HomeGuide e TutorialAuricolari true wireless - Come funzionano?

Auricolari true wireless – Come funzionano?

Anche se vengono ancora inclusi nelle confezioni di alcuni smartphone, da diverso tempo ormai gli auricolari con filo non sono più i preferiti per ascoltare musica in movimento.

I problemi legati al cavo – che si attorciglia o spesso dà fastidio – e un comfort non proprio all’altezza già li rendevano scomodi. Tuttavia, è dall’avvento delle cuffie wireless che ormai non rappresentano più la prima opzione da considerare.

A oggi, se vuoi ascoltare musica mentre sei in viaggio o ti muovi per casa è quasi naturale scegliere delle cuffie Bluetooth, magari on-ear oppure over-ear.

Negli ultimi anni, poi, si sono affermati anche gli auricolari true wireless, o auricolari TWS. Sono piccoli, portatili e comodi da utilizzare per tutto il giorno.

Ma come funzionano? Scoprilo nella guida completa! 😉

Auricolari true wireless - Come funzionano?

Cosa sono le cuffie true wireless?

Per dirla in breve, gli auricolari Bluetooth true wireless sono l’evoluzione dei tradizionali auricolari con filo. Solo che non hanno alcun filo a collegarli con il dispositivo sorgente.

Da questo semplice punto di vista, si differenziano:

Sono dispositivi piccoli (attenzione a non perderli!) e che puoi portare in giro facilmente, pronti a essere usati o riposti nella custodia di ricarica.

Per queste loro caratteristiche, negli anni hanno via via sostituito le cuffie Bluetooth. Senza peraltro dimenticare il fatto che di solito funzionano meglio anche nelle telefonate. 😉

Avrai notato che li ho definiti anche “auricolari Bluetooth”, e c’è una buona ragione. Vediamola subito!

Come funzionano gli auricolari Bluetooth?

La tecnologia che permette il funzionamento degli auricolari TWS è il Bluetooth, ovvero una tipologia di trasmissione wireless.

In teoria, questi dispositivi si collegano allo stesso modo in cui puoi collegare delle cuffie, o un mouse, o qualsiasi altro Bluetooth device.

La procedura di pairing permette infatti di connettere un dispositivo master e un dispositivo slave sulle frequenze che vanno da 2.402 a 2.480 GHz.

Ma allora cosa distingue gli auricolari TWS da tutte le altre cuffie Bluetooth? Anche solo con un’occhiata, noterai che non ci sono cavi che collegano i vari modelli nè con una sorgente né fra di loro.

E il segreto sta proprio qui. 🙂

TWS è un acronimo che sta per True Wireless Stereo, e identifica una tecnologia che sfrutta il Bluetooth:

  • per la connessione allo smartphone, al laptop o al computer;
  • per la connessione fra i due auricolari.

Come potrai renderti conto con qualsiasi modello, gli auricolari TWS riescono a fare a meno dei cavi differenziando i compiti per ciascuno dei due auricolari.

Quello primario infatti funge da master:

  • da una parte, si collega alla sorgente tramite Bluetooth;
  • dall’altra parte, funge da ponte fra la fonte del segnale e l’altro auricolare, quello secondario.

Gestire il collegamento vuol dire quindi operare per compensare i ritardi nel segnale, che poi risultano nella latenza, e fare un lavoro continuo di invio e ricezione dei dati.

Grazie alla tecnologia true wireless, questi dispositivi riescono quindi a sincronizzare l’audio fra i due auricolari e limitare anche i ritardi di trasmissione con la sorgente.

In questo modo, è possibile fare a meno dei fili ma ottenere comunque una buona qualità del suono e la comodità nell’utilizzo anche prolungato.

Insomma: dimentica il caldo e il sudore dei modelli circumaurali e sovraurali. 🙂

Auricolari true wireless o cuffie Bluetooth?

Da quello che hai potuto leggere fin qui, sembra che gli auricolari TWS migliorino in tutto e per tutto non soltanto i vecchi modelli a filo ma anche le cuffie Bluetooth.

In realtà, ciò non è del tutto vero, e ciascuna di queste tipologie ha i suoi vantaggi e svantaggi.

Partendo dalle caratteristiche che condividono, sia gli auricolari true wireless sia le cuffie Bluetooth:

  • utilizzano il Bluetooth per collegarsi ad altri dispositivi;
  • sono in grado di riprodurre audio anche di alta qualità;
  • utilizzano batterie ricaricabili integrate.

Qui però le somiglianze si fermano.

Le cuffie Bluetooth, infatti, offrono un’autonomia più alta e riescono anche a fornire un isolamento acustico passivo, al netto della presenza di ANC o meno.

Tuttavia, compensano questi aspetti con un maggiore ingombro e una qualità in chiamata che non sempre raggiunge la sufficienza.

Per intenderci, un modello come Sennheiser HD 450BT già offre delle performance decenti durante le chiamate.

Altri più economici, per esempio le Philips H4205BK/00, sfiorano delle prestazioni accettabili soltanto in ambienti chiusi e silenziosi.

Al contrario, gli auricolari true wireless sono più piccoli anche considerando la custodia di ricarica, e risultano quindi facilmente trasportabili. In pratica, non avrai bisogno di uno zaino ma nella maggior parte dei casi potrai portarli in tasca. 🙂

Inoltre, già da modelli di fascia medio-bassa come le Soundcore Life P2 di Anker puoi aspettarti una qualità delle chiamate decisamente superiore.

Certo, per avere anche una tecnologia di cancellazione attiva dei rumori ambientali dovrai spendere un po’ di più. Si tratta comunque di modelli pensati per esigenze diverse.

Laddove però le cuffie true wireless non raggiungono la stabilità delle cuffie Bluetooth è proprio nella trasmissione del segnale.

Le normali cuffie Bluetooth, infatti, funzionano come semplice dispositivo slave. La connessione avviene una volta, e questo permette di ottenere un segnale più stabile anche in presenza di interferenze.

Al fine di eliminare i cavi, invece, gli auricolari TWS hanno optato per una doppia connessione Bluetooth. La prima è fra i due auricolari, la seconda tra l’auricolare principale e la sorgente audio.

Ciò vuol dire che, nel caso tu stia attraversando o ti trovi in un ambiente con molte interferenze, ne risentiranno:

  • sincronizzazione dei due auricolari;
  • connessione con lo smartphone;
  • qualità di riproduzione, soggetta magari a interruzioni continue.

Conclusioni

Come hai visto, grazie a una tecnologia come il True Wireless Stereo, è stato finalmente possibile disfarsi dei fili dei vecchi auricolari.

Ovviamente, c’è ancora strada per raggiungere la perfezione, ma già per esempio il Bluetooth 5.0 ha permesso di ridurre le latenze e quindi migliorare la riproduzione.

Per il resto, come dico spesso il dispositivo perfetto non esiste, ma è quello che meglio si adatta alle tue esigenze.

Se hai bisogno di un paio di cuffie Bluetooth che avvolgano completamente il tuo orecchio e offrano un’autonomia maggiore, allora puoi scegliere un modello over-ear o on-ear.

Al contrario, se prediligi la praticità e la portabilità, o vuoi un modello che sappia comportarsi meglio durante le telefonate, la scelta sarà orientata verso gli auricolari TWS.

Spero che questa guida ti abbia mostrato come funzionano gli auricolari true wireless. Se però avessi ancora qualche dubbio, scrivilo nei commenti e ti risponderò cercando di risolverlo! 😉

Matteo Zigliani
Matteo Ziglianihttps://robadainformatici.it
CEO & Founder di www.robadainformatici.it, vivo l'informatica come una passione. Di giorno aiuto le persone a sfruttare la tecnologia a proprio favore, nel tempo libero condivido queste fantastiche conoscenze in questo spazio, con il resto della rete.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui

CIAO IO SONO MATTEO!

Creativo, appassionato e divoratore di qualsiasi novità; così descrivo al meglio la mia persona.
Da più di 10 anni mi occupo di informatica, collaboro con persone ed aziende per trovare ogni giorno soluzioni che migliorino la convivenza tra uomo e computer. Sin da piccolo ho sempre nutrito una forte passione per questo mondo, e non vedo l'ora di raccontare tutte le mie esperienze a te! ;-)

SEGUIMI ANCHE SUI SOCIAL! =>

Unisciti a più di 5.000 iscritti!

Da anni Roba da Informatici è un portale dedicato al mondo tech e siamo orgogliosi di aver aiutato più di 10 milioni di persone con i nostri articoli, recensioni e tutorial.

Entra anche tu a farne parte!
Riceverai contenuti premium, News dal mondo tech e tanto altro ancora.



Nuovi da leggere!

WD Black SN850 SSD - Recensione completa

WD Black SN850 SSD – Recensione completa

0
Gli SSD WD Black SN850 sono i successori della già apprezzata serie Black SN750. Rispetto a questi ultimi, le novità sono ovviamente il supporto...