WD Red: Hard Disk per NAS – Recensione Completa

0

Potrebbe sembrarti un po’ strano che oggi si parli ancora molto di hard disk. In fondo, grazie ai miglioramenti tecnologici e all’abbassamento del costo dei solid state drive, il destino dei vecchi HDD pare segnato.

In realtà, c’è tanta innovazione anche nel settore degli hard disk. Ciò, soprattutto grazie alla loro grande capacità di archiviazione, alla vita media relativamente lunga e ai prezzi bassi a cui si possono trovare negli store.

Se hai bisogno di molto spazio per la memorizzazione e la condivisione dei tuoi file, di sicuro starai cercando degli hard disk da abbinare al tuo NAS, o Network Attached Storage.

Da questo punto di vista, oggi ti parlerò di una proposta di Western Digital, i WD Red, pensata appositamente per i NAS e per l’aumento di prestazioni e sicurezza.

Vediamo insieme di cosa si tratta!

WD Red: Hard Disk per NAS - Recensione Completa

 

Pro:

  • Ottime prestazioni in NAS e alta affidabilità
  • Consumi ridotti e silenziosità
  • Diverse capacità per tutti gli utilizzi
  • Ottimo rapporto qualità/prezzo

Contro:

  • Utilizzo domestico o per piccole aziende
  • Poco performanti per I/O

 

WD Red – Ottima soluzione di Western Digital per i NAS

Molto spesso, gli utenti o gli uffici si affidano a soluzioni desktop anche per i loro NAS, magari con una configurazione in RAID.

Di solito, tanto basta per avere delle prestazioni decenti e un buon volume di archiviazione. Tuttavia, non soltanto esistono prodotti più indicati per un utilizzo del genere, ma spesso gli hard disk progettati appositamente per funzionare in un NAS forniscono prestazioni e affidabilità impensabili per le controparti desktop.

Le caratteristiche a cui fare attenzione sono diverse:

  • Affidabilità, dovuta all’utilizzo 24/7;
  • Silenziosità delle ventole e pertanto hard disk che non riscaldino troppo;
  • Consumi bassi ottimi per l’uso continuato.

Dove non può arrivare il collegamento in RAID, è compito dei produttori presentare dei modelli che vadano incontro alle tue necessità.

Con i suoi WD Red, Western Digital unisce le caratteristiche della serie Blue (pensata per i sistemi desktop) e quelle della serie Green (attenta ai consumi), senza rinunciare alla sicurezza.

Nel corso della recensione, cercherò di analizzare al meglio quali sono i loro pregi e gli eventuali difetti. Intanto, a questo link puoi già dare un’occhiata ai Western Digital Red.

WD Red: Hard Disk per NAS - front

WD Red: specifiche tecniche e prestazioni

La serie Red di Western Digital si posiziona fra gli hard disk per desktop e i dischi nearline. In quest’ultimo caso, si tratta di unità che garantiscono grande affidabilità e maggiore robustezza per un utilizzo dedicato più ai server. La qualità tuttavia implica un costo relativamente più alto.

Per questa ragione, i WD Red riescono a mantenere un prezzo accessibile mutuando alcune delle loro caratteristiche sia dagli HDD nearline sia dai prodotti desktop.

Prima di cominciare, uno sguardo al form factor e alle capacità di archiviazione. La serie Red si compone di hard disk da 3,5 pollici con diverse capacità:

  • gli hard disk entry level pensati per uso domestico, con tagli da 2, 3 e 4 Terabyte;
  • modelli più adatti all’uso in ufficio o in una piccola azienda che presentano capacità da 8 e 10 Terabyte;
  • unità di archiviazione intermedie, con tagli da 5 e 6 Terabyte.

Il punto sulle caratteristiche tecniche

Come dicevo prima, tutte le unità della serie Red di Western Digital hanno caratteristiche tipiche sia delle soluzioni desktop che di quelle nearline.

L’impianto di base, per forza di cose, è quello di un hard disk che possa gestire dei carichi di dati tutto il giorno, tutti i giorni. Per quanto anche i NAS possano essere spenti di tanto in tanto, si tratta di dispositivi che operano in maniera continuativa.

Western Digital ha dichiarato che i WD Red possono operare per 8760 ore all’anno e hanno un MTBF di circa un milione di ore.

Il dato del MTBF, cioè mean time between failure, è molto importante perché indica il tempo medio di vita dell’hard disk prima che si presenti un guasto. Come avrai notato, un milione di ore sono tante: altra caratteristiche ripresa dalle unità di fascia superiore.

WD Red: Hard Disk per NAS - interno

La velocità in lettura si attesta sui 112 MB/s: potrebbe sembrarti in linea con altri hard disk per desktop. Tuttavia, bisogna considerare che i dischi della serie Red ruotano a 5400 RPM e non a 7200 come avviene per altre soluzioni.

L’insieme di queste caratteristiche consente di ridurre i consumi e soprattutto le temperature.

I consumi, infatti, non superano i 4 W nell’utilizzo in idle e arrivano a un massimo di 5,4 W durante le operazioni più dispendiose, come lo streaming. Le temperature sono nettamente più basse di qualsiasi hard disk per desktop: raramente si superano i 31 gradi se non in RAID.

Si tratta di un dato davvero interessante, perché alla bassa temperatura corrisponde un minore uso delle ventole e quindi una maggiore silenziosità del sistema. Una caratteristica da tenere a mente, soprattutto se tieni il tuo NAS in salotto o nella stanza in cui stai lavorando.

WD Red: focus sulle prestazioni

Dai dati tecnici e dai vari test, appare chiaro il tipo di prestazioni che potrai aspettarti dalla serie Red di Western Digital.

Le basse temperature di esercizio ne fanno delle unità dalle ottime prestazioni in scrittura e in lettura. Da questo punto di vista, riescono a massimizzare le performance del NAS come piattaforma da utilizzare per l’archiviazione e la condivisione con computer, tablet e smart TV.

WD Red: Hard Disk per NAS - disco

I WD Red invece sono poco adatti ad ambienti che prediligono le prestazioni di input/output. Per esempio, non conviene usarli per l’installazione di sistemi operativi: esistono unità più veloci come gli hard disk a 7200 RPM e soprattutto gli SSD.

Unite all’utilizzo 24/7 e al collegamento in RAID, supportato fino a cinque hard disk, tali caratteristiche aumentano le prestazioni della serie Red in un modo incomparabile con i comuni dischi per sistemi desktop.

Il collegamento in RAID, peraltro, già da solo migliora la velocità in lettura anche raddoppiandola e arrivando a sfiorare i 300 MB/s. Tuttavia, starà a te la scelta fra lo striping e il mirroring, cioè fra un RAID che prediliga la capacità totale del NAS o un RAID che migliori sensibilmente l’affidabilità del sistema.

Western Digital Red: le principali features

Un hard disk non è soltanto un immenso magazzino di dati. Spesso, la battaglia fra i vari produttori e con le necessità degli utenti si gioca sulle funzionalità che permettono di migliorare sicurezza e usabilità.

Per fortuna, Western Digital ha pensato anche a questo, e ha dotato la serie Red di alcune features molto interessanti.

Ecco le principali:

  • La tecnologia IntelliPower ha il compito di bilanciare RPM, velocità e algoritmi di caching (la cache è di 64 MB).
  • Lo SMART Command Transport (SCT) serve misurare e monitorare le prestazioni del disco, anallizzando profili termici, statistiche di accesso e temperature di esercizio.
  • La protezione dei dati in caso di interruzione dell’alimentazione, in sinergia con i sistemi del NAS.
  • La Tecnologia NASware 2.0. Si tratta di un sistema proprietario di Western Digital che migliora l’integrità dei dati, l’affidabilità nel tempo e le performance generali. Inoltre, NASware 2.0 consente la compatibilità con l’ATA Streaming Feature Set.

Infine, una menzione merita anche la tecnologia 3D Active Balance Plus, che consente di contenere la rumorosità entro i 28 db(A), cioè i decibel riferiti alla “curva di ponderazione” riguardante il grado di fastidio per l’orecchio umano.

WD Red WD20EFRX: 2 Terabyte
2.522 Recensioni

Conclusioni

In conclusione, la serie Red di Western Digital si conferma un ottimo prodotto per l’uso in un NAS.

Da una parte unisce affidabilità, sicurezza e prestazioni elevate per dei dischi rigidi. Dall’altro, riesce a mantenere basso il prezzo pur permettendo delle performance globali di tutto rispetto.

I WD Red vanno in sostanza scelti per la loro longevità e la possibilità di un uso a lungo termine. Se pensi di tenere acceso il tuo NAS per tutto il giorno, i WD Red costituiscono senza dubbi un’alternativa valida a prodotti più costosi.

Se questa recensione ti è sembrata utile, puoi leggere il mio articolo sulle soluzioni di hard disk per storage NAS.

Sommario
Data
Oggetto recensito
WD Red: Hard Disk per NAS
Punteggio
51star1star1star1star1star

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here