Home » Guide e Tutorial » Cos’è un ripetitore WiFi? Come si configura? Come funziona?

Cos’è un ripetitore WiFi? Come si configura? Come funziona?

Hai qualche problema con la rete wireless di casa tua, e non riesci a raggiungere tutti i punti in cui sei solito connetterti, quindi hai pensato bene di fare qualche ricerca sul web ed hai trovato questi famosi ripetitori wireless.

A primo impatto il nome la dice lunga sul loro utilizzo, ma da li a farlo funzionare correttamente c’è ancora molto.

In questo articolo cercherò di spiegarti al meglio cos’è un ripetitore wireless, potrai imparare anche come si configura e come funziona, per il migliore utilizzo possibile.

Cos'è un ripetitore WiFi? Come si configura? Come funziona?

Cos’è un ripetitore wireless?

Prima di partire subito a dirti quali sono i migliori ripetitori WiFi che ci sono sul mercato, volevo spendere alcune parole per, spiegarti bene che cos’è un WiFi repeater ed a cosa serve.

Un range extender WiFi (in inglese), è un dispositivo che riesce a captare un segnale wireless, ed a ripeterlo nell’aria, in una direzione dove non vi è campo.

La peculiarità di questi apparati, è che una volta configurati è possibile spostarli tranquillamente, senza dover collegare fili e quant’altro.

Sono provvisti solamente di una presa della corrente elettrica, e ti basterà solo spostarlo per avere il segnale wireless in un’altra zona.

Ovviamente vi sono alcuni svantaggi nel rilanciare il segnale con un ripetitore WiFi.

Amplificare la tua rete wireless, farà si che il throughput diminuisca del 50%, poiché vengono raddoppiate le trasmissioni wireless, con un raddoppio delle interferenze sugli altri canali wireless.

Ovviamente non è un fattore determinante, ed i tuoi dispositivi funzioneranno correttamente, poiché ti basterà solamente avere un ottimo modem router WiFi.

C’è da segnalare anche che un amplificatore di segnale WiFi, al contrario di un access point, potrebbe creare una nuova rete con un nuovo SSID (nome della rete wireless), anche se dipende totalmente dalla rete principale.

Anche ciò non ti creerà particolari problemi, poiché potrai entrare nelle impostazioni del tuo ripetitore wireless, e modificare il nome della rete WiFi generata.

Tipi di WiFi e bande supportate dai ripetitori WiFi

Un aspetto molto importante da valutare nel momento in cui si sceglie di amplificare la WiFi di una rete già esistente, sono la tipologie di frequenze utilizzata dal router già in possesso.

Devi sapere che una rete wireless, viene trasmessa sfruttando due bande: da 2,4 GHz e da 5 GHz.

La prima è quella classica e tradizionale, e tutti i dispositivi sono in grado di supportarla.ri

E’ la classica sigla che trovi sulle confezioni, che è indicata come n300, n600.

Nel caso avessi un router che supporta la rete a 2,4 GHz ed a 5 GHz, quindi la WiFi AC, devi assicurarti che il range extender che stai andando ad acquistare sia in grado di supportarle entrambi.

In parole povere, se acquisterai un ripetitore on grado di supportare una rete wireless di tipo AC, sarà compatibile con tutti i router. 😉

Altre informazioni sui ripetitori WiFi

Alcuni wifi repeater, possiedono anche un connettore per jack a 3,5 mm, il che collegandoci un impianto audio di qualsiasi tipo, potrai ascoltare la musica in streaming in qualsiasi punto tu sia. Ti basterà scegliere la canzone da ascoltare.

Altro consiglio utile che ti posso dare prima di acquistare un ripetitore WiFi, è di dare un’occhiata al tuo router.

Se ne hai più di uno, è bene che controlli che esso non abbia l’impostazione access point / ripetitore wifi, poiché potresti fare a meno di acquistare un range extender in questo caso. 😉

Quasi tutti i router wireless di ultima generazione, sono in grado di farlo.

Una cosa parecchio importante da ricordare, è che non hai bisogno di avere tutti i dispositivi di rete mono marca, per far si che esso funzioni.

Come funziona un ripetitore WiFi?

Un ripetitore wireless ha un funzionamento molto semplice, poiché alla prima configurazione esso, farà la scansione delle reti WiFi del luogo in cui ti trovi.

Una volta finito, ti basterà trovare la tua nella lista, e fornire la password di accesso, che in automatico si collegherà per rilanciare il segnale.

Come ti dicevo in precedenza, alcuni router o access point, possiedono questa possibilità, quindi prima di acquistarne uno, ti consiglio di dare un’occhiata.

Come si configura un ripetitore wireless?

Configurare un range extender è una cosa piuttosto facile.

Innanzitutto se lo hai già utilizzato oppure hai provato a configurarlo, ma non ci sei riuscito, ti consiglio di resettarlo. In questo modo ti assicurerai di partire dall’inizio.

Per seconda cosa, devi collegarlo ad una presa della corrente ed accenderlo. Sicuramente si illuminerà qualche led, quando smetterà di accendersi e spegnersi potrai iniziare a configurare.

Ora che tutto è acceso e pronto per essere configurato, dovrai prendere il libretto delle istruzioni. Se lo hai perso o non lo trovi, digita su un motore di ricerca il modello del tuo ripetitore wi-fi, e sicuramente troverai il manuale.

Quando il ripetitore è avviato per la prima volta, genererà una rete wireless nuova. Connettiti ad essa per come primo passo, molto probabilmente se apri un browser web, ti riporterà alla sua home page in automatico per iniziare la configurazione. 😉

Nel manuale, è sicuramente indicato come effettuare il primo collegamento, questo varia da prodotto a prodotto, perciò devi impegnarti e leggere bene.

Una volta che hai raggiunto la home page del tuo dispositivo, è giunto il momento di impostare tutte le informazioni necessarie.

Dovrai prima di tutto fare una ricerca delle reti wireless presenti nel luogo in cui ti trovi, ed una volta scelta la tua, fornire la password (se ne hai una) ed effettuare il collegamento.

Ora il tuo range extender è sicuramente connesso, dovrai dare un nome alla rete ripetuta e una password, ed avrai finalmente completato il processo di configurazione del tuo repeater wireless. (se vuoi puoi lasciare anche il nome che ti viene proposto).

Casi di utilizzo di un ripetitore WiFi

Per farti un esempio io ho la mia Playstation 4 lontana dal mio router, e devo attraversare un muro piuttosto spesso.

Quando giocavo online ai miei titoli preferiti, notavo di avere un ping piuttosto elevato.

Ho piazzato a metà strada un range extender, ed ho risolto il mio problema, poiché finalmente la mia console, riusciva a captare bene il segnale della rete senza fili.

Se ad esempio utilizzi delle telecamere ad IP in WiFi, e magari il segnale non è abbastanza potente per supportare lo streaming, puoi utilizzare un amplificatore di segnale wireless, per riuscire a registrare senza alcuna interruzione.

Pensa in quanti utilizzi puoi dedicare un apparecchio come un WiFi repeater, grazie alla sua mobilità ed alla facilità di utilizzo.

 

Sommario
Cos'è un ripetitore wireless? Come si configura? Come funziona?
Nome Articolo
Cos'è un ripetitore wireless? Come si configura? Come funziona?
Descrizione
Scopri cos'è un ripetitore wireless, impara a configurarlo e scopri come funziona all'interno della tua rete wireless. Espandi la tua WiFi in modo sicuro.
Autore
Editore
Roba Da Informatici
Logo Editore

About Matteo Zigliani

Ciao sono Matteo, piacere di conoscerti. Durante la giornata passo il mio tempo a pensare come l’informatica potrebbe migliorare ulteriormente la vita delle persone, mentre nel tempo libero passo il mio tempo a condividerle in questo spazio e con il resto della rete.

Guarda anche

Netgear WAC104-100PES - Recensione completa

Netgear WAC104-100PES – Recensione completa

Hai bisogno di espandere il segnale WiFi del tuo modem in casa o in ufficio, …

TP-Link TL-WA801ND-recensione

TP-Link TL-WA801ND – Recensione Completa

Se hai problemi di velocità legati al range della tua rete wireless, per via della …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *