SSD Samsung 860 EVO – Recensione completa

0

Se stai assemblando un nuovo PC, o hai bisogno di aggiornare il drive di memoria del tuo vecchio computer, la scelta migliore oggi consiste nell’acquisto di un SSD.

Negli ultimi anni, tantissimi produttori hanno presentato dei modelli con qualità e costi molto diversi fra loro.

In mezzo alla grande quantità di SSD oggi presenti sul mercato, di certo le unità di Samsung non sono soltanto le più conosciute.

Si tratta anche delle migliori per prestazioni e affidabilità in diversi usi: installazione del sistema operativo o uso di applicazioni pesanti come video editing o video game.

Per questa ragione, oggi voglio parlarti dei Samsung SSD 860 Evo, un aggiornamento consistente rispetto ai famosi SSD 850 Evo. Queste nuove unità promettono prestazioni migliori unite a consumi nettamente inferiori.

Sei pronto? Scorri in basso per leggere la recensione! 😉

SSD Samsung 860 EVO - Recensione completa

PRO:

  • Prestazioni top di gamma
  • Ottimi per gli utilizzi con carichi pesanti
  • Consumi ridotti e affidabilità aumentata

Contro:

  • Raggiungono facilmente i limiti dell’interfaccia SATA III
  • Prezzo medio elevato

SSD Samsung 860 EVO: i migliori SSD consumer sul mercato?

Con i suoi SSD 850 EVO, Samsung ha stabilito uno standard difficilmente raggiungibile dai modelli di altri produttori. Per esempio, i Crucial MX300 che ho recensito qualche tempo fa erano una discreta alternativa ai Samsung, pur senza raggiungerne le prestazioni.

Gli SSD 860 EVO costituiscono un passo avanti, sia per quanto riguarda l’architettura delle memorie sia per le prestazioni con i più svariati carichi in ambito consumer.

Seguimi in questa recensione: cercheremo di capire se i nuovi modelli dell’azienda sudcoreana riescono a mantenere lo scettro dei migliori SSD.

Soprattutto, cercherò di aiutarti a capire se vale la pena acquistarli. 🙂

Nel frattempo, se vuoi dare loro un’occhiata, a questo link puoi vedere la pagina Amazon dei Samsung SSD 860 EVO.

SSD 860 EVO: le prestazioni e le specifiche

L’offerta di Samsung per le sue nuove unità SSD è incredibilmente vasta, sia per quanto riguarda le capacità sia per i formati.

In particolare, questi ultimi possono adattarsi senza problemi a tutte le tue esigenze:

  • 2,5 pollici, con capacità di 250 GB, 500 GB, 1 TB, 2 TB e 4 TB;
  • M.2 2280, con capacità da 250 GB a 2 TB;
  • mSATA, che arriva da 250 GB a 1 TB.

Mi ha colpito molto la scelta di Samsung di presentare gli 860 EVO anche nel formato mSATA, spesso trascurati da molti produttori a favore di quello a 2.5” e del M.2.

Tuttavia, Samsung ha assicurato che non ci saranno differenze di prestazioni fra questi tre form factor. Potrai quindi scegliere tranquillamente una fra queste tre interfacce, senza preoccuparti di cali nelle prestazioni. 😉

SSD Samsung 860 EVO 250 GB: front

Specifiche tecniche degli 860 EVO: le novità di Samsung

Le memorie degli SSD di Samsung sono delle V-NAND con 3 bit per cella: nel gergo tecnico degli SSD, si chiamano TLC ovvero triple level cell.

TLC è una sigla che indica la quantità di informazione che è possibile immagazzinare in una singola cella del die di un SSD. A seconda della tecnologia produttiva, infatti, potrai avere SSD con memorie:

  • SLC o single level cell: possono immagazzinare 1 bit di informazione per cella e sono le memorie più veloci;
  • MLC o multi level cell: capaci di immagazzinare 2 bit per cella;
  • TLC o triple level cell.

L’unico difetto delle memorie V-NAND TLC riguarda la velocità che è nettamente inferiore sia alle memorie MLC che a quelle SLC.

Per questa ragione, gli 860 EVO di Samsung hanno un’area SLC che utilizza parte della memoria totale per velocizzare le operazioni di lettura e scrittura. Nelle applicazioni pratiche, non noterai alcuna differenza: anzi, la velocità sarà sempre al top!

SSD Samsung 860 EVO 500 GB: retro

Per gestire questa memoria ad alta velocità e le operazioni in genere, Samsung ha dotato le sue nuove unità del controller MJX, in versione aggiornata, e di una cache DDR4 di tipo low power a basso consumo.

Nel modelli da 250 e da 500 GB, la cache è di rispettivamente di 256 e 512 MB. Negli altri modelli, la cache è di 1 GB per terabyte di memoria.

Tra poco capirai il perché di tutte queste cifre e di questi valori dei nuovi SSD 860 EVO. Infatti, ogni parametro che hai visto finora si traduce in un uso reattivo e versatile.

SSD Samsung 860 EVO: le prestazioni

Le prestazioni del nuovo 860 EVO rappresentano il top di gamma per gli SSD non dedicati a server o a workstation. Se stai cercando un drive per un uso professionale, ti consiglio i Samsung SSD 860 Pro o anche i Samsung SSD 960 EVO.

La quarta generazione delle memorie V-NAND, che costituiscono il cuore di questi 860 EVO, si fa sentire in performance superiori e consumi ridotti. Se già conosci gli 850 EVO, allora potrai notare un miglioramento delle prestazioni.

SSD Samsung 860 EVO 1 TB: sata interface

La lettura e la scrittura sequenziale arrivano a raggiungere i limiti della banda offerta dall’interfaccia SATA III e si attestano a 550 MB/s e 520 MB/s rispettivamente.

Tuttavia, se scegli un SSD per il tuo computer, il parametro a cui dovrai fare attenzione è principalmente quello che riguarda lettura e scrittura casuale 4K.

In questo caso, il 4K non identifica la risoluzione di uno schermo, ma le letture e le scritture operate dal drive in maniera casuale su porzioni di dati della grandezza di 4 KB. Si tratta del tipo più comune di operazioni eseguite da un SSD.

Già nella recensione dei Crucial MX500, notavo che le sue prestazioni in 4K si erano avvicinate a quelle del Samsung 850 EVO. Il nuovo 860 EVO risulta ancora in testa in tutti i tagli resi disponibili da Samsung, con un valore che raggiunge e supera agevolmente le 10000 IOPS (input/output operations per second).

Volendo riassumere il tutto, le prestazioni del Samsung 860 EVO rendono questo SSD ancora il top di gamma per quanto riguarda gli utilizzi casalinghi.

In pratica, si tratta di un’unità perfetta per l’installazione del sistema operativo, per i videogiochi e le applicazioni più pesanti.

SSD Samsung 860 EVO 500 GB M.2

SSD 860 EVO: le features di Samsung

Come ti dicevo più su, una parte della memoria totale degli 860 EVO non è TLC ma SLC ed è chiamata area TurboWrite. Il controller dell’SSD, vale a dire il microprocessore contenuto nell’unità, gestisce i trasferimenti prima su questa porzione, velocizzando le operazioni di lettura e scrittura, e solo successivamente nella memoria principale.

Fra le varie features di cui gli SSD 860 EVO sono dotati, sono importanti il software Samsung Magician, con il quale potrai monitorare l’unità ed effettuare dei semplici test. Inoltre, l’app permette di creare una chiavetta con cui fare il boot del sistema.

Se da una parte la crittografia AES 256 (FDC) permette la protezione dei dati, dall’altra Samsung ha dichiarato che le unità 860 EVO hanno un TBW (total byte written) di 150 terabyte. Un valore del genere rappresenta un’enormità in termini di utilizzo. In più, l’azienda sudcoreana fornisce una garanzia di 5 anni, sintomo dell’affidabilità di questi SSD.

SSD Samsung 860 EVO 250 GB
708 Recensioni

Conclusioni

I Samsung 860 EVO si confermano fra i migliori SSD del settore consumer, nonostante altri produttori abbiano ormai diminuito il gap.

A livello di prestazioni, la concorrenza di Crucial ha portato a un’ottimizzazione delle performance e all’aumento dell’affidabilità delle unità di Samsung. Purtroppo, a queste migliorie corrisponde un prezzo in media più alto, ma se troverai delle offerte il mio consiglio è quello di approfittarne subito.

Il motivo per preferire un 860 EVO ad altri prodotti risiede quindi nell’ottimo comportamento sotto stress e con carichi pesanti (tipici del multitasking) e nella grande affidabilità.

Se vuoi confrontare i Samsung 860 EVO con altri SSD, per farti un’idea migliore, puoi leggere la mia guida aggiornata ai migliori SSD!

Sommario
Data
Oggetto recensito
SSD Samsung 860 EVO
Punteggio
51star1star1star1star1star

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here