Cos’è un ISP?

ISP è un acronimo che significa Internet Service Provider o, in italiano, fornitore di servizi Internet.

L’espressione indica, nelle telecomunicazioni, un’infrastruttura o un’organizzazione che offre vari servizi collegati a Internet e alla navigazione nel World Wide Web.

Esistono diversi tipi di ISP, così come diversi sono i servizi che offrono.

Vediamo quali sono! 😉

Cos'è un ISP?

Tipi di Internet Service Provider

Se oggi pensi a un ISP, la mente va a colossi come Tim, Vodafone, Wind Tre o Iliad. Tuttavia, le cose non sono sempre andate così e, fino all’inizio degli anni 2000, c’erano molti più soggetti.

Spesso di piccole dimensioni, questi ISP sono stati via via ristrutturati o acquisiti dai grandi operatori delle telecomunicazioni.

Per tale ragione, negli ultimi anni a offrire i servizi che consentono l’accesso a Internet sono proprio questi ultimi.

Quando pensi di fare un abbonamento fibra – in passato era l’ADSL – o di acquistare una SIM con un piano dati, avrai comunque a che fare con un ISP.

Da questo punto di vista, gli ISP vengono classificati in due sottogruppi:

  • ISP di primo livello, più importanti e con una maggiore larghezza di banda, sono anche proprietari degli impianti di rete;
  • ISP di secondo livello, subordinati a quelli di primo livello, sono provider che forniscono ai loro clienti servizi ottenuti dagli ISP superiori.

Nello specifico, se i primi sono detti anche NSP o Network Service Provider, i secondi vengono definiti IAP o Internet Access Provider. E la differenza è chiara.

Da un lato hai dei soggetti che gestiscono e forniscono i servizi relativi alle reti (come Internet). Dall’altro, invece, ci sono i soggetti che offrono l’accesso a Internet. 😉

Peraltro, se vuoi scoprire qual è il tuo ISP puoi digitare su Google “what is my ISP” o andare direttamente sul sito What is my ISP.

Quali servizi offre un ISP?

Oltre all’accesso alla rete e al World Wide Web, quasi tutti gli ISP forniscono anche servizi dedicati all’esperienza dei loro utenti su Internet.

Il più importante fra questi è senza dubbio la gestione di un dominio, con i servizi di web hosting e gli IP dedicati. In questo modo, gli utenti possono sviluppare e mantenere nel tempo le proprie pagine web.

Oltre al dominio, però, gli ISP si occupano anche di:

  • fornire caselle email tradizionali e di posta elettronica certificata;
  • archiviare immagini, musica, documenti e file in genere tramite servizi di cloud;
  • usufruire di servizi di streaming;
  • fornire software antivirus e firewall che aumentino la sicurezza degli utenti durante la navigazione.

Conclusioni

Come hai visto, il concetto di ISP è uno di quelli con cui abbiamo a che fare ogni giorno ma di cui non si parla tanto spesso.

In realtà, gli Internet Service Provider svolgono una funzione fondamentale in un mondo così connesso come il nostro. Non solo permettono l’accesso a Internet, ma rendono l’esperienza di navigazione più fluida, intuitiva e sicura.

Dopo aver scelto il tuo ISP, dovrai pensare anche a un modem che materialmente ti connetta a Internet e a un router che permetta il collegamento dei tuoi dispositivi.

A questo proposito, qui trovi le guide dedicate ai migliori:

Per qualsiasi dubbio, invece, scrivi pure un commento qui sotto! 😉

Articolo precedenteCos’è il codec H.265?
Articolo successivoCosa sono gli RPM?
CEO & Founder di www.robadainformatici.it, vivo l'informatica come una passione. Di giorno aiuto le persone a sfruttare la tecnologia a proprio favore, nel tempo libero condivido queste fantastiche conoscenze in questo spazio, con il resto della rete.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui