HomeComputer, componenti e accessoriATX vs Micro ATX vs Mini ITX - Guida alle dimensioni della...

ATX vs Micro ATX vs Mini ITX – Guida alle dimensioni della scheda madre

Se devi scegliere una nuova scheda madre per il tuo computer, gli aspetti da considerare non sono certo pochi

Porte interne ed esterne, possibilità di espansione e di raffreddamento dei componenti, predisposizione a LED RGB o ARGB, e così via.

Una delle caratteristiche più importanti riguarda però il formato della scheda madre, ovvero le sue effettive dimensioni.

In questa guida, ti parlerò in modo approfondito dei vantaggi e degli svantaggi dei form factor più utilizzati dai PC di oggi.

Vedremo anche quali sono gli utilizzi consigliati per ciascuno e come le dimensioni impattano la tua esperienza d’uso.

Iniziamo subito! 😉

ATX vs Micro ATX vs Mini ITX - Guida alle dimensioni della scheda madre

ATX vs Micro ATX vs Mini ITX: le differenze

A differenza di quanto potrebbe sembrare a prima vista, le dimensioni di una scheda madre sono un parametro fondamentale da considerare.

Banalmente, a meno di soluzioni particolari e personalizzate dovrai inserire la scheda madre all’interno di un case.

Quest’ultimo ha delle dimensioni ben precise, e può accogliere soltanto alcuni formati che dovrai valutare prima della scelta.

Ma non solo. Spesso, è anche la misura di una scheda madre a permettere o negare le possibilità di espansione e raffreddamento.

Vediamo allora quali sono i form factor più comuni, con i pro e i contro di ciascuno. 😉

Scheda madre ATX

Pochi sapranno che la parola ATX è in realtà un acronimo che sta per Advanced Technology Extended e identifica uno standard per:

Una scheda madre con formato ATX misura 305 x 244 mm ed è fra quelle più diffuse. Come puoi vedere da un esempio come la MSI B450 Gaming Plus Max, le componenti sono ben distribuite su tutta la superficie e permettono anche un discreto numero di espansioni.

Oltre a questo, il form factor ATX consente ai produttori di inserire tutte le caratteristiche senza dover scendere a patti con lo spazio a disposizione.

Di conseguenza, ne beneficia anche la gestione del calore e del raffreddamento, soprattutto per quanto riguarda i VRM e le fasi di alimentazione.

Pro:

  • Più slot PCI-Express, con possibilità anche di dual GPU
  • Migliore gestione degli spazi
  • Più RAM supportata

Contro:

Scheda madre Micro ATX

Come puoi intuire dal nome, le schede madre Micro ATX presentano un formato con dimensioni inferiori rispetto allo standard ATX.

Il form factor Micro ATX è stato introdotto nel 1997 e misura, in teoria, 244 x 244 mm. Si tratta in pratica di un quadrato con la stessa larghezza dello standard principale ma un’altezza inferiore.

Questo è il caso di un modello come la ASUS Prime B550M-A, ma si tratta ormai di eccezioni. Negli ultimi anni, infatti, si è imposta una variante delle schede madre Micro ATX che riduce le dimensioni a 244 x 215 mm.

Modelli come la stess ASUS Prime B560M-K o la Gigabyte B450M DS3H risultano più piccole e quindi impongono ai produttori scelte diverse.

Pur non trattandosi di schede madre “compatte”, non consentono la personalizzazione di quelle ATX ma permettono comunque una certa libertà nell’assemblaggio del PC.

Sono in ogni caso fra le più utilizzate in assoluto, per via delle prestazioni che offrono in rapporto al costo.

Pro:

Contro:

  • Limitate possibilità di espansione
  • Alcuni modelli hanno solo 2 slot di RAM

Scheda madre Mini ITX

Con i loro 170 x 170 mm, le schede madre Mini ITX sono le versioni compatte per eccellenza. Formato introdotto da VIA Technologies nel 2001, negli anni si è evoluto fino a comprendere anche modelli con chipset Intel e AMD per le loro CPU consumer.

Da form factor dedicato a soluzioni a basso consumo e basse prestazioni, oggi il Mini ITX è utilizzato non soltanto per mini PC e sistemi home theater ma anche per configurazioni da gaming.

C’è però una considerazione da fare a proposito. Dimensioni inferiori vuol dire un minore spazio a disposizione ma anche una sfida ingegneristica non da poco per far rientrare tutte le componenti necessarie per un computer.

Ciò vuol dire che schede madre Mini ITX come la MSI MPG B560I Gaming Edge WiFi pongono dei limiti alla scelta di processore, scheda video ed espansioni, puntando tutto sulla compattezza.

Pro:

  • Adatta a tutti i case in commercio
  • Permette di assemblare un PC completo in spazi ridotti
  • Va bene per gaming, mini PC e home theater

Contro:

  • Un solo slot PCI-Express
  • Non ideale a fini di overclock
Prezzi estratti dall'API per la pubblicità dei prodotti Amazon su:

Scheda madre EATX

Un discorso a parte va fatto per le schede madre con formato EATX, cioè Extended ATX.

Misurano 305 x 330 mm e sono quindi delle ATX più larghe, con il risultato che possono ospitare più componenti interne e più slot di espansione.

Questa tipologia è quella meno diffusa, perché:

  • necessita di case di grandi dimensioni, come il TUF-GT501 di ASUS;
  • costa più di un modello ATX;
  • è più adatta agli enthusiast dell’overclock e all’utilizzo nei server.

ATX vs Micro ATX vs Mini ITX: quale scegliere

Come ti accennavo nei paragrafi precedenti, la scelta di una scheda madre potrà dipendere da molti fattori, primo su tutti l’uso che farai del computer assemblato.

Decidere quale form factor utilizzare influisce infatti anche su:

D’altronde, per qualsiasi componente del tuo computer deve esserci uno spazio idoneo ad accoglierla e permetterne il funzionamento.

Vediamo allora le diverse possibilità da questo punto di vista.

Computer da gaming

Chi non ha mai giocato, anche un po’, con il proprio computer? Se per avviare un platform 2D o un gestionale di qualche anno fa può bastare anche una APU come l’Athlon 3000G o il Core i3 con GPU integrata, i videogame Tripla A sono altra cosa.

Un computer da gaming che si rispetti, da cui trarre il massimo in termini di prestazioni e raffreddamento, richiede:

  • componenti all’altezza, soprattutto CPU e GPU;
  • soluzioni di dissipazione per eventuali overclock;
  • spesa non indifferente, al netto di soluzioni best buy.

Se è questo il tuo caso, allora dovrai buttarti su una scheda madre ATX. La ROG Maximus XII e la ROG Crosshair VIII di ASUS rappresentano proprio questo, due modelli con pochissimi compromessi per configurazioni spinte.

Tuttavia, se vuoi “soltanto” un gaming di buona qualità senza eccedere con la spesa e con le componenti, allora scegli una scheda madre Micro ATX a occhi chiusi.

Ha il miglior rapporto qualità/prezzo e va d’accordo con la quasi totalità dei processori, delle schede video e dei case oggi disponibili sul mercato. 😉

Se però hai intenzione di assemblare un PC da gaming che abbia la compattezza come obiettivo, esistono schede madre Mini ITX pensate per questo.

Occhio tuttavia al prezzo: non solo la scheda madre ma anche tutte le altre componenti costano di più!

Computer da ufficio o smart working

Già a una prima occhiata, un PC da ufficio ha requisiti diversi rispetto a una configurazione da gaming. Se per quest’ultima serve potenza di calcolo e potenza grafica, i computer da lavoro possono anche essere più basilari.

Un occhio particolare è dato alle dimensioni, benché poi dovrai considerare anche un monitor, e ancora di più il prezzo.

Per una maggiore semplicità, da questo punto di vista potrebbe avere più senso scegliere:

Se però vuoi assemblare comunque il computer da usare per lavoro o in smart working, il mio consiglio è di optare per:

  • una scheda madre Micro ATX come la Gigabyte B450M DS3H, che non è troppo ingombrante e permette una buona personalizzazione;
  • una scheda madre Mini ITX come la ASRock B550M-ITX/AC, più costosa ma una garanzia per PC di piccole dimensioni.

Computer fisso casalingo

Anche per il PC casalingo la scheda madre da considerare è innanzitutto un modello Micro ATX. Entra nella maggior parte dei case e supporta tutte le CPU, spesso anche con GPU integrata.

Se vuoi usare il computer come Media Center o per navigare su Internet, allora andrà bene questa configurazione, magari con 16 GB di RAM e un veloce SSD M.2.

Se invece vuoi anche videogiocare un po’, basta aggiungere una scheda video di fascia media e il gioco è fatto. 🙂

Tuttavia, i case Mid Tower tendono a occupare una discreta quantità di spazio, motivo per cui potresti volere una soluzione più compatta.

Entra in gioco allora una scheda madre Mini ITX che, corredata di un case adatto come il Razer Tomahawk Mini-ITX, offre un’alternativa anche più elegante. 🙂

Anche qui l’unico neo è il prezzo, benché la differenza non sia eccezionale.

Prezzi estratti dall'API per la pubblicità dei prodotti Amazon su:

Conclusioni

Come hai visto, la scelta delle dimensioni di una scheda madre non è poi così scontata e anch’essa dipende da più fattori insieme.

I form factor ATX, Micro ATX e Mini ITX hanno tutti i loro pro e contro e si adattano anche a usi diversificati fra loro.

Per qualsiasi dubbio sulla guida o anche per un consiglio sulla scelta giusta, scrivimi un commento qui sotto.

Se invece vuoi passare direttamente alla scelta della scheda madre, leggi pure i due approfondimenti su:

Matteo Zigliani
Matteo Ziglianihttps://robadainformatici.it
CEO & Founder di www.robadainformatici.it, vivo l'informatica come una passione. Di giorno aiuto le persone a sfruttare la tecnologia a proprio favore, nel tempo libero condivido queste fantastiche conoscenze in questo spazio, con il resto della rete.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui

CIAO IO SONO MATTEO!

Creativo, appassionato e divoratore di qualsiasi novità; così descrivo al meglio la mia persona.
Da più di 10 anni mi occupo di informatica, collaboro con persone ed aziende per trovare ogni giorno soluzioni che migliorino la convivenza tra uomo e computer. Sin da piccolo ho sempre nutrito una forte passione per questo mondo, e non vedo l'ora di raccontare tutte le mie esperienze a te! ;-)

SEGUIMI ANCHE SUI SOCIAL! =>

Unisciti a più di 5.000 iscritti!

Da anni Roba da Informatici è un portale dedicato al mondo tech e siamo orgogliosi di aver aiutato più di 10 milioni di persone con i nostri articoli, recensioni e tutorial.

Entra anche tu a farne parte!
Riceverai contenuti premium, News dal mondo tech e tanto altro ancora.



Nuovi da leggere!

Netgear WAX214 Access Point - Recensione completa

Netgear WAX214 Access Point – Recensione completa

0
Se la portata del tuo router non è soddisfacente e non permette un accesso a Internet ai tuoi dispositivi sparsi per casa, la soluzione...