Home » Recensioni » Action Cam » TomTom Bandit – La recensione completa

TomTom Bandit – La recensione completa

TomTom Bandit è la videocamera di debutto dell’azienda olandese nel mondo delle action cam.

Come sarebbe logico immaginarsi, quando entri in un mercato nuovo non è da tutti mettere i bastoni tra le ruote al leader del settore.

Se però ti chiami TomTom International BV si possono fare le dovute eccezioni.

Dopo il successo di TomTom Runner e Multisport Cardio, il leader mondiale nei prodotti della navigazione, per le informazioni sul traffico e per le mappe sfida direttamente GoPro.

Con il lancio di questa nuova bullet cam, TomTom non è certo impreparata a sfidare l’agguerrita concorrenza.

Gli smartphone diventano sempre più superati quando si tratti di effettuare riprese in situazioni climatiche particolari o in ambito sportivo.

Ed ecco che negli ultimi anni il mercato delle action cam ha subito un vero e proprio boom con l’entrata nel settore di tanti nuovi produttori.

L’azienda olandese propone ai consumatori nuove funzionalità d’avanguardia che senza dubbio distinguono questa TomTom Bandit da un prodotto generico.

Alcune caratteristiche si propongono addirittura di stravolgere il mercato, diventando il prossimo standard di riferimento nel settore.

Ma attualmente come si comporta la Bandit una volta scesi in campo, in pista, o un po’ dovunque ci pare?

Per farti un’idea, non ti resta che continuare a leggere la recensione con tutti i dettagli di questa TomTom Bandit.

TomTom Bandit - La recensione completa

TomTom Bandit – La recensione completa

TomTom Bandit è la proposta del brand di Amsterdam per un pubblico di fascia alta nel segmento delle telecamere sportive.

La finitura pregevole, la possibilità di riprendere fino ad una risoluzione di 4K e il comparto software dedicato lo sottolineano in ogni modo.

L’arrivo sul mercato europeo, datato già Aprile del 2015, incidono più sul calo di prezzo che su quello di prestazione.

Se il prezzo di lancio superava i 400€, ad oggi potrai aggiudicarti la TomTom Bandit al miglior prezzo su Amazon per una cifra nettamente inferiore.

Naturalmente non è questo l’unico motivo ad avvalorare questo acquisto.

Se vuoi sapere tutti i motivi per cui acquistare una TomTom Bandit, aspetta di leggere la recensione che ho preparato per te.

Stai per scoprire tutte la caratteristiche di una delle migliori action cam attualmente sul mercato.

TomTom Bandit – Il design

TomTom Bandit punta a farsi riconoscere sin dalle sue forme poco convenzionali rispetto a gran parte del mercato.

Si tratta di una bullet cam, una videocamera a forma di proiettile.

La forma risulta subito dinamica e compatta, ma leggermente più pesante rispetto alla concorrenza.

L’incremento di peso è dovuto principalmente alla batteria.

E’ uno degli effetti collaterali per poter garantire alla Bandit un’autonomia della batteria superiore agli standard del mercato.

Il modulo della batteria è completamente estraibile dal corpo macchina.TomTom Bandit recensione action cam lato

In punta vediamo integrato il connettore USB 3.0, utile per ricaricare o trasferire i dati se connesso all’apposita porta.

Nel corpo batteria puoi trovare anche lo slot per la micro SD, alloggiato nella parte superiore del corpo macchina.

La bullet cam è dotata di un’altra componente estraibile.

Il proteggi obiettivo può essere svitato e sostituito in caso di graffi accidentali.

In questo caso dovrai fare leggermente più attenzione quando la richiuderai, vista la maggiore delicatezza riscontrata frontalmente.

E’ importante assicurarsi di averlo agganciato correttamente per garantire la completa impermeabilità della fotocamera.

Un altro punto di forza lo si può trovare nella versatilità riscontrabile quando la Bandit è montata su di un selfie stick.

L’aggancio permette di ruotare la macchina di 180 gradi.

Tutto ciò ti offre la possibilità di cambiare la posizione del bastone senza dover prima rimontare la videocamera.

L’unica pecca rimane nell’attacco che è di tipo proprietario, che non permette di utilizzare accessori non originali.

Non devi preoccuparti: troverai tutto il necessario all’interno della confezione originale della fotocamera.

Trovo che questa configurazione favorisca il lato pratico soprattutto per chi volesse fare un uso quotidiano e immersivo di questa action cam.

TomTom Bandit – La concorrenza con GoPro

Insieme alla sua semplicità d’uso, la durata della batteria della Bandit mette in discussione l’acquisto assoluto di una fotocamera della concorrenza.

TomTom Bandit sembra essere stata creata per combattere direttamente contro GoPro Hero.

Confrontando direttamente i due modelli ci sono molti aspetti per cui preferire la videocamera olandese.

Primo fra tutti l’autonomia è il doppio rispetto a quella della GoPro.

Da non dimenticare neanche i Megapixels a disposizione (5 contro i 16 della Bandit), la connettività WiFi e gli altri sensori a favore della Bandit.

GoPro Hero d’altro canto consente la modifica di impostazioni quali bilanciamento del bianco, ISO e gain manuali.

Tuttavia si tratta di opzioni alquanto trascurabili per chi preferisce la facilità d’uso senza PC.

TomTom Bandit – Specifiche tecniche

Le dimensioni della fotocamera corrispondono a 94 x 38 x 52 mm.

Le dimensioni del display sono invece di 22 x 25 mm.

Il peso della Versione Pro è di 190g.

Il sensore è da 16 Megapixel con apertura focale di 2,4.TomTom Bandit recensione fronte e retro

L’obiettivo è di tipo grandangolare, visto e considerato il tipo di inquadrature per le quali si utilizzano videocamere del genere.

La batteria estraibile agli ioni di litio da 3,7V ha una capienza di 1900 mAh.

Oltre al microfono, sono stati integrati i sensori GPS, giroscopio, misuratore di pressione e accelerometro.

La qualità dei video

TomTom Bandit è ottimizzata per un tipo di ripresa che si adatta senza problemi ad ogni condizione ambientale.

Non solo potrai riprendere sotto la pioggia, ma persino sott’acqua, dato che il rivestimento del corpo macchina è totalmente impermeabile.

L’ampiezza dell’apertura dell’obiettivo a grandangolo è in grado di catturare un’elevata quantità di luce.

TomTom Bandit non ti abbandonerà neanche quando vorrai riprendere nelle giornate più grigie e buie.

TomTom Bandit è in grado di riprendere video fino alla risoluzione dell’Ultra HD.

Per quanto riguarda la registrazione di video in 4K i frame al secondo si riducono soltanto a 15.

La qualità massima di ripresa consente di girare in soli 15 fps.

Tuttavia potrai optare di scegliere per un’impostazione intermedia tra il Full Hd e la massima risoluzione in 4K.

L’impostazione in 2.7K garantisce una resa più equilibrata tra qualità e fluidità del video. Un ottimo compromesso tra qualità e dimensioni.

Se invece vorrai accontentarti di una qualità standard in risoluzione Full HD, potrai scegliere tra 30 o 60 frame al secondo.

La qualità minima consentita è l’HD standard, che consente di arrivare a riprendere fino a 120 immagini al secondo.

Un altro fattore importante per quando andrai a fare le tue riprese sarà la dimensione del file.

Per mantenerne le dimensioni ragionevoli ti converrà mantenere la risoluzione impostata al massimo sul Full HD da 60 fps.

TomTom Bandit – Funzionalità ed utilizzo

Sembra evidente che l’intera esperienza utente di TomTom Bandit ruoti intorno ad un unico concetto: la semplicità d’uso.

L’accensione è automatizzata da un pulsante rosso con una stella nera posto in coda all’intero corpo macchina.

Una volta acceso, non si risente per niente della mancanza di colori nel tono monocromatico del display in bianco e nero.

Il piccolo monitor LCD risulta leggibile anche in piena luce estiva poiché la lettura non verrà disturbata da sgradevoli riflessi.

La navigazione nel menu è gestita tramite un pad direzionale situato proprio sotto lo schermo.

La navigazione tra le opzioni è veramente molto semplice e ben ottimizzata in termini di velocità.

Scorrendo l’intera lista delle opzioni della fotocamera puoi trovare accesso a varie modalità di utilizzo.


Troverai infatti le voci: foto, video, slow motion, time lapse o cinematic.

Quest’ultima modalità ti permetterà di impostare le riprese in qualità 4K.

Si possono anche visualizzare alcune informazioni utili relative alla fotocamera.

Un indicatore mostrerà il livello di batteria residua, mentre un altro terrà conto della memoria rimanente per archiviare file.

Tra le altre, figurano indicazioni riguardanti il GPS e la versione del firmware.TomTom Bandit recensione applicatione smartphone

In qualunque sezione del menu ti verrai a trovare, basterà tenere premuto il tasto apposito per dare il via alla registrazione.

Una nota negativa la si può fare per la durezza dei tasti.

Specie quando vorrai filmare in condizioni precarie, potrebbe essere non troppo immediato riuscire a stoppare la ripresa al primo tentativo.

Verifica sempre visivamente che la videocamera sia stata arrestata.

Sono certo che con un po’ di pratica e di usura anche questo inconveniente si risolverà da se.

Le connessioni disponibili

TomTom Bandit supporta la connessione diretta con altri dispositivi.

E’ possibile connettere senza fili uno smartphone per poter utilizzare il software dedicato disponibile per iOS e Android.

La sincronizzazione con Bandit non si limita ai soli cellulari e ad altre telecamere compatibili. La Bandit si spinge più in la.

Tramite un’apposita porta proprietaria di tom tom, posta sotto il tasto di accensione è possibile agganciare un sensore per la frequenza cardiaca.

L’app gratuita Bandit per Android e iOS

Sia Android che iOS dispongono sui relativi store di un’apposita app gratuita per la gestione della action cam TomTom Bandit.

Il wi-fi ci permetterà di connetterci con l’app dedicata concedendo così ampio spazio alla nostra mobilità.

Sarà possibile accoppiare i due dispositivi tramite l’inserimento di una password comunicata al primo tentativo di connessione.

Una volta effettuato il collegamento con lo smartphone, il display della action cam segnalerà l’avvenuto successo dell’operazione.

A questo punto il display del tuo smartphone potrà essere utilizzato come mirino per le inquadrature.

Tutte ciò che si pone davanti all’obiettivo di questa mini video camera, verrà visualizzato in tempo reale anche sullo smartphone accoppiato.

Lo smartphone diventa così il centro di controllo principale dell’action cam, si potranno tenere d’occhio le informazioni sulla batteria e memoria residue.

E’ inoltre possibile avviare e mettere in pausa la registrazione, ma anche cambiare modalità di ripresa o risoluzione video. L’accoppiamento prevede poi funzioni esclusive.

Sotto la voce “Biblioteca” troverai la lista dei video registrati e ancora archiviati all’interno della videocamera.

Il catalogo è indicizzato tramite l’uso dei momenti salienti.

A questo punto potrai scegliere se condividere online un video tramite il tasto share dedicato.

Potrai anche importare il materiale che desideri sul cellulare, per liberare la memoria della tom tomBandit e procedere al montaggio.

Montaggio video senza un computer

Uno dei punti di forza della Bandit è l’annotazione smart dei momenti salienti.

Il software di bordo manterrà in memoria quelli che sono i segmenti delle registrazioni effettuate.

Una scorciatoia che si rivelerà utilissima per facilitare il processo di produzione e montaggio video.

La voce presente all’interno dell’app denominata “Crea una storia” è dedicata all’editing video.TomTom Bandit recensione applicazione modifica filmati

Potrai selezionare le tue clip preferite dal catalogo ed importarle nel progetto.

E’ possibile inoltre intervenire anche sull’audio del video finale, aggiungendo una traccia a scelta o mantenendo quello originale.

Tra gli effetti consentiti, si può scegliere di mostrare nel video finale i dati registrati dai sensori di gravità, velocità, rotazione, accelerazione e altitudine.

Contenuto della confezione

TomTom Bandit è venduta in quattro differenti versioni.

Data la differenza di prezzo veramente minima, io opterei per il modello full optional chiamato Premium Pack template, che puoi trovare tranquillamente su Amazon.it.

Questa scelta ti garantirà una migliore impermeabilità del corpo macchina.

Se acquisterai la TomTom Bandit dal sito italiano di Amazon in versione Premium Pack, nella confezione troverai incluso:

  • Videocamera TomTom Bandit
  • Telecomando
  • Supporto per manubrio
  • Coperchio per obiettivo a prova di spruzzi IPX7
  • Supporto per una visuale a 360°
  • Cavo di alimentazione
  • Batt-Stick da 1900mAh
  • Coperchio per obiettivo impermeabile IPX8
  • 2 supporti per superfici di base (2×2)
  • Adattore GoPro

Purtroppo non è inclusa la Micro SD, componente essenziale per iniziare a riprendere.

E’ consigliabile acquistarne una con una capienza da almeno 64GB, visto il peso dei file che verranno generati.

Ricordati inoltre di scegliere un modello appartenente rigorosamente alla Classe 10 o alla Classe UHS 1.

Solo così potrai essere sicuro di far funzionare la Bandit a piena velocità e accoppiata allo smartphone.

Se non ne hai ancora una, puoi provare a dare uno sguardo a questa scheda micro SD della Samsung.

Conclusioni

Sei di fronte ad un’action cam contraddistinta da un’imbarazzante semplicità di utilizzo e piuttosto performante.

E’ possibile gestire l’intero processo di creazione e condivisione di un video senza mai avere accesso ad un computer.

Una ghiotta alternativa a GoPro, specie per chi non avesse mai avuto occasione di impugnare un’action cam.

TomTom Bandit è da promuovere a pieni voti, dimostrandosi un acquisto valido anche per chi esigesse risultati apprezzabili senza particolare competenza tecnica.

Nel caso volessi una più ampia scelta, puoi sempre fare riferimento alla lista delle migliori action cam, sempre aggiornata.

Summary
Review Date
Reviewed Item
Tom Tom Bandit

About Matteo Zigliani

Ciao sono Matteo, piacere di conoscerti. Durante la giornata passo il mio tempo a pensare come l'informatica potrebbe migliorare ulteriormente la vita delle persone, mentre nel tempo libero passo il mio tempo a condividerle in questo spazio e con il resto della rete.

Guarda anche

gopro-hero-session-recensione-robadainformatici

GoPro Hero Session – Recensione completa

L’action cam GoPro HERO Session fa parte della serie più piccola immessa sul mercato dall’omonima casa …

Sony-HDR-AS200VR-recensione-banner

Sony HDR-AS200VR – Recensione Completa

La Sony HDR-AS200VR è una action cam della nota casa nipponica e restando fedele alla sua …