Smartwatch con SIM: come funziona?

0

Se sei appassionato di tecnologia, avrai notato come la cosiddetta wearable technology stia diventando una parte sempre più integrante delle nostre giornate e – è il caso di dirlo – dei nostri polsi. 🙂

E non a caso. Infatti, una delle declinazioni più conosciute della tecnologia indossabile è proprio lo smartwatch, ovvero un orologio intelligente.

Tuttavia, gli smartwatch non sono tutti uguali. A parte le differenze che riguardano la forma, l’hardware e il software, per non parlare del prezzo, ne esiste una molto interessante. Sto parlando della presenza o meno di uno slot per scheda SIM.

In questo articolo proverò a spiegarti come funziona uno smartwatch con SIM e perché valutare l’idea di comprarne uno. 🙂

Che aspetti? Scorri in basso per saperne di più!

smartwatch con sim come funziona

Come funziona uno smartwatch con SIM?

La possibilità di usare uno smartwatch insieme a una scheda SIM non è una assoluta novità del panorama tecnologico contemporaneo, dal momento che già da anni alcuni modelli prevedevano questa caratteristica.

Ciò che colpisce, invece, è la sua grande diffusione da qualche anno a questa parte. Infatti, si tratta di un fenomeno che vale sia per gli smartwatch di fascia alta, sia per i più economici smartwatch cinesi, che comunque non rinunciano a riservare più di una sorpresa.

Per capire cosa realmente fa uno smartwatch che supporta una scheda SIM, prova a immaginarlo come un dispositivo che ti permetterà di sostituire uno smartphone durante lo svolgimento di molte attività.

Vediamo insieme come funziona, allora!

Smartwatch: quali caratteristiche tenere d’occhio

Come avviene per tanti altri dispositivi, anche per la wearable technology è bene fare attenzione ad alcune caratteristiche:

  • estetica e design;
  • hardware specifiche tecniche;
  • software e compatibilità.

Nel caso di estetica e design di uno smartwatch, ovviamente dovrai cercare di capire l’ergonomia e il comfort, ma non solo. Importante è comprenderne il peso e l’ingombro, senza dimenticare che la scelta dipende anche dall’utilizzo che ne farai.

Infatti, a seconda dell’uso esistono diversi tipi di smartwatch: orologi ibridi, smartband o smartwatch per uso sportivo.

L’hardware di uno smartwatch è fondamentale perché stabilisce in gran parte quanto sarà veloce e performante. Oggi, esistono tantissimi modelli con ottime specifiche, soprattutto per quanto riguarda CPU, RAM e ROM.

Non dimenticare anche di dare un’occhiata al tipo di display touchscreen del tuo futuro smartwatch. A seconda che sia LCD o OLED/AMOLED, noterai colori più brillanti, maggiore luminosità e un diverso consumo della batteria. 🙂

Infine, il software, ovvero l’anima dello smartwatch. I principali sistemi operativi oggi sono il WatchOS di Apple e il Wear OS di Google. Entrambi hanno pro e contro e si prestano a determinati usi più che altri.

Per esempio, tutti e due hanno in comune l’impossibilità di installare WhatsApp. Puoi tuttavia stare tranquillo, perché permettono un uso limitato ma tutto sommato sufficiente di questa app! 🙂

Se vuoi saperne di più su questi argomenti, e approfondire anche aspetti più specifici, dai pure un’occhiata alla mia guida su come scegliere uno smartwatch!

Cosa puoi fare con uno smartwatch con SIM?

Dopo aver visto in generale il funzionamento di uno smartwatch, possiamo passare a cosa rende così particolare il supporto a una SIM.

Quando si parla di uno smartwatch con SIM, la distinzione fra modelli high-end e low-end diventa di fondamentale importanza.

Infatti, sono molti gli smartwatch economici che offrono la possibilità di inserire una scheda SIM e quindi di effettuare e ricevere chiamate direttamente dal polso.

Tuttavia, molto spesso gli smartwatch economici offrono una semplice connettività 2G. Certo, potrai sempre aprire il tastierino numerico, comporre o dettare il numero ed effettuare una telefonata. Ma per accedere a Internet, per esempio, dovrai affidarti a una rete Wi-FI.

I migliori smartwatch con Wear OS o WatchOS, invece, consentono di inserire una SIM per fare le telefonate ma, in più, supportano una connessione a Internet di tipo 4G/LTE.

Pensa per esempio al Huawei Watch 2, che unisce in sé la connessione ad alta velocità alla rete con alcune funzioni tipiche dei fitness tracker.

Come puoi vedere, ce n’è davvero per tutti i gusti e tutte le esigenze. 🙂

Smartwatch con SIM: pregi e difetti

Come accade spesso nel campo della tecnologia e dei dispositivi digitali, pro e contro di uno smartwatch dipendono dall’uso che ne dovrai fare.

Se cerchi uno smartwatch in grado di farti accedere più velocemente alle notifiche di uno smartphone che tieni in tasca, faticherei molto a consigliartene un modello che supporta una scheda SIM. 🙂

Tuttavia, gli smartwatch con SIM presentano degli innegabili vantaggi, dal momento che ti permettono di:

  • muoverti liberamente e uscire di casa anche quando non vuoi o non puoi portarti dietro lo smartphone;
  • rispondere alle chiamate o collegarti a Internet anche quando hai lo smartphone sotto carica e non puoi stare nei 10 metri di portata del Bluetooth;
  • fare sport o jogging senza appesantirti troppo o portare del carico inutile.

Certo, molti potrebbero definirlo un lusso, ma in generale la wearable technology è nata proprio per rendere più semplici alcune attività che prima avresti fatto comunque, ma in modo più scomodo. 🙂

Al contrario, esiste davvero un solo svantaggio per uno smartwatch che supporta una scheda SIM. E riguarda la SIM stessa.

Infatti, molto probabilmente dovrai acquistare una seconda scheda SIM e quindi attivare un ulteriore piano tariffario o abbonamento, per poterla sfruttare al massimo per chiamate e Internet. E per molti versi questa non è per nulla una soluzione molto pratica.

Senza togliere nulla al valore intrinseco di uno smartwatch che supporta una SIM, dovrai prima di tutto capire a cosa ti servirà e cosa puoi farci. Solo dopo potrai lasciarti trasportare dai tantissimi modelli e dalle tante feature che questi dispositivi offrono. 😉

Conclusioni

Il funzionamento di uno smartwatch con SIM non è molto dissimile da quello di un normale smartwatch, se non per alcune caratteristiche che lo rendono un’ottima alternativa allo smartphone. Specialmente in alcune situazioni.

La possibilità di effettuare e ricevere chiamate direttamente dal polso, di collegarsi a Internet e di fare a meno dello smartphone sono delle aggiunte davvero notevoli. Soprattutto, se pensi alle potenzialità che uno smartwatch già possiede. 🙂

Se ti va di saperne di più, dai pure un’occhiata alla mia guida su come si usa uno smartwatch: troverai tanti consigli utili per il tuo wearable device!

Che ne pensi di questo articolo e di questi dispositivi in generale? C’è qualcosa che vorresti approfondire? Scrivimi pure nei commenti, cercherò di rispondere a ogni tuo dubbio!

Sommario
Smartwatch con SIM: come funziona?
Nome Articolo
Smartwatch con SIM: come funziona?
Descrizione
In questo articolo proverò a spiegarti come funziona uno smartwatch con SIM e perché valutare l'idea di comprarne uno. :)
Autore
Editore
Roba da Informatici
Logo Editore

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here