Home » Recensioni » Audio e Hi-Fi » Cuffie » Marshall Major II – Recensione completa

Marshall Major II – Recensione completa

Marshall Major II è la cuffia bluetooth del celeberrimo marchio inglese di amplificatori per chitarra che sto per presentarti in ogni suo dettaglio.

Come già saprai, non solo esiste una colonna sonora per ogni occasione ma anche un modo opportuno di ascoltarla al meglio.

Le possibilità dell’uomo moderno di sintonizzarsi sulle note della sua musica preferita non si contano veramente più.

Mentre sei al computer, a casa, in compagnia di amici o in macchina. Ogni occasione ha un modo di ascoltare da preferirgli.

Queste Marshall delle quali sto per parlarti a fondo, sono cuffie senza fili veramente di tendenza, utilissime quando deciderai di uscire a fare due passi.

Nella scelta di una cuffia outdoor, molti acquirenti prima di te si sono imbattuti nel difficile compromesso tra estetica e sonorità.

Non è semplice trovare un headset senza fili, bello da vedersi e comodo da indossare, che riesca anche a riprodurre decentemente le nostre playlist preferite.

Come si sono comportate le Major II a riguardo? Beh continua a leggere e lo scoprirai quanto prima!

Marshall Major II - Recensione completa

Marshall Major II – La recensione completa

Le Marshall Major II sono cuffie sovraurali ideate per l’ascolto della tua musica specialmente in outdoor.

Puoi già sbirciare la scheda prodotto a questo link su Amazon. 😉

Sono particolarmente adatte ad essere utilizzate con dispositivi mobili quali smartphone e tablet.

Con questo modello non avrai alcun problema di compatibilità, sia che utilizzi dispositivi Android, Apple o qualunque altro sistema operativo.

Le Major II nascono infatti come modello universale per l’ascolto musicale quando si è fuori casa.

In questo caso la Marshall ha messo sul mercato una cuffia bluetooth con un occhio di riguardo alla linea streetwear e alla longevità della batteria.

Difficile pensare a questo modello di headset indossato mentre sei chiuso in casa attaccato al PC.

Ovviamente nulla ti vieta di farlo, ma per quest’utilizzo ci sono cuffie più indicate.

Le Marshall Major II esprimono in pieno tutto il fascino della casa produttrice londinese fondata da Jim Marshall.

Se negli ultimi 50 anni non ne avessi ancora sentito parlare, si tratta dello storico brand di amplificatori per chitarra attivo sin dagli anni 60.

Parliamo quindi di un’icona a livello mondiale nella musica strumentale, specialmente quella amplificata dal vivo.

Se anche tu sei alla ricerca di una cuffia che esprima l’importanza che ha la musica nel tuo lifestyle, eccoti subito accontentato.

Preparati perché la cuffia che sto per recensire per te si potrebbe rivelare l’accessorio adatto a completare molti outfit per un urban lifestyle.

Marshall Major II - Recensione completa

Marshall Major II – Il design

Le Marshall Major II sono cuffie a padiglione di tipo sovraurale.

La caratteristica principale del modello è quella di ricoprire il tuo orecchio esercitandoci sopra una lieve pressione.


 

Ti faccio notare che il padiglione non contiene tutto l’orecchio dentro di se, ma vi si appoggia sopra.

Tutto questo influirà poi sull’isolamento della cuffia, che sarà minore rispetto ad un modello da studio.

La particolarità di queste cuffie è del tutto giocata sull’aspetto estetico piuttosto caratteristico e alla moda.

Il produttore ha costruito le parti di queste cuffie non in pelle, ma con una plastica molto resistente.

L’archetto è completamente imbottito in pelle, contraddistinto da una piacevole morbidezza adatta a garantirti un piacevole comfort una volta indossate.

Anche l’imbottitura dei due padiglioni è stata fabbricata utilizzando una pelle della stessa tipologia e colore.

L’impiego di questo materiale da costruzione favorisce non poco l’isolamento acustico dall’ambiente circostante mentre sarai all’ascolto.

In caso di usura col tempo, potrai acquistare dal produttore i cuscinetti di ricambio da sostituire ai padiglioni.

Taglia e regolazione

Le Marshall Major II sono disponibili in un modello a taglia unica.

E’ però possibile regolarne l’estensione tramite un sottile archetto metallico posto tra i padiglioni e l’archetto principale.

Come ti ho già accennato poco più sopra, i padiglioni delle Major II tendono per costruzione a toccarsi tra loro.

Quando le indosserai, sentirai esercitare una leggera pressione all’altezza dei lobi.

E’ importante quindi riuscire a regolarle alla perfezione per una corretta ergonomia con la propria testa.

Con l’utilizzo frequente questa caratteristica tende a scomparire e le cuffie si adatteranno al meglio alla posizione desiderata.

Ti potrà tornare utile, specie nel primo periodo di utilizzo, separare forzatamente i padiglioni interponendoci un oggetto quando non le utilizzi.

In questo modo favorirai la corretta posizione in tempi minori delle cuffie a riposo.

Sono disponibili in varie colorazioni che puoi trovare a questo link su Amazon.

Utilizzo più adatto

Per il peso leggermente superiore alla norma, oltre che per la configurazione di cui ti ho parlato prima, le Major II non sono le cuffie migliori che andrei a scegliere per lunghe sessioni di ascolto.

In veste di sportivo, eviterei l’acquisto di una cuffia in pelle e mi orienterei su altri modelli che ho già recensito nella guida delle migliori cuffie bluetooth.

Se stai cercando una cuffia per un uso domestico e prolungato di molte ore, puoi dare uno sguardo alla selezione che ti ho già presentato.

Le caratteristiche delle Major II si prefiggono tuttavia perfettamente in linea con la condizione di utilizzo di questo headset senza fili.

Il design della Marshall Major II è palesemente studiato per un utilizzo urbano fuori dalle mura domestiche.

Marshall Major II – Specifiche tecniche

Le Marshall Major II non sono cuffie a cancellazione del rumore.

Quando sarai all’ascolto della tua musica ti sarà comunque impossibile poter ascoltare una conversazione nell’ambiente circostante.

Queste cuffie ti permettono di rispondere al telefono, rifiutare e terminare una chiamata anche quando sono connesse wireless.

Il microfono per le conversazioni o le registrazioni degli audio è integrato in uno dei padiglioni.

La durata della batteria è garantita per 30 ore con ogni ricarica. Per ricaricarle totalmente avrai bisogno di circa 4 ore.

La sensibilità dichiarata dalla casa è pari a 99 dB SPL. L’impedenza invece raggiunge i 64 Ohm.

Le Major II hanno una frequenza compresa tra 10Hz-20kHz. La fascia alta della frequenza non sembra tuttavia essere propriamente effettiva.

Il driver appartiene alla tipologia dinamico da 40mm. I driver all’interno possono vantare l’utilizzo della tecnologia AptX.

Questo codec audio è studiato per ottimizzare la trasmissione tramite Bluetooth.

La qualità sonora riesce quasi ad eguagliare quella del CD, nonostante le diffusissime compressioni a bassa qualità.

Inoltre sono stati sensibilmente ridotti i tempi di latenza. Te ne accorgerai non appena proverai a guardare un video su YouTube o un film.

Anche connettendo la cuffia senza fili ad un dispositivo, il parlato sarà in perfetta sincronia con il flusso video trasmesso.

Marshall Major II - Recensione completa

Marshall Major II – Generi musicali

Marshall Major II è una cuffia sostanzialmente dedicata a chi predilige l’ascolto di brani che privilegiano i suoni bassi.

Su qualunque cuffia ricadrà la tua scelta, è impossibile che questa riesca a riprodurre ugualmente bene qualsiasi file sonoro.

Le Major II non fanno eccezione. Per quanto i toni bassi non risultino eccessivamente prepotenti, vengono sempre riprodotti con esplicita prevalenza.

Se pensavi di utilizzarle principalmente per generi quali la musica classica o il pop, magari dovresti guardare altrove.

D’altronde stiamo parlando di una cuffia per audiofili, no?

La scritta Marshall su entrambi i padiglioni probabilmente ti aveva già indirizzato verso il genere prediletto da ascoltare.

Nessuna sorpresa infatti quando ho trovato queste cuffie particolarmente adatte per ascoltare musica rock ma anche metal ed elettronica.

Marshall Major II – Usabilità

Marshall Major II riesce a funzionare via bluetooth ad una distanza massima dal dispositivo di circa 20-25m in linea d’aria.

Ci si può tranquillamente spostare da una stanza adiacente ad un’altra che trasmette il segnale senza sentire interferenze.

Una caratteristica che ho trovato particolarmente utile è stato il tipo di collegamento per il cavo jack audio.

La cuffia, che funziona senza fili, offre anche la possibilità di utilizzarla tramite jack audio estraibile.

Quello che mi ha meravigliato è la possibilità di scegliere a quale padiglione collegare il cavo.

E’ disponibile un foro di ingresso per il cavo su ogni padiglione della cuffia.

L’attacco per il jack che viene lasciato libero potrà essere impiegato per usare un altro cavo in modo da fare da ponte con un’altra cuffia.

Così facendo potrai ascoltare in simultanea con un amico tutta la vostra musica.

Ottimo quindi il sistema per non delimitare la tua libertà anche quando sei connesso col filo, magari per via della batteria esausta.

Come già ti dicevo, di questo non dovrai preoccuparti poi tanto spesso, vista l’elevata autonomia.

Marshall Major II - Recensione completa

Le cuffie in mobilità

Le Major II sono un modello di cuffie ripiegabili.

Le dimensioni ripiegate favoriscono molto la portabilità, occupando poco spazio.

Il sistema di controllo della cuffia è gestito da un unico tasto. Il tasto di navigazione ti permette di navigare anche tra le traccie di Spotify e mettere in pausa le canzoni.

Grazie ad esso potrai rispondere al cellulare, attivando il microfono integrato. Per poter effettuare una conversazione comprensibile al cellulare, sarà necessario indossare entrambi i padiglioni sulle orecchie.

A causa della posizione del microfono, forse le Major II non sono le cuffie più adatte ad effettuare chiamate in posti affollati.

Per poterti fare sentire chiaramente dal tuo interlocutore, ad esempio a bordo di un treno, dovrai alzare la voce più del previsto.

La connessione tramite Bluetooth

Le Marshall Major II si connettono al Bluetooth in maniera molto semplice e piuttosto stabile.

Per connetterle con un iPhone, sarà sufficiente attivare il Bluetooth e poi accendere le cuffie.

Una volta entrati nelle impostazioni Bluetooth del melafonino, ti basterà tenere premuto il pulsante delle cuffie.

Devi solo fare attenzione a non premere il pulsante troppo a lungo, perché in questo caso si spegneranno.

Così facendo la cuffia apparirà tra i dispositivi connessi all’iPhone.

Marshall Major II – Contenuto della confezione

La confezione che ti verrà spedita acquistando da Amazon le Marshall Major II avrà dimensioni contenute di circa 16x16cmx8cm.

All’interno troverai:

  • una cuffia Marshall Major II
  • il manuale d’istruzioni
  • un adattatore per jack da 3,5mm a 6,5mm
  • un adattatore per convertire l’uscita a 3 contatti in una a 2

Se non ti sei ancora dotato di un apposita custodia per riporre le tue nuove cuffie, la scatola originale rimane abbastanza pratica per questo tipo di utilizzo.

Purtroppo nella confezione non è prevista nessuna soluzione adatta a trasportare le cuffie quando siamo fuori casa.

La garanzia del prodotto acquistato da Amazon ti garantirà presso il produttore l’assistenza fino ad un anno dopo l’acquisto.

Marshall Major II - Recensione completa

Altri accessori da abbinare al tuo look

Il primo accessorio fondamentale da abbinare alle tue nuove Marshall Major II sarà sicuramente una custodia per cuffie adatta al trasporto.

Per questo modello, mi va di suggerirti la custodia della Tnb per cuffie ad archetto che puoi trovare su Amazon.

Si tratta di una custodia universale che potrai utilizzare anche con altri modelli.

Potrai riporvi le cuffie senza neanche il bisogono di ripiegarle.

I materiali utilizzati sono ottimi e la fattura è pregevole.

Con questa custodia, le tue nuove cuffie saranno sempre a portata di mano e al sicuro da ogni inconveniente.

Qualora preferissi un altro modello di case semi rigido, potresti provare questo modello della UDG.

Rispetto al precedente, è dotato di una maniglia sul lato superiore dello shell, molto pratica per il trasporto.

All’interno invece è alloggiata una mini tasca in rete per contenere piccoli oggetti come pendrive USB.

Se vuoi trovare il giusto alloggio per queste cuffie bluetooth, non hai che l’imbarazzo della scelta.

Conclusioni

Marshall Major II non è solo una cuffia attenta alla moda e adatta ai più giovani.

Nonostante molte tendenze siano state tenute in considerazione per portare sul mercato queste cuffie, i pregi delle Major II non si esauriscono qui.

Contrariamente a quanto ci si può aspettare da un marchio come quello che presenta queste cuffie, le Marshall Major II offrono qualità ad un prezzo moderato.

I canoni del brand vengono rispettati anche in un prodotto non destinato alla fascia alta di consumatori.

Una cosa non facile da trovare anche dando uno sguardo alla concorrenza.

Per concludere, posso dire che non rimarrai deluso qualora cercassi in Marshall Major II una cuffia da utilizzare all’esterno, specie se per l’ascolto musicale da dispositivi mobili.

Summary
Review Date
Reviewed Item
Marshall Major II

About Matteo Zigliani

Ciao sono Matteo, piacere di conoscerti. Durante la giornata passo il mio tempo a pensare come l'informatica potrebbe migliorare ulteriormente la vita delle persone, mentre nel tempo libero passo il mio tempo a condividerle in questo spazio e con il resto della rete.

Guarda anche

bose-quietcomfort-35-banner-recensione

Bose QuietComfort 35 – Recensione Completa

La Bose, marchio solito a proporre prodotti dall’elevata qualità, recentemente ha introdotto sul mercato un …

regali-tecnologici-idee-high-tech-per-natale

Regali tecnologici – le migliori idee high-tech da regalare a Natale

Ogni anno, con l’avvicinarsi del’inverno,  si avvicina una tra le feste più attese della stagione, stiamo …