Migliori Access Point – Quali Sono i Più Potenti?

24

Quando la WiFi del router di casa non riesce a coprire interamente la tua abitazione, devi ricorrere a dei rimedi e scegliere tra i migliori access point in commercio.

Parecchie volte quando si ha il router del provider in comodato d’uso, non è molto potente e non riesce ad espandere il segnale wireless per tutta la tua casa.

Per fare ciò esistono degli apparecchi che grazie ad un cavo collegato al router principale, generano una nuova rete WiFi per arrivare dove prima non potevi collegarti alla rete senza fili.

Magari ti è già capitato di dare uno sguardo a questi dispositivi di rete, ma hanno un sacco di sigle e non hai compreso bene la differenza tra uno e l’altro.

Allora ecco che ti ho preparato un bell’articolo, dove potrai imparare a distinguere i vari modelli, ed a capire le maggiori differenze in modo da effettuare l’acquisto del miglior access point.

Sei pronto? Si inizia!

Migliori access point - La lista definitiva

Cos’è un access point?

Partiamo subito con il dire cos’è un access point. Poiché spesso viene considerato come un oggetto misterioso e non si sa bene quale sia il suo utilizzo.

Un access point, non è altro che un dispositivo in rete che mette a disposizione una rete WiFi al quale è possibile collegarsi per poter accedere alla rete locale ed a internet.

Il collegamento alla LAN, viene effettuato tramite un cavo collegato al router principale, il quale svolge il compito di instradare il traffico.

Un access point può essere utilizzato per creare una rete wireless, nel caso il tuo router non ne abbia la possibilità, oppure per aggiungere un ulteriore WiFi con delle regole di accesso diverse.

Tipologie di access point

Cercando per il web con l’intento di scovare i migliori access point, potrai trovarne di tanti tipi, ed ognuno differisce dall’altro per caratteristiche tecniche.

Partiamo con l’analizzare le varie tipologie a cui ti potresti trovar di fronte:

  • Access point AC:  questi access point sono in grado di generare una rete wireless utilizzando il protocollo AC, il quale mediante l’utilizzo e la combinazione di due bande di frequenze, ossia a 2,4 GHz e 5 GHz, sono in grado di raggiungere velocità di download e upload elevate, si possono chiamare anche access point dual band.
  • Access point POE: Tramite la sigla POE (Power Over Ethernet), significa che il tuo access point sarà alimentato grazie al cavo ethernet, il quale oltre a portare la rete, si preoccuperà di portare anche l’energia elettrica necessaria al funzionamento dello stesso. L’energia elettrica viene mandata tramite un particolare alimentatore, oppure tramite uno switch POE.
  • Access point da esterno: per l’esterno della tua abitazione, devi utilizzare dei dispositivi adatti a resistere al caldo e al freddo. Ovviamente non dovrai posizionarli al sole, ma sotto una tettoia, riparati anche dalla pioggia.
  • Access point USB: tramite una normalissima porta USB del tuo computer fisso o portatile, puoi generare una rete WiFi grazie a delle chiavette, utili quando non hai a disposizione una rete senza fili e devi utilizzare un tablet ad esempio.
  • Access point professionali: per delle reti aziendali o molto evolute, ci sono in commercio dei dispositivi in grado di creare più reti WiFi, permettendo l’accesso solo a determinati utenti. Sono più costosi, ma hanno un livello di personalizzazione più elevato.

Alcune informazioni sugli access point

A differenza di un router WiFi, c’è da precisare che un access point wireless non crea una nuova rete, ma estende quella già esistente.

I migliori access point in commercio, sono in grado di farti collegare al più vicino a te, nel caso ce ne fossero più di uno, questa tecnologia si chiama roaming.

E’ consigliato avere un access point che supporti il beamforming, in modo che il range della WiFi, venga direzionato verso i dispositivi più lontani, permettendo comunque una navigazione stabile.

Sui router WiFi di ultima generazione, è quasi sempre possibile attivare la funzione access point, in modo da non dover creare una nuova rete all’interno della tua LAN. Se hai un altro router, controlla che supporti questa funzionalità. 😉

Quando stai per acquistare un access point WiFi, noterai che nel nome del dispositivo è sempre indicato un numero del tipo: AC750, AC1750, n300, ecc…

Queste sigle indicano gli Mbps, che la rete wireless generata dal WiFi access point sarà in grado di supportare.

Quando compri un prodotto di questo tipo, mi raccomando non farti ingannare dalla quantità di antenne presenti, ma basati sulla tabella delle specifiche tecniche, guardando bene la quantità di Mbps che sono in grado di supportare.

Migliori access point – Le recensioni

Perfetto! Ora che hai capito quali tipologie di access point vi sono in commercio, ed hai trovato le varie informazioni per poterne scegliere uno, passiamo alla lista dei migliori access point che in questo momento, hanno caratteristiche tecniche ed un rapporto qualità/prezzo, superiore alla media.

TP-Link TL-WA801NDMigliori access point - La lista definitiva

Access point TP-Link dalla semplice configurazione e parecchio competitivo sul piano qualità/prezzo.

Non eccede di funzionalità, ma è parecchio utile per chi deve portare la rete wireless in alcune stanze.

E’ un access point POE, poiché può essere alimentato tramite il cavo ethernet fino ad una distanza di 30 metri, e le antenne sono removibili per posizionarne di più potenti.

Supporta il WiFi multimedia (WMM), una tecnologia in grado di garantire un’ottima qualità sul VoIP, contemporaneamente allo streaming sulla rete di contenuti multimediali.

Se non hai un budget elevato, e devi portare la WiFi in spazi troppo grandi, questo Access point TP-Link potrebbe essere la scelta perfetta per te. 😉

Sul rapporto qualità prezzo, è sicuramente uno dei migliori access point wireless.

Laggi la recensione dell’access point TP-Link TL-WA801ND, la recensione completa di questo access point.

TP-Link TL-WA801ND
391 Recensioni
TP-Link TL-WA801ND

  • WiFi n300
  • Alimentazione POE
  • Antenne removibili

 

ZyXEL NBG6515Migliori access point - La lista definitiva

Access point ZyXEL dual band con WiFi AC1000, ossia in grado di trasferire fino a 1000 Mbps sulla rete LAN.

Possiede 4 porte ethernet per collegarvi dei dispositivi cablati e può funzionare anche da ripetitore e router.

Un’ alternativa a basso costo con ottime prestazioni, uno tra i migliori access point in commercio.

ZyXEL NBG6515
14 Recensioni
ZyXEL NBG6515

  • WiFi AC1000
  • 4 porte ethernet
  • Funzionalità da router

 

Netgear WAC104-100PESMigliori access point - La lista definitiva

Access point Netgear che potrebbe rivelarsi parecchio utile nel caso, oltre ad avere dispositivi che funzionano in WiFi, avessi anche qualcosa da collegare con il cavo di rete ethernet.

Oltre ad erogare una rete wireless da 1200 Mbps, possiede sul retro 4 porte ethernet.

Grazie al software installato su questi access point Netgear, puoi gestire con facilità i client connessi, che possono essere fino a 128 contemporaneamente.

Grazie alla sua versatilità può sicuramente essere considerato uno dei migliori access point in commercio, se fai parecchio streaming e non hai un super budget è il prodotto più consigliato. 😉

Leggi la recensione dell’access point wifi netgear WAC104-100PES.

Netgear WAC104-100PES
19 Recensioni
Netgear WAC104-100PES

  • WiFi AC1200
  • 4 porte ethernet
  • Pulsante on/off WiFi

 

TP-LINK EAP110-OUTDOORMigliori access point - La lista definitiva

Access point TP-Link vero e proprio gioiellino per chi vuole espandere la rete WiFi anche all’esterno dell’abitazione oppure nei capannoni di un’azienda.

Possiede una protezione IP 65, il che indica la totale resistenza alla polvere e all’acqua.

Le antenne omnidirezionali, sono removibili, in modo che tu possa sostituirle con due di potenza ancora maggiore.

E’ un access point POE, e l’apposito alimentatore è incluso nella confezione.

Uno tra i migliori access point POE per esterno.

TP-LINK EAP110-OUTDOOR
77 Recensioni
TP-LINK EAP110-OUTDOOR

  • WiFi n300
  • Protezione IP65
  • Range fino a 200 m

 

TP-Link EAP225Migliori access point - La lista definitiva

Access point professionali TP-Link con fissaggio a muro.

La gestione semplificata di questi dispositivi di rete, fa si che tu possa averne all’interno della tua infrastruttura anche centinaia.

Ad esempio potresti averne 2 – 3 -4 nella tua abitazione, per poter avere una rete wireless unificata.

Quando ti sposti negli ambienti, gli access point saranno in grado di riconoscere la tua vicinanza ad un dispositivo, ed  in automatico verrai spostato sull’access point più vicino a te, senza perdere il collegamento.

Il captive portal ti aiuterà a gestire gli accessi degli ospiti.

Possono essere alimentati in Standard POE, oppure con l’apposito alimentatore.

Grazie alle loro piccole dimensioni, non sono per nulla ingombranti, ed anzi, sono anche belli alla vista, sicuramente tra i migliori access point in circolazione.

Leggi la recensione dell’access point wireless TP-Link EAP225.

TP-Link EAP225
59 Recensioni
TP-Link EAP225

  • WiFi AC1200
  • Alimentazione POE
  • Comunica con gli altri AP

 

Ubiquiti Networks UAP-AC-LRMigliori access point - La lista definitiva

Access point Ubiquiti, anch’esso un vero e proprio gioiello per la propria rete wireless.

Ti basterà configurare il primo, e tutti gli altri che aggiungerai si auto-configureranno, e potrai posizionarli ovunque tu voglia.

Il software di gestione è avanzatissimo, ed in semplicità ti permetterà di applicare tutte le impostazioni che vorrai.

Vengono alimentati in POE tramite un alimentatore incluso nella confezione, compresa vi è anche la base per il fissaggio a muro.

Senza avere un firewall, potrai creare una rete per gli ospiti, i quali non potranno entrare nella tua LAN.

Che siano a livello enterprise oppure per la tua abitazione, sono i migliori access point wireless in commercio.

Leggi la recensione completa degli access point Ubiquiti Networks UAP-AC-LR.

Ubiquiti Networks UAP-AC-LR
52 Recensioni
Ubiquiti Networks UAP-AC-LR

  • WiFi AC1000
  • Alimentazione POE
  • Il TOP della personalizzazione

 

Ultimi consigli per gli access point

Quando stai configurando la wifi degli access point dual band, noterai che ti verrà chiesto di inserire un nome per la banda a 2,4 GHz ed uno per la 5 GHz.

Ti consiglio di dare lo stesso identico nome ad entrambe le reti, così quando ricerchi le reti vedrai solo una WiFi, ed il tuo dispositivo si connetterà in base alla tipologia in grado di supportare.

Per evitare di avere cavi che attraversano le stanze, quando devi collegare un nuovo access point, è bene che la rete venga trasmessa attraverso un cavo ethernet, cablato nel muro. Se vuoi fare un lavoro fatto bene, ti consiglio di dare una sbirciata alla nostra guida, su come cablare un cavo ethernet per la tua rete locale LAN. 😉

Conclusioni

Se vuoi portare la rete WiFi nelle zone della tua abitazione, ufficio, capannone, valuta bene la tipologia di access point da acquistare.

Comprando un access point sottodimensionato, dovrai poi acquistarne di più, ed andrai a spendere una somma maggiore.

Ora che sai tutto, puoi anche tu decidere in autonomia e trovare il miglior access point per le tue esigenze. 😉

Sommario
Migliori access point - La lista definitiva
Nome Articolo
Migliori access point - La lista definitiva
Descrizione
Impara a riconoscere le differenze tra i migliori access point in commercio, per migliorare ulteriormente il range della tua rete WiFi di casa.
Autore
Editore
Roba Da Informatici
Logo Editore

24 Commenti

  1. Ciao Matteo ho un dubbio che non riesco a risolvere.
    Ho la fibra di Tim in casa e fin qui tutto ok,
    Vorrei però portare il segnale anche nella tavernetta che dista 10mt e qui poter collegare via powerline
    il mio smart tv e il decoder sat (altra rete eletrica).
    Cosa devo utlizzare un Ap o posso usare anche un wifi extender, la cosa non mi è chiara?

    saluti Mauro

  2. Ciao Matteo,ho un appartamento di 80m2 e circa 15 dispositivi wireless wifi(luci, porta,telecamera,stampante, lavatrice ecc.. e alcuni smartphone).ho adsl alice 7 mega e un rooter netgear d6200.
    Come puoi ben immaginare mi capita a volte di non riuscire ad utilizzare alcuni dispositivi, nonostante il segnale del Wi-Fi ci sia anche se al 50%(parlo dei dispositivi più lontani).
    Se metto un access point credi che possa risolvere il problema?? O basterebbe solo aumentare la connessione ad esempio a 20 mega.
    Ciao e scusa se le domande non sono proprio consone all articolo.grazie

    • Ciao Maurizio,

      trovo strano che al 50% di segnale Wi-Fi i tuoi dispositivi risultino irraggiungibili. Aumentare la connettività a 20 mbps non cambierà nulla. Può darsi che con un access point, tu riesca a risolvere i tuoi problemi. 😉

      Buona serata,
      Matteo Zigliani

  3. Perdonami quando dici si collegano tra loro intendi che se per esempio al terso piano non dovesse arrivare ne dovrei mettere un secondo per portare anche li il segnale? Purtroppo li non posso montare nulla per diversi motivi.

    • Buonasera Claudio,

      per “si collegano tra di loro” intendo che gli access point si conoscono in rete, e quando ad esempio sei al margine del range del campo Wi-Fi, sono in grado di farti collegare all’access point più vicino a te in automatico, in modo che la tua connessione sia sempre forte e stabile.

      Buona serata,
      Matteo Zigliani

  4. Ciao Matteo, ho bisogno di un parere.
    Io ho un modem/router d link 5592 infostrada con fibra 1000 mb potenziali che verrà installato a 1 piano con muri spessi. Dovrei collegare un access point tramite lan (tra 15 m e 20 m di cavo che passerebbe in un tubo con cavi elettrici) al secondo piano (muri piccoli) per avere il segnale wifi fino al terrazzo posto al terzo piano. Volevo sapere sia il tipo di cavo lan da usare sia l access point consigliato sperando di poter sfruttare al massimo la banda a disposizione per intenderci evitare il collo di bottiglia, possibilmente in tutti i piani, o comunque avere un impianto ad hoc. Faccio presente che mi serve il wifi acceso anche al primo piano con router principale e che in generale mi servirà per streaming e gaming e credo tra 6 e 10 dispositivi collegati.

    Grazie

  5. ciao dovrei permettere a 2 telecamere e 3 sensori di temperatura di accedere a internet e questi dispositivi sono predisposti su un ponte di 300 metri di lunghezza . Quale access point mi consigli di usare?

    • Ciao Davide,

      con 300 metri di distanza è praticamente impossibile far comunicare in Wi-Fi tramite un access point. Devi avere un vero e proprio pote radio per poterlo fare.

      Buona giornata,
      Matteo Zigliani

  6. Ciao Matteo,
    ho uno Smart Modem Fibra di Tim che come Wifi non riesce ad andare molto lontano anche per colpa dei muri divisori. Avrei pensato di spegnere la Wlan del modem e connettergli tramite LAN un Access Point tipo l’Ubiquiti che hai qui sopra recensito. Pensi che come potenza possa essere sufficiente per un ufficio di 200mq oppure conosci qualche Access Point che possa servire da solo l’intera area, senza dove mettere alcun ripetitore di segnale? Grazie e complimenti per le recensioni.

    • Ciao Raoul,

      200 metri quadri in presenza di eventuali muri, non sono facilissimi da coprire. Ti consiglio di acquistare due Ubiquiti (se hai la possibilità), in modo che così tu li possa linkare, e gestire contemporaneamente. 😉

      Buona serata,
      Matteo

  7. Ciao avrei bisogno di un consiglio ho una casa su due piani, qualche muro portante di spessore e fibra di tim. Attualmente ho installato due RE450 tp link configurati come access point con stesso nome di rete
    il segnale è buono ma ogni tanto qualche instabilità, i video si bloccano, la musica streaming multiroom una pausa, il telefono si disconnette da apple tv etc
    avevo pensato di eliminarli installando 2 eap 225 o 245 uno per piano con lo stesso nome di rete ( pecrche con due reti diverse il controller del mutiroom ritengo non veda tutti i diffusori). Cosa ne pensi? E’ una scelta giusta? Grazie in anticipo

    • Ciao Piergiorgio,

      con nomi diversi delle WiFi, non generi due reti. Ma ti basterà accedere alla rete wireless desiderata con i dispositivi che preferisci, e potrai vedere anche devices sull’altra rete WiFi.
      Per prima cosa, proverei a spegnere uno dei due access point, e vedere come si comporta la rete, poiché avendo lo stesso nome e non utilizzando il “Roaming”, tecnologia che utilizzano gli access point di fascia alta, potrebbe accadere che i dispositivi si connettano e disconnettano continuamente ad una e all’altra rete Wi-Fi.

      Prima di sostituirli ti consiglio di fare questo test. 😉

      Nel caso risolvi il problema, ti consiglio di modificare i nomi delle reti Wi-Fi, magari distinguendole per piano.

      Buona serata,
      Matteo Zigliani

      • Ciao ho provato a modificare i nomi di rete quindi creandone due diversi e il problema dell’instabilita sembra risolto solo non mi cambia automaticamente la rete quando cambio piano ho provato a dare due canali diversi ma il risultato non cambia
        Ho due Re 450
        Grazie

        • Ciao Piergiorgiom

          è normale, perché i dispositivi non utilizzano tra di loro il “Roaming” che hanno ad esempio gli Ubiquiti che trovi in questo articolo. Devi disconnetterti e riconnetterti dalla Wi-Fi per effettuare la connessione all’access point più vicino a te.

          Buona giornata,
          Matteo

          • Ok graZie ma se ne cambio solo uno con ubiquity il problema lo risolvo o vanno modificati entrambi? Grazje

          • Ciao Piergiorgio,

            no ovviamente devi avere solo gli ubiquiti. A mio parere non ne vale la pena spendere 200 Euro per togliersi il disturbo di cambiare la WiFi, poi se vuoi, lo puoi fare. 😉

            Buona serata,
            Matteo Zigliani

  8. Ciao Matteo, io dovrei portare al piano superiore la rete esistente fibra tim. Attualmete utilizzo un access point banda n che ogni tanto devo spegnere e riaccendere perché cade la connessione wifi. Ho letto che dovrei usare un access point con banda superiore al router tim che trasmette banda ac, mi potresti gentilmente consigliare quale acquisto fare considerando che utilizzo l’access point anche per collegare via cavo computer e altro. Grazie

    • Ciao Carlo,

      se già utilizzi un Access Point, potresti provare on il Netgear WAC104, che è più potente e supporta il protocollo AC. Inoltre possiede 4 poter RJ45, potrai utilizzarlo come switch per collegarvi i dispositivi via cavo ethernet.

      Buona serata,
      Matteo Zigliani

  9. Ciao Matteo,

    sempre complimenti per le recensioni.

    Avrei un problema ovvero ho il modem TIM FIBRA che con molti dispositivi va in sofferenza. Ho provato a mettere in cascata il vecchio D7000 in modalità access point ma il problema non cambia ovvero il modem TIM invece di vedere come IP solo il D7000 vede e gestisci tutti i dispositivi. Con il D7000 non ho modo di fare una sottorete nascosta, usa sempre il DHCP del TIM.

    Gli access point qui recensiti hanno la possibilità di creare una sotto rete? Me ne servirebbe uno performante come poteva essere l’uso che facevo prima del D7000 con l’ADSL.

    Grazie !!!

    Stefano.

    • Ciao Stefano, grazie per il tuo feedback! 😉

      se metti in modalità access point il tuo D7000 è normale che poi veda la rete generata dal router fibra di tim.

      Per fare quello che vuoi tu, devi mettere il D7000 in modalità router, e collegare un cavo che parte da una porta del router fibra, ad alla porta WAN del D7000, che se non erro è quella rossa.
      Da li in poi potrai collegare tutti i dispositivi sotto il tuo router Netgear. 😉

      Buona serata,
      Matteo Zigliani

    • Ciao Matteo,

      ho provato ma putroppo il collegamento WAN (D7000) –> LAN (MODEM TIM) sembra funzionare solo se attivo il D7000 come access point.
      Senza attivare access point non trovo opzioni per impostare il DHCP server, il gateway, dns, sotto rete … che invece ho trovato nei manuali del R7000 .

      Siccome ho la possibilità di vendere il D7000, che è una bomba, vorrei un router con altrettante prestazioni in grado però di “nascondere” i dispositivi al modem tim.

      Suggerimenti?

      Grazie !!!

      • Ciao Stefano,

        mi sono dimenticato di dirti che una volta collegato il cavo alla wan del D7000, devi entrare nelle impostazioni avanzate -> Installazione -> Impostazioni WAN e su “preferenze WAN” impostare la voce “Usa Ethernet WAN”.
        Così poi dovrebbe funzionare. 😉

        Buona serata,
        Matteo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here