Cos’è un pannello VA?

VA è un acronimo il cui significato è Vertical Alignment, tradotto come allineamento verticale. Si riferisce a una delle tecnologie utilizzate per realizzare il pannello di un monitor.

I monitor VA rappresentano, in breve, una sorta di via di mezzo fra quelli TN e quelli IPS. Ne conservano alcune caratteristiche ma sono indicati per un utilizzo specifico.

Vediamo allora come funziona un pannello VA, quali sono i pro e i contro e per cosa conviene sceglierlo! 😉

Cos'è un pannello VA?

Come funziona un monitor VA?

Come avviene per i pannelli TN e IPS, anche per i monitor VA un indizio sul funzionamento ci viene dato dalla loro stessa denominazione.

Infatti, quando non sono attraversati da una corrente i cristalli liquidi e le celle si dispongono in modo verticale fra le due lastre di vetro che formano lo schermo.

Vertical Alignment, appunto. 🙂

Ciò porta a due conseguenze:

  • la retroilluminazione non passa fra i cristalli liquidi;
  • lo schermo visualizzato è nero.

Nel momento in cui viene applicata una corrente elettrica, le celle a cristalli liquidi assumono una posizione orizzontale e di fatto consentono il passaggio della retroilluminazione, producendo il bianco.

La tecnologia è abbastanza simile a quella che anima i monitor IPS. Se però in quest’ultimo caso i cristalli liquidi ruotano rimanendo paralleli al display, nei pannelli VA i cristalli liquidi ruotano perpendicolarmente rispetto allo strato di vetro.

Pannello VA: pro e contro

Il funzionamento di un monitor VA, come descritto nel paragrafo precedente, si traduce in caratteristiche visive ben definite.

Per spiegare bene la riproduzione delle immagini dei pannelli VA, si dice che si posizionano fra i monitor TN e quelli IPS. Infatti hanno:

  • una gamma di colori simile agli IPS, benché leggermente inferiore;
  • angoli di visione superiori ai TN che quasi arrivano a quelli degli IPS;
  • tempi di risposta assimilabili ai monitor IPS;
  • frequenze di aggiornamento inferiori ai monitor TN.

Dove tuttavia i monitor VA eccellono è nei rapporti di contrasto. I migliori monitor IPS e TN possono arrivare a 1000:1, ma non è raro vedere pannelli con tecnologia VA che raddoppiano o triplicano quel valore.

Alcuni vanno addirittura oltre. 😉

Perché scegliere un monitor VA?

Da quanto abbiamo visto finora, è lecito chiedersi per quali scopi scegliere un monitor VA in una configurazione. D’altronde, i pannelli di questo tipo sono sempre più diffusi sia per l’uso quotidiano di un computer sia per il gaming.

In realtà, per quanto riguarda le normali operazioni – navigazione, lavoro, scrittura – i monitor VA vanno benissimo tanto quanto quelli TN e IPS.

Tuttavia, non sono indicati per il gaming competitivo e non sono perfetti per l’editing di immagini e video. Risulteranno tuttavia più che sufficienti per il normale gaming e il semplice editing. 🙂

Dove però i pannelli VA brillano è nella riproduzione di contenuti multimediali, soprattutto grazie a:

  • resa cromatica simile ai monitor IPS;
  • contrasto superiore alle altre tipologie di monitor LCD.

Con colori più vividi e neri più profondi, un monitor VA sarà perfetto per un uso multimediale e per vedere film e serie TV, video e foto.

Conclusioni

I monitor VA sono una gradita aggiunta al parco – già popolato, a essere sinceri – dei monitor per PC. 🙂

Come per le alternative TN e IPS, anche i pannelli VA hanno pregi e difetti che li rendono adatti a particolari utilizzi piuttosto che ad altri.

Se vuoi approfondire le differenze fra le tre tipologie, ti consiglio la mia guida dedicata all’argomento. Se invece stai già valutando di acquistare un nuovo monitor per il tuo computer, qui trovi le guide su:

Per qualsiasi dubbio, invece, scrivi pure un commento qui sotto! 😉

Articolo precedenteCos’è la rete WAN?
Articolo successivoCos’è il SoC o System on a Chip?
CEO & Founder di www.robadainformatici.it, vivo l'informatica come una passione. Di giorno aiuto le persone a sfruttare la tecnologia a proprio favore, nel tempo libero condivido queste fantastiche conoscenze in questo spazio, con il resto della rete.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui