistato). Il problema è che non ho in dotazione un fisso. Posso cavarmela con un altro disco esterno dove backuppare sistema operativo e archivio del vecchio hard disk?

    • Buongiorno Francesco,

      nessun problema 😉
      Nel frattempo poi installare il nuovo sistema operativo sul nuovo SSD ed utilizzarlo, acquistando poi un adattatore sata-USB, potrai collegare il tuo vecchio hard disk al tuo pc per poter prendere i dati necessari. 😉

      Buona serata

  6. Ciao! Ho trovato molto utile ed interessante quello che hai scritto. Ho da sostituire l’hard disk ad un notebook di qualche anno fa:
    vorrei sapere se è obbligatorio creare un’immagine del disco tramite il fisso;
    cioè a me non interessa di quello che c’era prima… Voglio ripartire da 0 installando un nuovo sistema operativo (windows 10). E’ possibile sostituire il vecchio hdd con un ssd installando il sistema operativo subito?
    Intanto ti ringrazio e rimango in attesa di un tuo consiglio.

    • Buongiorno Maurizio,

      per poter reinstallare il sistema operativo sul nuovo SSD devi prima avere una chiavetta o DVD di installazione di Windows 10.

      Dal sito di Microsoft puoi scaricare il tutto e creare una chiavetta USB contenente l’installazione di Windows 10 (deve essere minimo 8GB), poi installi il tuo nuovo SSD ed avvii l’installazione.

      Buona giornata,
      Matteo Zigliani

      • ti ringrazio per la risposta,
        si si lo so come installare il sistema operativo… ho il dvd e sono pratico in questo.
        Che SSD mi consigli? Il notebook è un HP G61 ed ha come hard disk un WD3200BEVT.
        Grazie ancora.
        Mauizio

    • Buongiorno Massimo,

      potrebbe funzionare ma avresti problemi di compatibilità con i driver. Quando sostituisci l’hard disk è meglio che il sistema operativo venga reinstallato.

      Buona giornata.

  7. ciao vorrei sapere una cosa quando faccio il backup del hdd del notebook sul fisso copia tutto del vecchio hdd? chiedo questo perché nel disco hdd ci sono varie partizioni di sistema fatte da win 10 all’atto dell’installazione . quando io effettuo il backup, salva tutto o solo la partizione di windows? non so se sono stato chiaro ma siccome ho già fallito una volta vorrei essere sicuro di non sbagliare di nuovo aiutami per favore grazie
    peppe

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui

CIAO IO SONO MATTEO!

Creativo, appassionato e divoratore di qualsiasi novità; così descrivo al meglio la mia persona.
Da più di 10 anni mi occupo di informatica, collaboro con persone ed aziende per trovare ogni giorno soluzioni che migliorino la convivenza tra uomo e computer. Sin da piccolo ho sempre nutrito una forte passione per questo mondo, e non vedo l’ora di raccontare tutte le mie esperienze a te! 😉

SEGUIMI ANCHE SUI SOCIAL! =>

Unisciti a più di 5.000 iscritti!

Da anni Roba da Informatici è un portale dedicato al mondo tech e siamo orgogliosi di aver aiutato più di 10 milioni di persone con i nostri articoli, recensioni e tutorial.

Entra anche tu a farne parte!
Riceverai contenuti premium, News dal mondo tech e tanto altro ancora.



Nuovi da leggere!

Come configurare il router

Come configurare il router

0
Se c’è un dispositivo che non manca mai, in un appartamento o in un ufficio dotato di Wi-Fi è il router.
BenQ PD2700U recensione

BenQ PD2700U 4K – Recensione completa

Synology DS220J NAS - Recensione completa

Synology DS220J NAS – Recensione completa

Come aumentare la sensibilità del mouse

Come aumentare la sensibilità del mouse