SSD Crucial MX500 – Recensione Completa

0

Se vuoi migliorare le prestazioni del tuo computer, o se ne stai assemblando uno a partire da zero, prima o poi dovrai confrontarti con la scelta del drive di memoria.

Gli hard disk hanno ancora grande utilità, soprattutto in ambienti NAS. Tuttavia, non possono competere con i solid state drive per affidabilità e velocità di scrittura e lettura.

Gli SSD offrono prestazioni ineguagliabili per qualsiasi HDD. Da questo punto di vista, un esempio molto interessante è senza dubbio quello dei nuovi Crucial MX500.

Scorri in basso per leggere la recensione!

SSD Crucial MX500 - Recensione Completa

 

Pro:

  • Ottimo rapporto qualità/prezzo
  • Migliora le prestazioni in lettura e scrittura grazie alle nuove memorie NAND 3D
  • Offre 5 anni di garanzia e un’affidabilità migliorata

Contro:

  • Poco più lento dei Samsung 850 EVO con carichi pesanti

 

SSD Crucial MX500: un’ottima alternativa ai Samsung 850 EVO

Nel dicembre del 2017, l’annuncio dei nuovi MX500 da parte di Crucial ha sorpreso un po’ tutti in positivo.

Da una parte, perché i Crucial MX300 e i BX300 non hanno mai davvero potuto competere con i Samsung 850 EVO se non sui prezzi. Dall’altra, perché la carenza di memoria NAND ha prodotto un aumento generale dei prezzi degli SSD.

L’introduzione di un nuovo modello da parte di Crucial ha portato un po’ di nuova aria nel panorama delle unità a stato solido.

In questa recensione, cercherò di spiegarti il perché e di capire se questi nuovi SSD sono dei modelli che vale la pena considerare per un acquisto.

Nel frattempo, a questo link puoi dare un’occhiata ai Crucial MX500!

Crucial MX500: specifiche e prestazioni

I Crucial MX500 sono venduti in due diversi form factor, ognuno con diverse capacità:

  • 2,5 pollici: presenta capacità da 250 GB, 500 GB, 1 TB e 2 TB;
  • M.2 2280: presenta capacità da 250 GB, 500 GB e 1 TB.

A parte il formato, a oggi non sembrano esserci grandissime differenze fra gli MX500 da 2,5 pollici e gli M.2 2280.

SSD Crucial MX500 - front

Specifiche tecniche dei Crucial MX500

Tempo fa ho recensito gli ssd Crucial MX300. La caratteristica che più mi aveva colpito era il tipo di memoria NAND sviluppato da Micron e impiegato per quella serie di SSD.

Come per gli MX300, anche i Crucial MX500 utilizzano delle memorie 3D NAND TLC, ma con qualche – dovuta – miglioria.

Facciamo un passo indietro. Le memorie NAND contenute negli SSD sono sostanzialmente di tre tipi:

  • SLC, o single level cell;
  • MLC, o multi level cell;
  • TLC, o triple level cell.

Queste sigle indicano quanti bit di informazione possono essere memorizzati su un singolo elemento di memoria. A parità di tecnologia costruttiva, le memorie SLC e MLC assicurano prestazioni migliori rispetto alle memorie TLC.

Tuttavia, nelle memorie per gli SSD Crucial, Micron ha abbandonato una concezione planare a due dimensioni per abbracciarne una tridimensionale. Si tratta delle 3D NAND TLC già presenti nei Crucial MX300.

Tuttavia, per i suoi MX500, Crucial ha adottato memorie che sfruttano un die a 256 Gbit di nuova generazione. Infatti, il nuovo die – cioè la sottile piastrina che funge da semiconduttore nei circuiti integrati – ha delle dimensioni fisiche inferiori del 30% rispetto alla prima generazione.

Potrebbe sembrarti un’innovazione da poco, eppure questa piccola novità ha permesso di ottenere più die per ogni circuito integrato e quindi di ridurre i costi.

Insomma, si tratta di un avanzamento tecnologico che migliora il funzionamento di un SSD e contemporaneamente ne abbassa i costi. Se ci pensi, è questo il compito che ogni nuova tecnologia si trova ad assolvere.

SSD Crucial MX500 - rear

Crucial MX500: sguardo sulle prestazioni

Il dato sulla velocità in lettura e scrittura è in linea con gli SSD di fascia alta e migliora il già ottimo dato degli MX300. Infatti, se in scrittura gli MX500 raggiungono i 512 MB/s, in lettura arrivano facilmente ai 560 MB/s.

Ma ciò che sorprende davvero è il valore relativo alle IOPS. Si tratta di un acronimo che sta per Input/Output Operations per Second e, come avrai intuito, indica la reale velocità dell’SSD misurando l’impatto sull’esperienza di utilizzo.

In lettura casuale, il Crucial MX500 supera le 9000 e arriva quasi a toccare le 10000 IOPS. È un salto straordinario rispetto alle 7000 IOPS del Crucial MX300. Grazie a dei valori del genere, il nuovo prodotto dell’azienda americana arriva ai livelli del Samsung 850 EVO.

È vero che, con dei carichi più pesanti, il gap fra i due prodotti rimane considerevole, ma non si può negare l’enorme passo avanti fatto dagli MX500. Se non altro, nonostante il gap di prestazioni, il nuovo SSD di Crucial risolve il problema della leggera latenza durante l’uso pesante, presente nella precedente serie MX e nei BX300.

Non soltanto gli MX500 si dimostrano dei validi sostituti dei Crucial MX300, ma finalmente offrono delle performance generali in linea con i Samsung 850 EVO. Il dato più sorprendente è che hanno un prezzo in linea se non inferiore rispetto agli MX300!

SSD Crucial MX500 - misure

Oltre all’hardware: Crucial MX500 e features

L’hardware dei nuovi SSD di Crucial è accompagnato da un notevole corredo di features che mirano essenzialmente a ottimizzare le performance degli MX500. Ecco le principali funzionalità:

  • SED e FDE. Si tratta di self-encrypting drivefull disk encription, due tecnologie che gestiscono la crittografia del drive. SED e FDE agiscono sempre in background, ma dovrai abilitare il comando ATA Security dal BIOS di sistema per potertene avvantaggiare al meglio.
  • DWA, cioè la data write acceleration. È una funzionalità interessantissima per quello che permette di fare. In pratica, gli MX500 usano un buffer SLC (single level cell) per aumentare le prestazioni delle memorie NAND TLC. Crucial utilizza un buffer dinamico che diminuisce o aumenta a seconda dei dati archiviati sulla memoria.
  • Momentum Cache. Questa feature usa una piccola parte della memoria come se fosse la cache di sistema. In questo modo, prima di raggiungere l’SSD, i dati vengono sequenziati nella cache con il risultato di aumentare le prestazioni.

Oltre a queste funzionalità, Crucial ha dotato i suoi MX500 anche di due software che aiutano a gestire il funzionamento dell’unità a stato solido. Uno è Storage Executive, grazie al quale potrai monitorare e manutenere l’SSD. L’altro è Acronis True Image HD, presente anche negli MX300, utile per clonare i dischi e copiarli automaticamente nell’SSD.

SSD Crucial MX500 - overview

Contenuto della scatola e garanzia

La dotazione è praticamente la stessa dei Crucial Mx300 e comprende:

  • SSD Crucial MX500;
  • distanziatore da 7 mm a 9,5 mm, utile ad adattare l’SSD agli alloggiamenti dei drive da 3,5 pollici;
  • licenza per Acronis True Image HD;
  • manuale utente.

Crucial offre una garanzia di ben 5 anni, identica quindi a quella del Samsung 850 EVO. Tuttavia, la resistenza dell’MX500 è maggiore rispetto al suo competitor.

Infatti, per esempio potrai scrivere 700 TB sull’unità da 2 TB prima di oltrepassare la copertura della garanzia, cioè più del doppio rispetto all’850 EVO. Per i modelli a capacità inferiore il gap diminuisce, ma comunque Crucial è davanti a Samsung.

SSD Crucial MX500: 250 GB
1.036 Recensioni

Conclusioni

Si tratta di un grandissimo ritorno di Crucial nel mercato degli SSD. I nuovi MX500 riescono a imporsi perché a un costo inferiore persino ai vecchi MX300 uniscono delle prestazioni decisamente migliori e un’affidabilità superiore al leader del settore.

La ricerca di Micron sulle memorie NAND 3D ha senza dubbio dato i suoi frutti, portando allo sviluppo di un SSD che molto probabilmente è il must-buy del 2018, ancora più che in passato per quanto riguarda i prodotti Crucial.

Se vuoi confrontare gli MX500 con altre unità a stato solido, leggi la mia guida sui migliori SSD!

Sommario
Data
Oggetto recensito
SSD Crucial MX500
Punteggio
51star1star1star1star1star

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here