Cos’è il codec H.265?

Il codec H.265 è lo standard internazionale di compressione video più recente oggi disponibile, ed è il diretto successore del codec H.264.

Conosciuto come HEVC, ovvero High Efficiency Video Coding, è stato sviluppato da MPEG (Moving Picture Experts Group) e da VCEG (Video Coding Experts Group). Le sue specifiche sono state introdotte nel 2013.

Cerchiamo di capire allora quali sono le caratteristiche del codec H.265 e i vantaggi rispetto allo standard precedente! 😉

Cos'è il codec H.265?

Codec H.265: quali sono i vantaggi?

Letteralmente, la sigla HEVC vuol dire codifica video ad alta efficienza, una definizione che identifica bene quali sono le novità del codec H.265.

Il gruppo JCT-VC, formato da MPEG e VCEG, lo ha sviluppato per superare alcuni limiti del codec H.264 soprattutto nella riproduzione di video in streaming.

Rispetto alla versione precedente, infatti, HEVC garantisce un rapporto di compressione praticamente doppio che non comporta perdite di qualità video.

Cosa vuol dire? Che con pari qualità un file compresso e decompresso con il codec H.265 peserà la metà di un file prodotto con il codec H.264.

Di conseguenza, sarà possibile:

  • riprodurre file senza che il bit rate aumenti vertiginosamente;
  • permettere la riproduzione di contenuti in 4K tramite lo streaming, e non solo su supporti fisici;
  • aprire la strada alla risoluzione 8K, che già si sta lentamente diffondendo.

La rivoluzione del codec H.265 non riguarda però soltanto lo streaming, ma anche la TV e la trasmissione dei canali sul digitale terrestre.

Svantaggi del codec H.265: quali sono?

A questi vantaggi, che ne hanno sancito il successo negli ultimi anni, fanno da contraltare alcuni altrettanto evidenti svantaggi.

Il principale riguarda la diffusione del codec o, meglio, di dispositivi di cattura in grado di produrre video che utilizzano HEVC.

Prendi per esempio il settore delle videocamere di sorveglianza. Se con le riprese occupi spazio sul cloud o su una microSD, c’è una gran differenza fra i video registrati usando H.264 oppure realizzati con H.265.

Lo spazio occupato sul tuo supporto raddoppierà o si dimezzerà a seconda del codec che utilizzi. E lo svantaggio sta proprio qui: spesso le telecamere IP economiche non integrano il codec più recente ma la versione precedente.

Da una parte quindi potrai risparmiare sul prezzo di vendita ma, dall’altra, dovrai mettere in conto una spesa per un servizio cloud o una microSD capiente. Per quanto possa essere irrisoria, va comunque considerata. 🙂

Per farti un esempio:

Conclusioni

Come hai visto, l’introduzione del codec HEVC o H.265 ha rivoluzionato il mondo dei contenuti video.

Non solo ha permesso di ridurre le dimensioni a parità di qualità, ma ha anche reso possibile lo streaming di file di grandi dimensioni. 🙂

I vantaggi rispetto alla versione precedente sono molteplici e superano senza dubbio lo svantaggio dovuto al costo più alto dei dispositivi che usano H.265.

Almeno, in attesa del codec H.266. 🙂

Articolo precedenteCos’è il DHCP?
Articolo successivoCos’è un ISP?
CEO & Founder di www.robadainformatici.it, vivo l'informatica come una passione. Di giorno aiuto le persone a sfruttare la tecnologia a proprio favore, nel tempo libero condivido queste fantastiche conoscenze in questo spazio, con il resto della rete.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui