Home » Guide e Tutorial » Raffreddare il PC portatile e abbassare la temperatura della CPU

Raffreddare il PC portatile e abbassare la temperatura della CPU

Sapere come raffreddare il PC portatile quando le ventole di raffreddamento iniziano a diventare parecchio rumorose, non è cosa semplicissima.

I componenti come ben sai, sono molto fragili e sofisticati e potrebbero facilmente danneggiarsi a causa di azioni improvvise.

Sicuramente ti sarai accorto anche tu, che ultimamente il tuo notebook è diventato parecchio rumoroso e bollente.

Quando il tuo notebook inizia a surriscaldarsi troppo, vi è sempre un motivo alla base, che spesso va oltre al semplice aumento della temperatura atmosferica durante le stagioni.

Avere un computer portatile che si surriscalda, può creare problemi irreparabili all’hardware, rendendo anche impossibile l’accensione.

Per ovviare a questo problema e riuscire correttamente nell’intento di raffreddare il PC portatile, ci sono vari modi che scoprirai nel corso dell’articolo.

Come raffreddare il PC portatile

Come raffreddare il PC portatile

Quando ti accorgi che il tuo portatile sta emettendo un ronzio sempre più forte con il passare dei giorni, probabilmente qualcosa sta accadendo, e non è sempre dovuto all’aumento della temperatura.

Spesso questi problemi sono generati dalla scarsa manutenzione del tuo PC portatile, ed ora urge apportare alcuni miglioramenti affinché torni a raffreddarsi correttamente ed a mantenere una temperatura stabile.

Possibili cause

Per poter raffreddare il PC portatile al meglio, bisogna prima capire e conoscere le cause del surriscaldamento, e nella maggior parte dei casi il problema è dovuto a:

  • Polvere e sporcizia all’interno delle ventole e dissipatori
  • Base d’appoggio del tuo notebook surriscaldato
  • Software che divorano la CPU mandandola al 100%
  • Computer e hardware non aggiornato

Sono quattro semplici punti, ma da essi può dipendere il raffreddamento del tuo computer, ed ora analizziamoli assieme e vediamo come procedere, in base ad ogni situazione:

Rimuovere la sporcizia dalle ventole e dissipatori

Quando si utilizza il proprio computer portatile in stanze dove spesso sono aperte le finestre, capita che dopo tempo le ventole di raffreddamento ed i dissipatori posti all’interno si riempiano di polvere.

La polvere appesantisce le ventole e nei casi più estremi può arrivare fino a tappare i punti di accesso e di fuoriuscita dell’aria.

Come raffreddare il PC portatile

Quando tutti condotti per il raffreddamento sono tappati, la temperatura del processore e degli altri componenti, inizia a crescere a dismisura, con il conseguente aumento della rotazione delle fan, che invano tentano di recuperare più aria fresca possibile.

Rimuovere la sporcizia dalle ventole e dai dissipatori è molto facile e lo potrai fare in piccoli step.

Per prima cosa dovrai aprire il tuo computer portatile sul retro, nel caso non lo sapessi fare ti consiglio di cercare in rete qualche video che ti spieghi bene come farlo, in modo tale da evitare di danneggiare qualche parte.

Una volta che avrai aperto il tuo notebook, potrai notare la ventola di raffreddamento della CPU, che sicuramente sarà sporca ed intasata di polvere.

Per pulire tutto ciò, ti consiglio di utilizzare dell’aria compressa in bomboletta, oppure se lo hai a disposizione quella di un compressore, facendo attenzione a non esagerare con la forza del getto d’aria. Quando effettui questa operazione ti consiglio di essere in un luogo aperto, poiché uscirà parecchia polvere.

Rimossi i cumuli di polvere più grossi, tocca alla parte più fine, utilizzando un pennello con setole naturali dovrai spazzolare per bene tutte le ventole e le parti ancora sporche.

Mentre utilizzi il pennello, puoi aiutarti con un aspirapolvere per raccogliere lo sporco spazzolato.

Dopo aver eseguito con cura tutte queste operazioni, potrai constatare te stesso che il computer non sarà più così rumoroso

Base d’appoggio del tuo notebook

Avrai notato anche tu, che mentre utilizzi il tuo computer portatile, tende a scaldarsi parecchio su uno dei lati.

Ciò accade perché in quel punto vi è il dissipatore della ventola della CPU e poco vicino il processore stesso.

Quando viene appoggiato sul piano della tua scrivania, il calore aumenta sempre più, poiché l’aria fresca non basta per raffreddare il tuo PC portatile, soprattutto nei mesi più caldi dell’anno.

Ovviare a questo problema è molto semplice, poiché esistono in commercio delle basi di raffreddamento per notebook, le quali possiedono delle ventole in grado di controllare la temperatura del PC portatile e mantenerla costante.

Come raffreddare il PC portatile

Il loro funzionamento è molto semplice, poiché la maggior parte di questi supporti si alimentano con la porta USB del computer, e mantenendo il pc sollevato di qualche millimetro, riescono a creare un cuscinetto di aria fresca in ricircolo, in grado di raffreddare meglio il pc.

Costano pochissimo, e sono in grado di aumentare la durata della vita del tuo notebook.

Ti consiglio di acquistarne una abbastanza potente per riuscire a raffreddare il tuo PC portatile, più la tua stanza è calda e più dovrai raffreddare.

Fai attenzione, poiché un’elevata temperatura del processore, può danneggiare esso e la scheda madre.

Terminare i processi che divorano la CPU

Spesso quando il pc è infestato da virus oppure certi software vanno in crash, iniziano a generare dei processi in grado di far lavorare il processore del tuo notebook fino al 100% delle sue possibilità.

Questo problema, lo si può notare facilmente, nel momento in cui utilizzandolo appare parecchio appesantito e lentissimo nel caricare qualsiasi programma, anche nel caricare le pagine web.

Un processore costantemente al 100% di carico, genera parecchio calore ed un consumo di corrente elettrica altissimo, ed urge riparare il sistema operativo.

Per poter analizzare questo problema e successivamente risolverlo, bisogna ricorrere al tool Gestione attività di Windows.

Potrai aprire facilmente il Gestione Attività, facendo click con il tasto destro del mouse sulla barra delle applicazioni di Windows e cliccare successivamente sul menù “Gestione attività”.

Una volta aperta la finestra, potrai notare che il tuo processore è sotto sforzo, nel caso vi fossero realmente problematiche su alcuni software o componenti del sistema operativo.

Trovato il processo che si mangia tutte le prestazioni del tuo computer portatile, ti basterà cliccarvi sopra con il tasto destro, e scegliere “Termina processo“.

Puoi vedere spiegato meglio questo step, alla guida specifica per terminare i processi di Windows.

Come raffreddare il PC portatile

Se pensi che il tuo sistema operativo, possa avere qualche problema e necessiti di una bella ripulita (cosa che va fatta abitualmente), ti riporto le nostre guide, scritte appositamente per portare tutti quei piccoli miglioramenti, per rendere il tuo Windows veloce ed affidabile.

Applicate queste migliorie potrai tranquillamente notare che, sarai riuscito a raffreddare il tuo pc portatile.

Il consiglio che ti posso dare, è quello di mantenere il tuo computer sempre al meglio della forma applicando le piccole correzioni che hai applicato poco fa.

Aggiornare il proprio sistema operativo e l’hardware

Spesso il sistema operativo del tuo computer portatile necessita di essere aggiornato.

Aggiornare un notebook ed il suo sistema operativo, fa parte di una di quelle piccole faccende, che aiutano a mantenerlo sicuro dai malintenzionati ed a fornire a Windows tutte quelle piccole correzioni che aiutano ad eseguire con minori risorse i software e l’O.S. stesso.

Per aggiornare il tuo sistema operativo Windows, ti basterà ricorrere al famoso Windows Update.

Invece per aggiornare i componenti hardware e riuscire nell’intento di raffreddare il PC portatile, dovrei trovare direttamente i pacchetti da installare sul sito ufficiale del produttore del tuo notebook.

Sotto al tuo PC, troverai sicuramente una targhetta con indicato il modello, scrivilo su internet e sono sicuro che troverai tutto il materiale che cerchi.

Conclusioni

Sono sicuro che dopo aver apportare tutte queste migliorie al tuo sistema operativo ed all’hardware, sarai riuscito a raffreddare il tuo PC portatile.

Nel caso le ventole continuino ancora a roteare al massimo della velocità, ed il calore sviluppato rimanga invariato, ti consiglio di far verificare i componenti ad una persona competente.

Può verificarsi anche il caso che la pasta termica posta sulla CPU del tuo notebook, si stia seccando e che il dissipatore non riesca a trasferire all’esterno il calore generato dallo sforzo.

Sommario
Come raffreddare il PC portatile
Nome Articolo
Come raffreddare il PC portatile
Descrizione
Scopri come raffreddare il PC portatile. Se il tuo computer è diventato rumoroso e bollente, in pochi passi riuscirai a risolvere il tuo problema.
Autore
Editore
Roba Da Informatici
Logo Editore

About Matteo Zigliani

Ciao sono Matteo, piacere di conoscerti. Durante la giornata passo il mio tempo a pensare come l'informatica potrebbe migliorare ulteriormente la vita delle persone, mentre nel tempo libero passo il mio tempo a condividerle in questo spazio e con il resto della rete.

Guarda anche

Avviare un servizio su Windows

Avviare un servizio su Windows

Come avviare un servizio su Windows, non è un’operazione facile se non si sa come …

Disattivare gli aggiornamenti su Windows 10 definitivamente

Disattivare gli aggiornamenti su Windows 10 definitivamente

Riuscire a disabilitare gli aggiornamenti su Windows 10, non è cosa da poco. Quando sia …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *