Roba Da Informatici https://www.robadainformatici.it Le Migliori Recensioni e Tutorial di Sempre Sun, 24 Sep 2017 15:06:58 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=4.8.2 https://www.robadainformatici.it/wp-content/uploads/2014/04/Logo-Square-OK-55x55.png Roba Da Informatici https://www.robadainformatici.it 32 32 69976812 D-Link DCS-2530L – Recensione Completa https://www.robadainformatici.it/d-link-dcs-2530l-recensione/ https://www.robadainformatici.it/d-link-dcs-2530l-recensione/#respond Sun, 24 Sep 2017 15:06:58 +0000 https://www.robadainformatici.it/?p=8210 Roba Da Informatici
Roba Da Informatici - Le Migliori Recensioni e Tutorial di Sempre

La telecamera IP per interni D-Link DCS-2530L, è l’ultimo modello in fatto di videosorveglianza prodotta dalla ormai conosciuta D-link. Con questa telecamera per interni ad IP, la casa produttrice amplia la sua competitività sul mercato, inserendo un dispositivo di fascia alta. E’ una piccola telecamera IP, ma con funzionalità molto interessanti, che scopriremo passo dopo …

D-Link DCS-2530L – Recensione Completa
Michele Zigliani

]]>
Roba Da Informatici
Roba Da Informatici - Le Migliori Recensioni e Tutorial di Sempre

La telecamera IP per interni D-Link DCS-2530L, è l’ultimo modello in fatto di videosorveglianza prodotta dalla ormai conosciuta D-link.

Con questa telecamera per interni ad IP, la casa produttrice amplia la sua competitività sul mercato, inserendo un dispositivo di fascia alta.

E’ una piccola telecamera IP, ma con funzionalità molto interessanti, che scopriremo passo dopo passo in questa recensione.

D-Link DCS-2530L - Recensione Completa

D-Link DCS-2530L – Recensione Completa

Questa nuova telecamera ad IP D-Link DCS-2530L ha caratteristiche tecniche molto interessanti, in grado di sorvegliare al meglio la tua abitazione.

E’ molto facile da installare, ci vogliono all’incirca una ventina di minuti per fare il tutto, poi sarà già pronta per essere utilizzata.

Andiamo quindi  a scoprire questa nuova telecamera ad IP di D-Link.

Se vuoi dare subito un’occhiata al prodotto ti basta cliccare qui.

D-Link DCS-2530L – Design

La D-Link DCS-2530L ha dimensioni molto compatte, rispettivamente 11 cm in altezza e 6 cm di larghezza, per un peso di soli 105 grammi.

Le sue piccole dimensioni la rendono molto facile da nascondere, in quanto basta veramente poco spazio per garantire una sicurezza alla tua abitazione o ufficio.

Si presenta con un design moderno, l’involucro esterno è fatto principalmente in plastica, a parte l’obbiettivo che è in vetro.

D-Link DCS-2530L - Recensione Completa

Il  supporto a L regolabile ti permette di scegliere la migliore inclinazione per tua tua telecamera ad ip.

Non è una telecamera motorizzata, perciò effettua nessun movimento di rotazione o di inclinazione in automatico, ma potrai impostare tu l’inclinazione.

Sotto l’obbiettivo è presente una piccolo LED in grado di variare il suo colore dal rosso al verde, che ti indicherà la qualità del segnale in base alla posizione in cui si trova, mentre dietro alla testa della tua telecamera ad IP, è presente il microfono per registrare l’audio.

Nella confezione sono presenti:

  • telecamera D-Link DCS-2530L
  • Alimentatore micro USB
  • 2 spine intercambiabili per l’alimentatore
  • Fischer per il fissaggio alla parete
  • Manuale

D-Link DCS-2530L - Recensione Completa

D-Link DCS-2530L – Caratteristiche tecniche

La telecamera D-Link DCS-2530L è in grado di registrare video in FULL HD con una risoluzione di 1920x1080p con una frequenza di  refresh di 15 fps, con formato 16:9.

Se vuoi registrare video con qualità inferiore puoi comunque scegliere le altre risoluzioni disponibili (1280 x 720, 800 x 448, 640 x 360), tutte a 30 fps fissi.

La caratteristica più interessante di questa telecamera ad IP è la Wide eye, che permette un campo visivo di 180°, ovvero è in grado di riprendere un’intera area.

La funzionalità Pan & Tilt,  ti evita il rischio di avere punti ciechi, grazie alla tecnologia antideformazione integrata, ti viene offerta un’immagine priva di distorsione, con riprese anche nei minimi dettagli.

Anche durante la notte la D-Link DCS-2530L svolge molto bene il suo lavoro, grazie ai LED a infrarossi integrati che ti permettono una visibilità fino a 5 metri.

La funzione motion e sound detection, ti avvisa con notifiche push o ti invia una e-mail, con foto o filmati, ogni qual volta viene rilevato un movimento o un rumore, grazie a dei sensori intelligenti.

La connessione alla rete avviene tramite WiFi 802.11 n/g/b.

Tutti i video e le foto effettuate, vengono salvati in locale nei formati H.264 o M-JPEG, grazie allo slot disponibile per una microSD, con una capienza massima di 128 GB, non inclusa nella confezione.

D-Link DCS-2530L – Qualità video

Forte della sua risoluzione FULL HD, la telecamera di casa D-Link offre una qualità video tutto sommata molto buona di giorno, e un po’ meno durante la notte.

Le immagini sono pulite e prive di distorsione, sia di giorno che di notte, grazie all’effetto anti distorsione, mentre la Wide Eye a 180° ti offre una proporzione visiva più ampia di una comune telecamera, riuscendo a riempire tutta la stanza se collocata nel punto giusto.

Anche la qualità audio è molto buona, si riescono a distinguere facilmente i vari rumori e le parole grazie ad un audio chiaro e pulito.

D-Link DCS-2530L - Recensione Completa

Applicazione myDlink

Come tutte le telecamere ad IP D-Link, hai il supporto gratuito all’applicazione myDlink, che ti permette la connessione in remoto da altri dispositivi e non solo.

L’app è disponibile per smartphone e tablet iOS e Android e tramite questa app, puoi collegarti ed impostare la tua telecamera senza il bisogno di accendere il PC.

Ti verrà chiesto di creare un account gratuito myDlink, dove potrai registrare la tua telecamera per videosorveglianza ed impostarla come meglio preferisci.

Se non è la tua prima telecamera D-link, puoi sempre collegarla allo stesso account, in modo da poter monitorare più dispositivi da un unico pannello di controllo e da un unico account.

Questa applicazione è molto utile, in quanto ti rende un accesso veloce alla telecamera in qualunque posto tu ti trovi, in modo da tenere sempre sott’occhio la situazione.

Conclusioni

Con la D-Link DCS-2530L si può dire che è stato fatto un ottimo lavoro, sia come caratteristiche tecniche che nella qualità dei materiali, rendendola tutto sommato un valido prodotto per il mercato delle telecamere ad IP per interno.

L’ampia visuale a 180° ti permette di vedere tutto all’interno dellala stanza, se messa in una postazione ottimale, mentre la risoluzione in FULL HD non lascia passare nessun dettaglio, permettendoti di riconoscere ogni singolo elemento.

I sensori di cui è dotata ti consentono maggiore sicurezza, in quanto al primo rumore o movimento di troppo, sarai allertato immediatamente con una notifica che ti mostra l’attuale situazione all’interno della abitazione.

L’applicazione myDlink, ti consente un accesso immediato e il settaggio che meglio preferisci.

Se questa telecamera non è quello che ti interessa, puoi sempre guardare nella lista delle migliori telecamere ad IP cliccando qui.

D-Link DCS-2530L Videocamera di Sorveglianza Full HD, Wireless AC, Visione Panoramica 180 Gradi, Slot per MicroSD, Nero/Antracite
Amazon.it: EUR 219,99 EUR 149,99
Risparmio: EUR 70,00
Compra ora su Amazon.it! Disponibile
Risparmia EUR 70,00, ed ottieni una spedizione veloce e sicura!

D-Link DCS-2530L – Recensione Completa
Michele Zigliani

]]>
https://www.robadainformatici.it/d-link-dcs-2530l-recensione/feed/ 0 8210
D-Link DCS-936L – Recensione completa https://www.robadainformatici.it/d-link-dcs-936l-recensione/ https://www.robadainformatici.it/d-link-dcs-936l-recensione/#respond Wed, 13 Sep 2017 17:14:14 +0000 https://www.robadainformatici.it/?p=8193 Roba Da Informatici
Roba Da Informatici - Le Migliori Recensioni e Tutorial di Sempre

Al giorno d’oggi, sono tantissime le telecamere ad IP che puoi trovare sul mercato, ognuna con caratteristiche simili o quasi. L’oramai noto marchio D-link, è uno tra i più avanzati per quanto riguarda il reparto home, e non solo. La telecamera IP D-Link DCS-936L, è l’ultimo prodotto per quanto riguarda la fascia di medio livello. Andiamo …

D-Link DCS-936L – Recensione completa
Michele Zigliani

]]>
Roba Da Informatici
Roba Da Informatici - Le Migliori Recensioni e Tutorial di Sempre

Al giorno d’oggi, sono tantissime le telecamere ad IP che puoi trovare sul mercato, ognuna con caratteristiche simili o quasi.

L’oramai noto marchio D-link, è uno tra i più avanzati per quanto riguarda il reparto home, e non solo.

La telecamera IP D-Link DCS-936L, è l’ultimo prodotto per quanto riguarda la fascia di medio livello.

Andiamo quindi a conoscere nel dettaglio questa interessante telecamera ad IP per interni.

D-Link DCS-936L - Recensione completa

D-Link DCS-936L – Recensione completa

La telecamera ad IP per interno che ti propongo in questo articolo, è di facile installazione ed utilizzo.

Ti permetti di osservare quello che succede all’interno, anche se non sei presente nell’abitazione.

Al giorno d’oggi, la sicurezza non è mai troppa,  questa piccola telecamera ti consente un maggiore serenità sia quando vai a letto o parti per lungo viaggio.

Puoi dare subito un’occhiata al prodotto cliccando qui.

D-Link DCS-936L – Design

La telecamera per interni IP D-Link DCS-936L si presenta con un design compatto (20 x 13,5 x 6,3 cm), risulta piuttosto leggera grazie al suo peso di circa 300 grammi.

Ha un design di forma cilindrica, in grado di offrire una flessibilità sull’asse verticale molto ampia grazie alla piccola cerniera mobile che collega la testa alla base.

L’involucro esterno è principalmente in plastica di colore nero, e potrai fissarla al muro tramite dei fischer presenti nella confezione,  il supporto a L regolabile ti permetterà di scegliere la migliore posizione.

D-Link DCS-936L - Recensione completa

Questa telecamera WiFi non è motorizzata, quindi non effettuerà nessun movimento di rotazione o di inclinazione, quindi assicurati una posizione in cui possa ricoprire tutta l’area interessata.

Sulla testa è presente anche lo slot per la micro-sd, in modo da salvare le riprese sulla scheda di memoria, la dimensione massima supportata di 128 GB.

Una piccolo led sopra l’obbiettivo della telecamera funge da rilevatore WiFi, cambiando colore in base alla qualità del segnale wireless.

Nella confezione sono presenti :

  • Telecamera D-Link DCS-936L
  • Alimentatore
  • 2 spine intercambiabili per l’alimentatore
  • Fischer per il fissaggio alla parete
  • Manuale

D-Link DCS-936L - Recensione completa

D-Link DCS-936L – Caratteristiche

La telecamera di sorveglianza D-Link DCS-936L utilizza una lente in grado di registrare video in HD  (720p) a 30 fps, capace di una visione H di 112°, V 77°, D 120°, mentre uno zoom digitale ti garantisce un ingrandimento fino a 4x.

Con questa telecamera ad IP avrai a disposizione un sensore 1/4″ CMOS,  con la possibilità di registrare in tre diverse modalità: la modalità continua, programmata e quella con rilevazione del movimento.

Con la modalità rilevazione movimento, la telecamera ti invierà notifiche grazie all’app mydlink, ma potrai scegliere anche un’e-mail con foto o filmati ogni volta che verrà rilevato un movimento o un rumore nelle circostanze dal punto di sorveglianza.

La D-Link DCS-936L è efficiente anche durante la notte, grazie ai LED a infrarossi, in grado di coprire una distanza di cinque metri, non male considerato il fatto che riesce tranquillamente a ricoprire la metratura di una stanza.

D-Link DCS-936L – Qualità video

Questa IP cam  offre una qualità video tutto sommata buona, sia di giorno che di notte.

Le immagini con risoluzione a 720p sono abbastanza chiare, anche se non molto dettagliate.

Da sistemare un po’ è il sensore di movimento, dove riscontrato con altri utenti, tende ad avere poca sensibilità, e quindi non rileva sempre ogni movimento, penso che tutto si sistemerà con i futuri aggiornamenti del firmware.

La qualità audio anche qui è buona, i vari rumori o le parole si riescono a distinguere senza problemi.

D-Link DCS-936L - Recensione completa

Applicazione myDlink

myDlink è un’applicazione universale per tutte le videocamere ad IP di casa D-link, la quale permette ad un qualsiasi smartphone o tablet Android o con a bordo iOS, la connessione in remoto a tutte le telecamere facenti parte della tua rete.

Grazie a questa semplice app, puoi creare un account gratuito myDlink, dove puoi registrare la tua telecamera e impostarla poi a tua preferenza.

Se hai già almeno una telecamera, puoi sempre aggiungerla allo stesso account esistente, così facendo, potrai  monitorare tutte le tue telecamere ad IP da un singolo pannello di controllo.

Questa applicazione ti rende semplice l’accesso alla tua telecamera in rete per interni, ovunque tu ti trovi ed in qualsiasi momento della giornata.

L’applicazione gratuita mydlink, è disponibile per smartphone è tablet, sia per iOS e android, non avrai più nemmeno bisogno di collegarti tutte le volte al tuo PC, ma basteranno pochi tocchi dal tuo dispositivo.

Conclusioni

La telecamera wireless per interno ad IP D-Link DCS-936L svolge bene il suo lavoro, nonostante qualche piccola imperfezione qua e là.

E’ la scelta giusta per monitorare la tua abitazione o il tuo ufficio, sia di giorno che di notte grazie alla visione notturna, e il tutto senza spendere una grossa cifra.

In più insieme all’applicazione myDlink, puoi settarla o vedere cosa sta succedendo all’interno dell’abitazione in qualsiasi momento, basta solo una connessione ad internet.

Se questa telecamera non è quello che ti interessa, puoi sempre guardare nella lista delle migliori videocamere ad IP cliccando qui.

D-Link DCS-936L Videocamera di Sorveglianza HD, Wireless AC, Obiettivo Grandangolare 120 Gradi, Visore Notturno, Nero
Amazon.it: EUR 109,99 EUR 79,99
Risparmio: EUR 30,00
Compra ora su Amazon.it! Disponibile
Risparmia EUR 30,00, ed ottieni una spedizione veloce e sicura!

D-Link DCS-936L – Recensione completa
Michele Zigliani

]]>
https://www.robadainformatici.it/d-link-dcs-936l-recensione/feed/ 0 8193
Monitor 4K vs Monitor Full HD – Le differenze https://www.robadainformatici.it/monitor-4k-vs-monitor-full-hd-differenze/ https://www.robadainformatici.it/monitor-4k-vs-monitor-full-hd-differenze/#respond Mon, 04 Sep 2017 20:22:32 +0000 https://www.robadainformatici.it/?p=7373 Roba Da Informatici
Roba Da Informatici - Le Migliori Recensioni e Tutorial di Sempre

Negli ultimi hanno si sono susseguite molte tecnologie per quanto riguarda gli schermi per computer, ed i monitor 4K Sono solo l’ultima. Oramai un monitor Full HD, viene considerato standard e scendere sotto può essere controproducente, almeno ché per scopi particolari, si utilizzi ancora un monitor 4:3 con 19 Pollici di diagonale. Avere un monitor Ultra …

Monitor 4K vs Monitor Full HD – Le differenze
Matteo Zigliani

]]>
Roba Da Informatici
Roba Da Informatici - Le Migliori Recensioni e Tutorial di Sempre

Negli ultimi hanno si sono susseguite molte tecnologie per quanto riguarda gli schermi per computer, ed i monitor 4K Sono solo l’ultima.

Oramai un monitor Full HD, viene considerato standard e scendere sotto può essere controproducente, almeno ché per scopi particolari, si utilizzi ancora un monitor 4:3 con 19 Pollici di diagonale.

Avere un monitor Ultra HD può fare la differenza quando si sta al computer, ma solo in alcuni casi, poiché potresti ritrovarti ad avere uno schermo collegato, che il tuo computer non riuscirebbe a sfruttare al meglio.

Capire bene le differenze tra questi monitor, ti aiuterà a compiere una migliore scelta quando sarai chiamato a sostituire il tuo oramai vecchio monitor pc.

Monitor 4K vs Monitor Full HD - Le differenze

Monitor 4K vs Monitor Full HD – Le differenze

Capire bene le differenze tra i monitor 4K ed i monitor Full HD, ti aiuterà parecchio in futuro, poiché se sarai chiamato ad effettuare una scelta, saprai inquadrare bene il prodotto di cui hai fortemente bisogno.

Risoluzione

Le differenze tra un monitor 4K ed un monitor Full HD, stanno nella quantità di pixel che vi sono all’interno del pannello dello schermo, ossia cambia la nota risoluzione del monitor.

I pixel in uno schermo, si quantificano moltiplicando l’altezza per la larghezza del pannello, e sono:

  • Full HD: 1920 x 1080 Pixel
  • 4K: 3656 × 2664 (risoluzione standard)

Scrivo in risoluzione standard, perché per i monitor 4K vi sono più risoluzioni differenti, e quella che ti ho indicato è la più utilizzata.

Monitor 4K vs Monitor Full HD - Le differenze

Le altre risoluzioni che potresti trovare negli schermi a risoluzione 4K, sono:

  • Apertura massima 3K: 4096 x 3112
  • Academy Standard: 3656 x 2664
  • Anamorphic Scope 4K: 4096 x 1714
  • Academy Flat 4K: 3996 x 2160

Solitamente puoi trovare la risoluzione dei rispettivi monitor, indicata come 1440p per gli schermi 4K e 1080p per i monitor Full HD.

Proporzioni

Le proporzioni di un monitor sono un fattore determinante, per capire bene di che tipo sia il pannello che stai valutando.

Parlando di monitor in Full HD, troverai nel 99% dei casi dei pannelli a 16:9, ma cosa significa?

Le proporzioni di un monitor per computer, è il rapporto tra la larghezza e l’altezza del pannello in questione.

Nei monitor da gaming, si stanno iniziando ad utilizzare i 21:9, i quelli hanno una larghezza elevata, ed un’altezza standard.

Monitor 4K vs Monitor Full HD - Le differenze

Avere un’ampia larghezza del pannello, simula l’effetto di più monitor collegati.

Se non lo sai ancora, quando giochi al computer puoi collegare più monitor per pc contemporaneamente ed estendere l’immagine su più pannelli.

Ovviamente tutto ciò, implica che tu debba avere una scheda grafica abbastanza potente da supportare l’elaborazione delle immagini su più schermi.

Differenze in grafica professionale

Se ti occupi di grafica o comunque utilizzi il tuo monitor del PC per scopi che non includano l’obbligo di avere elevate frequenze di refresh e tempi di risposta bassi, un monitor 4K potrebbe essere la scelta più adatta.

Avere un ottimo pannello con un’elevata risoluzione, può migliorare la percezione dei dettagli, e facilitarti durante il lavoro.

Un monitor Full HD, anche se di grosse dimensioni non aumenterà di certo la possibilità di migliorare l’apporto qualitativo durante l’utilizzo, poiché essendoci sempre 1920 x 1080 pixel, il pannello tenderà ad ingrandire le immagini, rispetto ad un monitor da 24 pollici.

Un monitor da 27 pollici 4K potrebbe essere il TOP per te e la tua scrivania, e ne puoi trovare parecchi a questo link. 😉

Per un utilizzo professionale, è sempre consigliato utilizzare un monitor IPS, in quanto offre dei colori migliori rispetto ad un monitor TN.

Differenze durante il gaming

Quando si gioca con il computer, i parametri di scelta di un monitor cambiano, poiché le esigenze dell’utente sono diverse.

Per un ottimo monitor da gaming, è essenziale che la frequenza di refresh sia elevata da 144 Hz ed il tempo di risposta parecchio basso da 1 ms.

Ad oggi i monitor 4K da gaming non hanno ancora queste caratteristiche, ed i pannelli degli schermi che più si avvicinano, sono parecchio costosi.

E’ preferibile per il gaming, un monitor TN in Full-HD, che garantisce delle ottime prestazioni visive, a discapito della qualità dell’immagine.

Anche se ultimamente gli schermi per giocare si stanno orientando sull’IPS, come detto prima monitor con risoluzioni più elevate con velocità elevate costano parecchio, e l’unica soluzione a prezzo modico sono i monitor da gaming 2K.

Conclusioni

Trovare il miglior monitor per le proprie esigenze, non è mai facile.

Come detto in precedenza, bisogna focalizzare l’utilizzo che se ne farà e valutare bene i parametri del pannello.

Come hai potuto leggere nell’articolo, i monitor 4K ed i monitor Full HD, hanno caratteristiche ben precise, ed ognuno di loro deve essere utilizzato ad uno scopo ben preciso.

Monitor 4K vs Monitor Full HD – Le differenze
Matteo Zigliani

]]>
https://www.robadainformatici.it/monitor-4k-vs-monitor-full-hd-differenze/feed/ 0 7373
Cavi per monitor PC – Quale scegliere? https://www.robadainformatici.it/cavi-per-monitor-pc/ https://www.robadainformatici.it/cavi-per-monitor-pc/#respond Mon, 28 Aug 2017 20:34:48 +0000 https://www.robadainformatici.it/?p=7988 Roba Da Informatici
Roba Da Informatici - Le Migliori Recensioni e Tutorial di Sempre

Scegliere il cavo per il tuo monitor PC può sembrare una cosa banale, ma su certi aspetti può fare la differenza, soprattutto se usato per il gaming e grafica professionale. In questa semplice guida verrai informato sulle varie tipologie di cavi per monitor PC, in modo da indirizzarti sulla scelta più giusta casomai ne avessi …

Cavi per monitor PC – Quale scegliere?
Michele Zigliani

]]>
Roba Da Informatici
Roba Da Informatici - Le Migliori Recensioni e Tutorial di Sempre

Scegliere il cavo per il tuo monitor PC può sembrare una cosa banale, ma su certi aspetti può fare la differenza, soprattutto se usato per il gaming e grafica professionale.

In questa semplice guida verrai informato sulle varie tipologie di cavi per monitor PC, in modo da indirizzarti sulla scelta più giusta casomai ne avessi bisogno.

Oramai gli schermi dei computer, hanno vari input, e sono sicuro che ti sei chiesto che differenza hanno l’uno dall’altro?

Cavi per monitor PC - Quale scegliere?

Tipi di cavi video

Come ogni cosa in informatica, anche i cavi dei monitor hanno vari utilizzi, tra il digitale e l’analogico, e sapere quello più appropriato, ti farà godere meglio il tuo monitor per pc.

Andiamo  a vedere quindi le caratteristiche per ogni tipologia di cavo monitor presente sul mercato al giorno d’oggi.

Cavo VGA

Cavi per Monitor PC - Quale scegliere?

Il primo cavo interamente dedicato per i monitor PC è stato il VGA, grazie alla possibilità di poter trasportare solo il segnale video di tipo analogico, rendendolo compatibile così con monitor e schede video.

Il cavo VGA è parecchio diffuso ancora, lo si può trovare sul retro dei computer, sulle TV, proiettori e tantissimo altro ancora.

E’ la classica presa blu che puoi trovare sul case di un pc.

La risoluzione massima del cavo VGA è il Full HD, ma può subire alcuni piccoli disturbi all’immagine in caso di interferenze elettromagnetiche.

Il cavo in sé per rendere al massimo è importante che abbia la migliore qualità costruttiva possibile, una schermatura del filo e contatti placcati oro è il TOP ma costa anche parecchio, però renderà l’immagine il migliore possibile per il tuo PC.

Puoi dare un’occhiata ai cavi VGA su amazon.it cliccando su questo link.

Cavo DVI

Cavi per Monitor PC - Quale scegliere?

Il cavo DVI trasporta un solo segnale digitale (volendo anche l’audio se la scheda video lo supporta).

La differenza dal cavo VGA è sostanziale, in quanto l’immagine è pulita, senza più il problema dovuto dalle interferenze elettromagnetiche.

Questo cavo si divide in tre tipologie:

  • DVI-I (Integrated)trasporta il segnale analogico o digitale
  • DVI-D (Digital) trasporta solo il segnale digitale
  • DVI-A (Analog) trasporta solo il segnale analogico

In più possiamo trovare DVI-D e DVI-I single-link o dual-link, ma hanno due risoluzioni massime differenti, il single link supporta una risoluzione massima di 1920×1200, mentre il dual link supporta fino a 2560×1600, reggendo anche una maggior profondità di colore rispetto al DVI-D e il refresh arriva fino a 120 Hz.

Puoi dare un’occhiata ai cavi DVI su amazon.it cliccando su questo link.

Cavo HDMI

Cavi per Monitor PC - Quale scegliere?

Uno dei cavi per monitor PC più diffusi sul mercato, soprattutto dopo l’introduzione delle console da gioco, in quanto erano tutte predisposte per l’utilizzo solo con il cavo HDMI.

Può essere anche utilizzato anche per la visione di film in Blu-ray.

Il segnale trasportato da questo cavo è unicamente digitale, e rispetto agli altri cavi trasporta sia il segnale audio e quello video.

Il cavo HDMI è disponibile in più versioni.

L’ultima versione disponibile è la HDMI 2.1, e come prestazioni è migliore in quanto la risoluzione massima supportata è di 3840 × 2160p a 50/60 fps, 32 canali audio fino a 1536 KHz, HDR e molto altro rispetto alla versione base.

Oltre al formato standard, ne esistono altri due tipi ridotti chiamati mini-HDMI e micro-HDMI.

Puoi dare un’occhiata ai cavi HDMI su amazon.it cliccando su questo link.

Cavo DisplayPort

Cavi per Monitor PC - Quale scegliere?

Il cavo Displayport è un metodo di collegamento audio/video utilizzato principalmente per collegare il computer al monitor o a sistemi home theater.

Questo tipo di cavo per monitor pc è in grado di supportare la risoluzione e le frequenze di aggiornamento più alte disponibili sul mercato.

Come dimensioni è leggermente più piccolo di HDMI, ed ha un verso d’inserimento unico.

Sono disponibili versioni più piccole come la mini-Displayport.

Il tipo di segnale che trasporta è unicamente digitale, e come la presa HDMI trasporta anche il segnale audio.

L’ultima versione rilasciata è la 1.4, capace di supportare risoluzioni piuttosto alte come il 4K a 3840 × 2160 a 60 Hz, o 1080p fino a 240 Hz, con 8 canali audio da 16 o 24-bit che arrivano fino a 192 kHz.

Una caratteristica interessante che possiede è il supporto alle tecnologie come AMD FeeeSync e Nvidia G-Sync, che ti consentono di perfezionare l’immagine ottenuta sincronizzandosi con la scheda video.

Sono presenti ormai anche innumerevoli adattatori casomai l’entrata non coincidesse con quella della Displayport.

Puoi dare un’occhiata ai cavi DisplayPort su amazon.it cliccando su questo link.

Conclusioni

Leggendo questa semplice guida spero di essere riuscito a farti chiarezza sulle varie tipologie di cavi per monitor PC presenti sul mercato.

Per farla in breve il più consigliato sia per un’utilizzo gaming o per grafica, è il Displayport in fatto di qualità e di frequenza di aggiornamento, seguita in secondo da un cavo HDMI, casomai volessi collegargli anche una console da gioco.

Nel caso non le avessi ancora viste, sul blog sono presenti delle ottime liste con le relative spiegazioni per le varie tipologie di monitor che ci sono.

Cavi per monitor PC – Quale scegliere?
Michele Zigliani

]]>
https://www.robadainformatici.it/cavi-per-monitor-pc/feed/ 0 7988
Migliore alimentatore PC fisso – Quale scegliere? https://www.robadainformatici.it/migliore-alimentatore-pc-fisso/ https://www.robadainformatici.it/migliore-alimentatore-pc-fisso/#respond Mon, 21 Aug 2017 17:53:09 +0000 https://www.robadainformatici.it/?p=8027 Roba Da Informatici
Roba Da Informatici - Le Migliori Recensioni e Tutorial di Sempre

Scegliere il migliore alimentatore PC fisso, che sia più adatto alle proprie esigenze non è affatto semplice. Ogni alimentatore ha specifiche tecniche diverse che possono servire o meno in determinate circostanze. In questo articolo ti insegnerò il calcolo dell’alimentazione del PC, cioè a capire quanti Watt di potenza necessita il tuo Hardware. Una volta imparato …

Migliore alimentatore PC fisso – Quale scegliere?
Michele Zigliani

]]>
Roba Da Informatici
Roba Da Informatici - Le Migliori Recensioni e Tutorial di Sempre

Scegliere il migliore alimentatore PC fisso, che sia più adatto alle proprie esigenze non è affatto semplice.

Ogni alimentatore ha specifiche tecniche diverse che possono servire o meno in determinate circostanze.

In questo articolo ti insegnerò il calcolo dell’alimentazione del PC, cioè a capire quanti Watt di potenza necessita il tuo Hardware.

Una volta imparato a valutare tutti i tipi di alimentatori per PC fissi, sono sicuro che sarai in grado di fare l’acquisto in totale autonomia e sicurezza, e per non farti mancare nulla, ti ho anche inserito una lista con i migliori alimentatori per computer. 😉

Migliore alimentatore PC fisso - Quale scegliere?

Calcolare la potenza necessaria dell’alimentatore

Conoscere la potenza adatta di un alimentatore per il tuo PC è molto importante:

Prima di tutto, perché ti permette di avere un risparmio economico sulla corrente elettrica, evitando di acquistare un alimentatore potente che non viene poi sfruttato a pieno, secondo punto molto importante, è perché potresti avere problemi di velocità o instabilità del PC se l’alimentatore non ha una potenza sufficiente.

Per calcolare in modo semplice la potenza che ti serve per il tuo alimentatore PC fisso, basta calcolare il consumo massimo della tua CPU più il consumo massimo della GPU moltiplicato per 2, ossia:

(Consumo massimo CPU + Consumo massimo GPU) x 2 = Potenza alimentatore PC necessaria

Questo modo però non va bene per chi utilizza una configurazione con più schede video.

Altrimenti ci sono parecchi siti internet che ti calcolano automaticamente la potenza inserendo le caratteristiche del tuo PC.

Alcuni di questi siti sono:

Consiglio di acquistare un alimentatore leggermente maggiore alla quantità richiesta, in modo da avere un margine per l’overclocking.

Ovviamente puoi consultare la scheda tecnica del tuo hardware, sul sito del produttore, poiché nelle informazioni è sempre descritto tutto in ogni minimo dettaglio.

Fisso, semi-modulare o modulare?

Esistono tre tipi di alimentatori PC, fissi, semi-modulari e modulari.

La differenza è molto semplice:

  • Alimentatore PC non modulare: hanno cavi che fuoriescono dalla scocca del power supply, e si collegano direttamente nel hardware. Quelli in eccesso devono essere raccolti ed ordinati nel case del computer.
  • Alimentatore PC semi-modulare: alcuni cavi sono fissi e altri puoi collegarli in base alle tue necessità. Solitamente la parte di cavi fissa e la quale non si può rimuovere, è quella che riguarda l’alimentazione della scheda madre.
  • Alimentatore PC Modulare: I cavi non sono fissi e puoi scegliere quale collegare. E’ la migliore scelta, poiché ti permetterà di avere un bel computer ordinato.

Può sembrare una cosa di poco conto, ma non è affatto vero, poiché difficilmente si utilizzano tutti i collegamenti di un alimentatore.

Avere un alimentatore PC modulare è soprattutto meno ingombrante nel case in quanto scegli tu quanti e quali connettori utilizzare, ottenendo più spazio all’interno del PC che permette inoltre un ottimo arieggiamento del PC, a differenza di uno non modulare o semi modulare.

Efficienza di un alimentatore

L’efficienza di un alimentatore viene categorizzata in cinque differenti livelli, chiamati 80 plus white, 80 plus bronze, 80 plus silver, 80 plus gold, 80 plus platinum.

Migliore alimentatore PC fisso - Quale scegliere?

Più l’efficienza è alta, minore è la quantità di energia dispersa dal tuo alimentatore durante il funzionamento, il ché sta ad indicare un minore consumo di corrente elettrica, porta anche ad un abbassamento della bolletta.

Devi tenere conto che un computer, acceso tutto il giorno consuma circa 1 Euro di energia elettrica, calcola per un anno intero…

Migliore alimentatore PC fisso

L’alimentatore ha due ruoli fondamentali nel tuo PC, il primo in ordine è quello di fornire l’alimentazione corretta a tutte le parti del PC collegate ad esso, per secondo, è quello di evitare che il PC venga sottoposto a sbalzi di corrente che potrebbero danneggiarlo.

Per ogni alimentatore ci sono anche diversi certificati per la sicurezza che possono essere: cTUVus, CE, CB, FCC Classe B, TÜV, CCC, C-tick.

Devi sapere che l’alimentatore del computer ha il compito principale di mantenere il più stabile possibile l’erogazione di energia elettrica continua di 12 V.

Sbalzi o interruzioni potrebbero danneggiare gravemente l’hardware del tuo computer.

Corsair VS

Migliore alimentatore PC fisso - Quale scegliere?

La serie VS della casa Corsair è una delle migliori per l’alimentazione del tuo computer in quanto qualità prezzo, garantendo da sempre prodotti affidabili a coloro che li acquistano.

L’alimentatore atx per PC fisso Corsair VS è disponibile in quattro taglie dalla diversa potenza: 35oW, 450W, 550W, 650W.

Questo alimentatore è modulare, perciò niente cavi superflui collegati al case.

La certificazione d’efficienza è 80 plus white, tutto sommato buona, riuscendo a sfruttare l’85% della corrente in uscita.

Come alimentatore PC è silenzioso, la ventola utilizzata è da 120 mm, con regolazione automatica dei giri  in base alla temperatura.

Questo serie di alimentatori ha le seguenti approvazioni di sicurezza: cTUVus, CE, CB, FCC Classe B, TÜV, CCC, C-tick.

Si possono considerare tra i migliori alimentatori pc

Corsair VS350 CP-9020095-EU Alimentatore ATX/EPS, Serie VS, 350 W, certificazione 80+, cavi fissi, Nero
Amazon.it: EUR 43,12 EUR 36,99
Risparmio: EUR 6,13
Compra ora su Amazon.it! Disponibile
Risparmia EUR 6,13, ed ottieni una spedizione veloce e sicura!

 

Corsair CX

Migliore alimentatore PC fisso - Quale scegliere?

Un’altra serie marchiata Corsair, e come già sai, è come uno dei migliori marchi per gli alimentatori PC.

Questo alimentatore PC fisso è disponibile in ben cinque taglie di potenza: 450W, 550W, 650W, 750W, 850W.

Con la possibilità di scegliere se avere i cavi fissi o semi modulari, a seconda delle preferenze che si possono avere per lo spazio a disposizione o per estetica.

Questo alimentatore ha una certificazione d’efficienza 80 plus bronze, ovvero temperature più basse e riduzione del consumo energetico rispetto alla serie Corsair VS.

Anche in questo caso la ventola  è da 120 mm, è un alimentatore silenzioso, con la regolazione automatica dei giri in base alla temperatura.

Una garanzia di 5 anni ti assicura il cambio gratuito in caso di guasti tecnici, uno tra i migliori alimentatori pc.

Corsair CX450M CP-9020101-EU Alimentatore ATX/EPS, Serie CXM, 450 W, certificazione 80+ Bronze, Semi Modulare, Nero
Amazon.it: EUR 92,08 EUR 54,99
Risparmio: EUR 37,09
Compra ora su Amazon.it! Disponibile
Risparmia EUR 37,09, ed ottieni una spedizione veloce e sicura!

 

EVGA SuperNOVA 

Migliore alimentatore PC fisso - Quale scegliere?

La serie per alimentatori PC EVGA Supernova non è molto conosciuta in sé, ma i suoi prodotti offrono ottime prestazioni, tanto che tutti coloro che hanno puntato su questo marchio per il proprio PC ne sono rimasti pienamente soddisfatti.

Questa serie è disponibile in quattro tagli di potenza, ovvero 550W, 650W, 75Ow, 850W.

Questo alimentatore PC fisso ha un design completamente modulare, ovvero non possiede i cavi fissi, utilizzando così solo i cavi di cui hai bisogno senza occupare spazio.

Questa serie ha anche una tra le certificazioni più alte, ovvero la certificazione d’efficienza 80 plus Gold, che sta ad indicare il 90%, quindi un minore consumo di corrente e un maggior risparmio.

La ventola montata è di ben 140 mm a doppio cuscinetto, super silenziosa, senza problemi legati alla temperatura grazie all’ECO control fan, ovvero la ventola non gira se la temperatura non supera i 45 °C.

Il pacchetto di protezioni per il giusto funzionamento di cui dispone è veramente completo: OVP (Over Voltage Protection), UVP (Under Voltage Protection), OCP (Over Current Protection), OPP (Over Power Protection) e SCP (Short Circuit Protection).

La EVGA per i suoi prodotti offre una garanzia completa di di 10 anni con il servizio di assistenza aperto  24/7, difficile trovare di meglio.

A livello di mercato è anch’esso uno tra i migliori alimentatori pc.

EVGA SuperNOVA G2 PSU 650W, Nero
Amazon.it: EUR 133,92 EUR 114,28
Risparmio: EUR 19,64
Compra ora su Amazon.it! Scorte in esaurimento
Risparmia EUR 19,64, ed ottieni una spedizione veloce e sicura!

Corsair AX

Migliore alimentatore PC fisso - Quale scegliere?

La Serie AX della Corsair è una tra le più performanti della casa e una delle migliori sul mercato, ma si sa, la qualità ha un prezzo maggiore.

Questa serie di alimentatore PC fisso è disponibile in tre diverse misure: 860W ,1200W e 1500W.

Come certificazione d’efficienza ha il livello più alto, ovvero la 80 Plus Platinum, riesce a sfruttare il 94% della corrente trasformata, producendo meno calore e riducendo gli sprechi di corrente a favore di una bolletta meno cara.

La ventola installata è da 140mm, molto silenziosa e con la temperatura controllata grazie alla modalità Zero RPM.

Il Corsair AX ha i cavi completamente modulari, permettendoti di utilizzare solo i cavi di cui hai bisogno, risultando più facile da installare, mantenendo comunque un case più pulito ed arieggiato senza ulteriori cavi sparsi.

Molto utile il supporto Corsair Link Digital di cui dispone, che ti permette di monitorare in tempo reale i dati del tuo alimentatore come la velocità di rotazione della ventola, l’erogazione di potenza e la possibilità di scegliere tra modalità a linea singola a +12V o a linea multipla direttamente dal vostro desktop.

Ottima anche la garanzia offerta dalla casa, 7 anni di copertura in caso di problemi di malfunzionamento, più che ottimo direi.

Corsair AX860i CP-9020037-EU Alimentatore digitale ATX/EPS Serie AXi da 860 Watt, Completamente Modulare con Certificazione 80 Plus Platinum
Amazon.it: EUR 269,99 EUR 219,88
Risparmio: EUR 50,11
Compra ora su Amazon.it! Disponibile
Risparmia EUR 50,11, ed ottieni una spedizione veloce e sicura!

Conclusioni

Se hai letto passo per passo questa guida, dovresti avere fatto un po’ di chiarezza sulle caratteristiche da tenere conto e di cosa hai bisogno effettivamente per il tuo PC.

Ad esempio la serie di alimentatori PC fissi Corsair VS e CX, sono più indicate per workstation, ovvero per lavoro, senza l’utilizzo di programmi pesanti o videogame impegnativi.

Mentre la serie EVGA e soprattutto la Corsair AX, è consigliata per un utilizzo ad alte prestazioni, ad esempio gaming o situazioni in cui l’overclocking è molto alto.

Mentre la scelta se modulare o non modulare è più soggettiva, io consiglierei uno modulare, in quanto offre molti vantaggi come il poco spazio occupato, un migliore arieggiamento del case ed esteticamente migliore.

Una cosa molto importante è controllare il livello di efficienza dell’alimentatore, in quanto può non sembrare, ma con il passare del tempo ti farà risparmiare una discreta somma di denaro.

Migliore alimentatore PC fisso – Quale scegliere?
Michele Zigliani

]]>
https://www.robadainformatici.it/migliore-alimentatore-pc-fisso/feed/ 0 8027
Migliori ripetitori WiFi – La lista definitiva https://www.robadainformatici.it/migliori-ripetitori-wifi/ https://www.robadainformatici.it/migliori-ripetitori-wifi/#respond Mon, 14 Aug 2017 18:54:27 +0000 https://www.robadainformatici.it/?p=8062 Roba Da Informatici
Roba Da Informatici - Le Migliori Recensioni e Tutorial di Sempre

Se stai cercando di amplificare la rete wireless della tua abitazione o del tuo ufficio, devi provare a cercare tra i migliori ripetitori wifi, che ti daranno sicuramente una mano. Questi dispositivi, sono in grado di captare in un locale o all’esterno il segnale della rete WiFi, e di rilanciarlo nell’aria, senza dover utilizzare nessun …

Migliori ripetitori WiFi – La lista definitiva
Matteo Zigliani

]]>
Roba Da Informatici
Roba Da Informatici - Le Migliori Recensioni e Tutorial di Sempre

Se stai cercando di amplificare la rete wireless della tua abitazione o del tuo ufficio, devi provare a cercare tra i migliori ripetitori wifi, che ti daranno sicuramente una mano.

Questi dispositivi, sono in grado di captare in un locale o all’esterno il segnale della rete WiFi, e di rilanciarlo nell’aria, senza dover utilizzare nessun cavo.

Sono parecchio utili per le loro piccole dimensioni, e perché potrai spostarlo tranquillamente ovunque ti serva, senza avere dei cavi da ricollegare.

Amplificare la WiFi di casa tua, ti renderà la vita più facile, e non dovrai più stare attento a dove ti trovi per paura di perdere la connessione ad internet.

Sei pronto a scoprirli tutti? Partiamo!

Migliori ripetitori WiFi - La lista definitiva

Cos’è un ripetitore WiFi?

Prima di partire subito a dirti quali sono i migliori ripetitori WiFi che ci sono sul mercato, volevo spendere alcune parole per, spiegarti bene che cos’è un WiFi repeater ed a cosa serve.

Un range extender WiFi (in inglese), è un dispositivo che riesce a captare un segnale wireless, ed a ripeterlo nell’aria, in una direzione dove non vi è campo.

La peculiarità di questi apparati, è che una volta configurati è possibile spostarli tranquillamente, senza dover collegare fili e quant’altro.

Sono provvisti solamente di una presa della corrente elettrica, e ti basterà solo spostarlo per avere il segnale wireless in un’altra zona.

Ovviamente vi sono alcuni svantaggi nel rilanciare il segnale con un ripetitore WiFi.

Amplificare la tua rete wireless, farà si che il throughput diminuisca del 50%, poiché vengono raddoppiate le trasmissioni wireless, con un raddoppio delle interferenze sugli altri canali wireless.

Ovviamente non è un fattore determinante, ed i tuoi dispositivi funzioneranno correttamente, poiché ti basterà solamente avere un ottimo modem router WiFi.

C’è da segnalare anche che un amplificatore di segnale WiFi, al contrario di un access point, potrebbe creare una nuova rete con un nuovo SSID (nome della rete wireless), anche se dipende totalmente dalla rete principale.

Anche ciò non ti creerà particolari problemi, poiché potrai entrare nelle impostazioni del tuo ripetitore wireless, e modificare il nome della rete WiFi generata.

Tipi di WiFi e bande supportate dai ripetitori WiFi

Un aspetto molto importante da valutare nel momento in cui si sceglie di amplificare la WiFi di una rete già esistente, sono la tipologie di frequenze utilizzata dal router già in possesso.

Devi sapere che una rete wireless, viene trasmessa sfruttando due bande: da 2,4 GHz e da 5 GHz.

La prima è quella classica e tradizionale, e tutti i dispositivi sono in grado di supportarla.

E’ la classica sigla che trovi sulle confezioni, che è indicata come n300, n600.

Nel caso avessi un router che supporta la rete a 2,4 GHz ed a 5 GHz, quindi la WiFi AC, devi assicurarti che il range extender che stai andando ad acquistare sia in grado di supportarle entrambi.

In parole povere, se acquisterai un ripetitore on grado di supportare una rete wireless di tipo AC, sarà compatibile con tutti i router. 😉

Altre informazioni sui ripetitori WiFi

Alcuni wifi repeater, possiedono anche un connettore per jack a 3,5 mm, il che collegandoci un impianto audio di qualsiasi tipo, potrai ascoltare la musica in streaming in qualsiasi punto tu sia. Ti basterà scegliere la canzone da ascoltare.

Altro consiglio utile che ti posso dare prima di acquistare un ripetitore WiFi, è di dare un’occhiata al tuo router.

Se ne hai più di uno, è bene che controlli che esso non abbia l’impostazione access point / ripetitore wifi, poiché potresti fare a meno di acquistare un range extender in questo caso. 😉

Quasi tutti i router wireless di ultima generazione, sono in grado di farlo.

Una cosa parecchio importante da ricordare, è che non hai bisogno di avere tutti i dispositivi di rete mono marca, per far si che esso funzioni.

Casi di utilizzo di un ripetitore WiFi

Per farti un esempio io ho la mia Playstation 4 lontana dal mio router, e devo attraversare un muro piuttosto spesso.

Quando giocavo online ai miei titoli preferiti, notavo di avere un ping piuttosto elevato.

Ho piazzato a metà strada un range extender, ed ho risolto il mio problema, poiché finalmente la mia console, riusciva a captare bene il segnale della rete senza fili.

Se ad esempio utilizzi delle telecamere ad IP in WiFi, e magari il segnale non è abbastanza potente per supportare lo streaming, puoi utilizzare un amplificatore di segnale wireless, per riuscire a registrare senza alcuna interruzione.

Pensa in quanti utilizzi puoi dedicare un apparecchio come un WiFi repeater, grazie alla sua mobilità ed alla facilità di utilizzo.

Migliori ripetitori WiFi – Le recensioni

Ora che hai capito cos’è un wireless repeater ed hai capito come funziona un amplificatore di segnale wifi, non ti rimane che valutare il tuo acquisto per estendere la wifi di casa tua o del tuo ufficio.

Se hai seguito tutti i miei consigli, ti posso dire di valutare bene il migliore per le tue necessità, e non guardando solo al denaro. 😉

TP-Link TL-WA850RE

Migliori ripetitori WiFi - La lista definitiva

Ripetitore wifi TP-Link utile per chi ha un ruoter wireless in grado di funzionare solo con la banda di frequenza a 2,4 GHz.

Grazie a questo range extender, potrai facilmente amplificare il segnale wifi nelle stanze, e nel caso fosse necessario, collegare anche un qualsiasi dispositivo con il cavo ethernet.

Potrai connettere alle rete velocemente i dispositivi grazie al tasto WPS.

La configurazione è veloce e semplice e non necessita nessuna conoscenza. 😉

Per la banda da 2,4 GHz e per i router semplici, assolutamente uno tra i migliori ripetitori WiFi.

TP-Link TL-WA850RE Range Extender Universale N300, 300 Mbps, 1 Porta LAN, Bianco
Amazon.it: EUR 44,90 EUR 21,99
Risparmio: EUR 22,91
Compra ora su Amazon.it! Disponibile
Risparmia EUR 22,91, ed ottieni una spedizione veloce e sicura!

 

TP-Link RE200

Ripetitore WiFi TP-Link AC 750, per chi ha router in grado di utilizzare tutte e due le bande di frequenze disponibili, ossia a 2,4 GHz ed a 5 GHz.

Anch’esso possiede una porta ethernet per il collegamento di un dispositivo cablato.

I LED di controllo sul frontale del potenziatore WiFi, sono disattivabili.

Se vuoi amplificare la WiFi e non hai un grosso budget, ma hai bisogno di tutte le funzionalità, questo è uno tra i migliori ripetitori WiFi.

TP-Link RE200 Range Extender Universale/Ripetitore Wi-Fi AC750, Dual Band fino a 750 Mbps, 1 Porta Lan, Tecnologia AC, Installazione Istantanea con Tasto WP, 3 Antenne Interne
Amazon.it: EUR 54,99 EUR 29,99
Risparmio: EUR 25,00
Compra ora su Amazon.it! Disponibile
Risparmia EUR 25,00, ed ottieni una spedizione veloce e sicura!

 

Netgear EX6120-100PES

Migliori ripetitori WiFi - La lista definitiva

Ripetitore wifi Netgear in grado di supportare il protocollo AC fino a 1200 Mbps.

La guida in italiano ed il software della casa madre, sono sempre stati il punto forte dei loro dispositivi.

Al prezzo indicato e per la potenza e qualità che offre, è assolutamente un prodotto da non sottovalutare, ed a mio parere anch’esso uno dei migliori ripetitori wifi.

Netgear EX6120-100PES Ripetitore Wireless AC1200 Mbps, Dual Band, Access Point Mode, 1 Porta Fast, Antenne Esterne, Bianco
Amazon.it: EUR 48,40 Compra ora su Amazon.it! Disponibile
Ottieni il miglior prezzo ed una spedizione veloce e sicura!

 

Asus RP-AC68U

Migliori ripetitori WiFi - La lista definitiva

Dopo aver visto i range extender economici e di fascia media, ecco uno dei TOP di gamma, un ripetitore WiFi Asus, in grado di supportare fino a 1900 Mbps sul protocollo AC.

Oltre ad amplificare il segnale wireless con ben 1900 Mbps di banda, questo repeater wireless possiede un LED che è in grado di indicare il punto migliore per il posizionamento.

Grazie alle sue 5 Porte Gigabit sul retro, sarà possibile collegare qualsiasi dispositivo cablato.

Con la porta USB 3.0, potrai collegare qualsiasi tipo di stampante o hard disk per condividere i tuoi file.

Supporta il roaming di Asus, per non dover commutare manualmente la rete WiFi quando ti sposti per le stanze.

Puoi leggere qui, la recensione completa di questo prodotto, considerato uno tra i migliori ripetitori WiFi in commercio.

Asus RP-AC68U Range Extender Universale AC1900 Dual Band, Ripetitore Wireless con Funzione Access Point e Media Bridge con Porte USB 3.0 e 5 Porte Gigabit Ethernet
Amazon.it: EUR 199,90 EUR 106,99
Risparmio: EUR 92,91
Compra ora su Amazon.it! Disponibile
Risparmia EUR 92,91, ed ottieni una spedizione veloce e sicura!

 

Netgear EX7000-100PES

Migliori ripetitori WiFi - La lista definitiva

Ripetitore WiFi Netgear, uno tra i modelli top che la casa mette a disposizione.

Potrai sfruttare questo ripetitore wireless anche come access point, e collegare fino a 5 dispositivi cablati, grazie alle 5 porte ethernet sul retro.

Possiede un processore dual core da 1 GHz, per dar maggiore potenza allo streaming ed il gaming online.

E’ facilissimo da installare, e possiede anche una porta USB 3.0, per condividere file e stampanti sulla rete.

Tra i modelli top e sicuramente uno tra i migliori ripetitori wireless in commercio.

Netgear EX7000-100PES AC1900 Mbps Nighthawk WiFi Range Extender Universale, Ripetitore Wireless Dual Band, Access Point Mode, 5 Porte Gigabit, 1 Porta USB 3.0, Antenne Esterne, Nero
Amazon.it: EUR 165,00 EUR 139,99
Risparmio: EUR 25,01
Compra ora su Amazon.it! Disponibile
Risparmia EUR 25,01, ed ottieni una spedizione veloce e sicura!

 

Conclusioni

Se vuoi amplificare e potenziare il segnale wireless nella tua abitazione, e non vuoi sconvolgere i cavi ed i muri, scegliere uno tra i migliori ripetitori wifi, potrebbe fare al caso tuo.

Non avrai nessun cavo di rete da posare, e soprattutto per funzionare basterà una presa della corrente elettrica.

Se hai tanti piani, tante stanze, ecc, un WiFi extender migliore potrebbe fare al caso tuo.

Migliori ripetitori WiFi – La lista definitiva
Matteo Zigliani

]]>
https://www.robadainformatici.it/migliori-ripetitori-wifi/feed/ 0 8062
Samsung SSD 960 EVO – La recensione completa https://www.robadainformatici.it/samsung-ssd-960-evo-recensione/ https://www.robadainformatici.it/samsung-ssd-960-evo-recensione/#respond Wed, 09 Aug 2017 15:24:25 +0000 https://www.robadainformatici.it/?p=7279 Roba Da Informatici
Roba Da Informatici - Le Migliori Recensioni e Tutorial di Sempre

Samsung SSD 960 EVO è un hard disk di tipo SSD conosciuto tra gli addetti ai lavori con l’identificativo MZ-V6E250BW. Lo scopo delle migliori configurazioni desktop è raggiungere le più alte prestazioni possibili e immaginabili. Sono tante le componenti da valutare per ottenere la possibilità di effettuare le operazioni più complesse nel minor tempo possibile. …

Samsung SSD 960 EVO – La recensione completa
Matteo Zigliani

]]>
Roba Da Informatici
Roba Da Informatici - Le Migliori Recensioni e Tutorial di Sempre

Samsung SSD 960 EVO è un hard disk di tipo SSD conosciuto tra gli addetti ai lavori con l’identificativo MZ-V6E250BW.

Lo scopo delle migliori configurazioni desktop è raggiungere le più alte prestazioni possibili e immaginabili.

Sono tante le componenti da valutare per ottenere la possibilità di effettuare le operazioni più complesse nel minor tempo possibile.

Tra blocchi di RAM sempre più massicci, processori sempre più potenti e le ultime schede video sul mercato non si sa mai che cosa scegliere.

In tanti però tendono ancora a sottovalutare il tipo di unità da adoperare per l’archiviazione dei dati.

La grande differenza nella configurazione di un pc spesso sta nell’utilizzo o meno di un’unità SSD.

Un supporto SSD funziona esattamente come un normale hard disk SATA o HDD.

Si installa pressoché allo stesso modo e ci fai quello che faresti con un normale hard disk. Solo molto più in fretta.

Questo hard disk SSD è il top della gamma Samsung, ideato per chi ha bisogno di alte performance ed elevata affidabilità sul proprio pc.

Il 960 EVO può vantare la reputazione di hard disk più veloce che esista sul mercato informatico nel 2017.

Si può davvero trascurare l’utilizzo di un SSD nella configurazione avanzata ad alte prestazioni di un pc?

Continua a leggere la recensione che ho preparato per te e scoprirai se questo componente è così utile come dicono per aumentare le prestazioni del pc.

Samsung SSD 960 EVO - La recensione completa

Samsung SSD 960 EVO – La recensione completa

L’ultimo arrivato nella famiglia EVO di Samsung si presenta subito come pioniere che vuole mantenere il primato della casa produttrice.

Una miriade di nuove caratteristiche insieme al lampante implemento di prestazioni vuole spingere l’utente ad abbandonare l’interfaccia SATA.

Prestazioni e durata garantita per almeno 3 anni diventano il cavallo di battaglia del 960 EVO.

Puoi già vedere il prodotto a questo link su Amazon.

Hai davanti un SSD che ha dominato il mercato di fine 2016 e che intende rinnovare la promesse con nuovi aggiornamenti previsti nel corso del 2017.

Completano l’offerta un bundle di tool in grado di semplificarti la vita nell’installazione e nella gestione del miglior SSD sulla piazza.

Se non hai mai provato l’esperienza di un SSD ti comunico che la tua esperienza utente sta per cambiare radicalmente.

Che stai aspettando? Continua a leggere per scoprire tutte le valide ragioni per portarti a casa questo eccellente ritrovato della tecnologia.

Samsung SSD 960 EVO – Dimensioni e design

MZ-V6E250BW è un SSD molto compatto.

Le sue dimensioni contenute sono limitate a 8 x 2,2 x 0,2 cm.

Il peso si riduce a soli 9 g.

All’interno dell’SSD, Samsung ha integrato una piastra di rame tra i livelli adesivi e le stampe sull’etichetta.

Questa nuova costituzione è stata concepita per aiutare a dissipare il calore ad alte temperature.

Rispetto ad uno degli immediati precedenti modelli, il Samsung 950 PRO, il nuovo 960 EVO soffre molto meno il caldo.

Di fatto è in grado di operare 16 secondi più a lungo prima che venga innescato il DTG, che riduce le prestazioni a favore della sicurezza.

Samsung SSD 960 EVO - La recensione completa

Samsung SSD 960 EVO – Specifiche tecniche

I dischi a stato solido Samsung 960 EVO esistono in tre diverse taglie.

Il più piccolo è da 256GB, il medio da 500GB e il più grande da 1TB.

Come ti spiegherò in seguito, oltre alla capacità ci sono delle “sottili” differenze tra ognuno delle tre edizioni del supporto di archiviazione.

L’SSD 960 EVO si fa notare per le elevate prestazioni in lettura e scrittura dati.

Le prestazioni dichiarate dalla casa sono altissime.

La velocità in lettura raggiunge i 3.200MB/s.

La velocità in scrittura tocca invece i 1.900MB/s.

Un tale incremento di prestazioni sembra essere dovuto all’impiego di un driver nativo, conosciuto come Driver 2.0.

Se vorrai mantenere le prestazioni del tuo hard disk quanto più elevate possibili dovrai prestare attenzione a temperature e manutenzione del pc.

La capacità di operazione è descritta in un intervallo di temperature tra 0° e 70°.

L’algoritmo di sicurezza è cifrato a 256-bit AES.

Samsung SSD 960 EVO – Installazione e montaggio

Se non vuoi incappare in alcune restrizioni che impediranno il corretto funzionamento dell’SSD basta che fai attenzione a quanto sto per dirti.

Dovrai prima di tutto verificare la compatibilità del dispositivo con la scheda madre montata sul tuo pc.

Una volta che sarai sicuro della compatibilità hardware, farai bene ad aggiornare il bios all’ultima release disponibile.

Se una volta che avrai montato il disco, il pc non dovesse ancora riconoscerlo, puoi provare in extremis a riformattare il 960 EVO.

Per farlo puoi utilizzare uno fra i tanti software specifici per il management di partizioni di sistema.

Ci sono soluzioni gratuite come MiniTool Partition Wizard Free oppure premium come AOMEI Partition Assistant Standard Edition.

Ma procediamo per gradi: come capire se il Samsung SSD 960 EVO è compatibile con la tua scheda madre?

Continua a leggere: sto per rivelartelo.

La famiglia M.2

Il formato M.2 è il prossimo standard del mercato SSD che Samsung ha pionieristicamente deciso di integrare da subito nella serie EVO.

La sigla M.2 è un particolare identificativo che cataloga l’SSD 960 EVO in base al connettore che ci serve per poterlo installare.

Per poterlo montare sul nostro pc abbiamo bisogno del connettore M.2 di tipo M, con supporto per il protocollo NVMe, disponibile sulla nostra scheda madre.

Per sfruttare i reali vantaggi di questo SSD a piena potenza, sarebbe ottimale avere l’interfaccia M.2 Connector PCIe Gen3 x4.

Prima dell’installazione dovrai verificare la presenza di questa attacco sulla motherboard del tuo pc.

In caso non fosse presente, non disperare. Potrai usufruire delle elevate prestazioni del 960 EVO utilizzando un adattatore.

L’adattatore M.2 andrà posizionato nel connettore standard presente in tutte le schede madre.

Ti informo che questo accessorio non è incluso nella confezione, ma in caso di necessità potrai acquistarlo da Amazon.

Per funzionare sul portatile sarà necessario lo slot di tipo M o di tipo B+M. Puoi reperire queste informazioni dal manuale del tuo notebook.

Se il tuo notebook non disponesse della connessione sopra indicata e non vuoi correre il rischio di utilizzare un adattatore, puoi valutare alcuni tra gli altri migliori SSD in vendita.

Il sistema operativo

Per rendere operativo il tuo nuovo SSD 960 EVO dopo l’installazione avrai a disposizione due modi.

Puoi decidere di procedere all’installazione manuale di un sistema operativo.

In caso avessi scelto Windows 10, dovrai prima acquistare una copia autentica del sistema operativo.

Andrà benissimo sia una copia digitale che fisica, se il tuo pc possiede il lettore dvd.

Come sempre, potrai effettuare l’acquisto di entrambe le versioni di Windows 10 da Amazon.

E se invece avessi già una copia di Windows 10 attiva su un tuo vecchio pc?

Nessun problema. E’ possibile trasferire tutto sul nuovo SSD.

Samsung Magician e Data Migration

Samsung ha predisposto due software gratuiti per chi volesse clonare il proprio HD Sata su un nuovo SSD.

Questa suite serve proprio a semplificare un processo che normalmente ti darebbe diversi grattacapi.

Magician è il software che ti consente di analizzare lo stato del tuo hard disk e di valutare al meglio le opzioni di gestione.

Tra i tanti vantaggi, permette anche di aggiornare il firmware dell’SSD Samsung qualora ne venga rilasciato uno nuovo.

E’ uno strumento fondamentale per monitorare la resa dello spazio di archiviazione e gli interventi da fare sui file allocati nelle varie partizioni.

Data Migration ha un nome abbastanza esplicativo.

Il programma è in grado di clonare per intero il tuo attuale disco dati direttamente nel nuovo SSD Samsung.

In questo modo non solo non dovrai acquistare un nuovo sistema operativo, ma manterrai l’attuale configurazione del tuo computer.

Quando il trasferimento sarà completato, la tua unità manterrà l’attuale sistema operativo, i programmi che hai già installato e i file al suo interno.

Prova allora ad effettuare un’operazione: ti accorgerai dell’incredibile aumento di prestazioni avvenuto nel tuo computer.

Samsung SSD 960 EVO - La recensione completa

Samsung SSD 960 EVO – Incremento di prestazioni

Samsung SSD 960 EVO è il dispositivo di archiviazione ideale sul quale alloggiare il sistema operativo.

Questo SSD ti garantirà un’estrema velocità in lettura e scrittura dati.

Rispetto ad un tradizionale hard disk, la velocità di un pc con a bordo un SSD 960 EVO viene aumentata di almeno 6 volte.

Il 960 EVO si rivela un potente alleato non solo all’avvio del pc, ma anche nel caricamento di giochi e app pesanti.

Prendiamo ad esempio il gioco Call of Duty: Modern Warfare 2.

Nella sua edizione per pc il gioco pesa oltre 60GB.

Grazie alle elevate prestazioni dell’SSD Samsung sarai in grado di avviare lo sparatutto in appena 11 secondi.

Un fattore importante del quale tenere conto è il metodo usato per diminuire le temperature del modulo di archiviazione.

Il raffreddamento del supporto viene ottenuto tramite delle placchette di rame al di sotto degli adesivi.

Questo sistema garantirà alle tue sessioni al computer il massimo silenzio.
Un hard disk silenzioso è sicuramente un indubbio vantaggio.

Ti accorgerai del rovescio della medaglia solo se porterai il 960 EVO al di sopra della temperatura critica.

Se questo avverrà spesso, rischierai di compromettere irreparabilmente la longevità del supporto.

Riuscire ad evitarlo è però alquanto semplice.

I supporti SSD, in particolare il 960 EVO, è adatto ad ospitare soltanto il sistema operativo e l’installazione dei software essenziali.

Per i file e i programmi che non richiedono grosse capacità di calcolo ti consiglio caldamente di adoperare un hard disk secondario.

Lo spostamento e la riscrittura di file numerosi o di grandi dimensioni contribuirà al surriscaldamento del dispositivo.

Meglio quindi non rischiare danni irreparabili per questioni inutili e procurarsi da subito un normale hard disk secondario.

Samsung SSD 960 EVO – Contenuto della confezione

Ti ricordo che la periferica della Samsung viene venduta senza partizione o sistema operativo integrato.

L’hard disk deve essere prima montato sul computer per poi procedere con l’installazione di Windows 10 o di altri sistemi operativi.

La confezione della serie EVO non include il connettore necessario a clonare il tuo attuale hard disk all’interno dell’SSD.

Non è presente nemmeno alcun adattatore per connettersi all’interfaccia M.2.

Potrai rimediare ordinando gli appositi componenti dallo store di Amazon.

Se acquisterai una delle tre versioni del [amazon_textlink asin=’B01M211K53′ text=’Samsung SSD 960 EVO dal sito di Amazon’ template=’ProductLink’ store=’robddainfo-21′ marketplace=’IT’ link_id=’13850525-4fbc-11e7-9a99-d54c223a10d1′], nella confezione troverai:

  • un Samsung SSD 960 EVO
  • viti di fissaggio
  • manuale di avvertenze
  • disco con software Samsung

 

Il non plus ultra della gamma 960

Per chi esigesse il massimo dal proprio SSD, Samsung ha dedicato anche al 960 EVO il rispettivo [amazon_textlink asin=’B01M210JMG’ text=’upgrade alla versione PRO’ template=’ProductLink’ store=’robddainfo-21′ marketplace=’IT’ link_id=’2ea5e7fc-4fbc-11e7-9f68-1b3a1ec46022′].

In questa edizione lo spazio di archiviazione è stato espanso fino al raggiungimento dei 2TB.

Bisogna ringraziare il lavoro svolto dai nuovi moduli V-NAND MLC 2bit, caratterizzata da 16 strati da 32GB.

Come è ovvio aspettarsi, è notevole anche l’incremento di prestazioni.

Si sale di parecchio, rispettivamente a 3.500 MB/s e 2.100 MB/s per velocità di lettura e scrittura.

Inoltre la versione Pro dell’SSD 960 subirà un calo di prestazioni minore anche quando raggiungerà temperature superiori.

Questo è uno dei motivi per cui la durata del PRO viene garantita per cinque anni anziché solo per tre anni.

Samsung SSD 960 EVO - La recensione completa

 

Conclusioni

Samsung SSD 960 EVO è attualmente uno dei migliori SSD disponibile in vendita.

Il 960 EVO mantiene elevato il valore nel mercato consumer stabilito da Samsung negli ultimi anni.

Se sei in vena di spese più sostenute, potresti optare per acquistare la versione da 500GB oppure 1TB.

Diversi test sul campo lo danno favorito rispetto alle prestazioni ridotte della versione base da 250GB.

La Nand dei modelli 500GB e 1TB è catalogata come Samsung 48-Layer TLC (256Gb Die).

Stesso accorgimento anche per la velocità di scrittura, aumentata a 1800 MB/s e 1900 MB/s nelle due versioni maggiori.

Il gap di prezzo non è solo relativo all’aumento della capacità ma anche ad un ulteriore aumento delle prestazioni generali.

Tuttavia, qualunque sia la tua scelta, non potrai certo pentirti di esserti regalato il meglio che puoi trovare sul mercato dei solid state disk per il resto del 2017.

Puoi guardare tutti i Samsung 960 EVO a questa pagina.

Samsung SSD 960 EVO – La recensione completa
Matteo Zigliani

]]>
https://www.robadainformatici.it/samsung-ssd-960-evo-recensione/feed/ 0 7279
Migliori access point – La lista definitiva https://www.robadainformatici.it/migliori-access-point-la-lista-definitiva/ https://www.robadainformatici.it/migliori-access-point-la-lista-definitiva/#respond Mon, 07 Aug 2017 15:24:06 +0000 https://www.robadainformatici.it/?p=8034 Roba Da Informatici
Roba Da Informatici - Le Migliori Recensioni e Tutorial di Sempre

Quando la WiFi del router di casa non riesce a coprire interamente la tua abitazione, devi ricorrere a dei rimedi e scegliere tra i migliori access point in commercio. Parecchie volte quando si ha il router del provider in comodato d’uso, non è molto potente e non riesce ad espandere il segnale wireless per tutta …

Migliori access point – La lista definitiva
Matteo Zigliani

]]>
Roba Da Informatici
Roba Da Informatici - Le Migliori Recensioni e Tutorial di Sempre

Quando la WiFi del router di casa non riesce a coprire interamente la tua abitazione, devi ricorrere a dei rimedi e scegliere tra i migliori access point in commercio.

Parecchie volte quando si ha il router del provider in comodato d’uso, non è molto potente e non riesce ad espandere il segnale wireless per tutta la tua casa.

Per fare ciò esistono degli apparecchi che grazie ad un cavo collegato al router principale, generano una nuova rete WiFi per arrivare dove prima non potevi collegarti alla rete senza fili.

Magari ti è già capitato di dare uno sguardo a questi dispositivi di rete, ma hanno un sacco di sigle e non hai compreso bene la differenza tra uno e l’altro.

Allora ecco che ti ho preparato un bell’articolo, dove potrai imparare a distinguere i vari modelli, ed a capire le maggiori differenze in modo da effettuare l’acquisto del miglior access point.

Sei pronto? Si inizia!

Migliori access point - La lista definitiva

Cos’è un access point?

Partiamo subito con il dire cos’è un access point. Poiché spesso viene considerato come un oggetto misterioso e non si sa bene quale sia il suo utilizzo.

Un access point, non è altro che un dispositivo in rete che mette a disposizione una rete WiFi al quale è possibile collegarsi per poter accedere alla rete locale ed a internet.

Il collegamento alla LAN, viene effettuato tramite un cavo collegato al router principale, il quale svolge il compito di instradare il traffico.

Un access point può essere utilizzato per creare una rete wireless, nel caso il tuo router non ne abbia la possibilità, oppure per aggiungere un ulteriore WiFi con delle regole di accesso diverse.

Tipologie di access point

Cercando per il web con l’intento di scovare i migliori access point, potrai trovarne di tanti tipi, ed ognuno differisce dall’altro per caratteristiche tecniche.

Partiamo con l’analizzare le varie tipologie a cui ti potresti trovar di fronte:

  • Access point AC:  questi access point sono in grado di generare una rete wireless utilizzando il protocollo AC, il quale mediante l’utilizzo e la combinazione di due bande di frequenze, ossia a 2,4 GHz e 5 GHz, sono in grado di raggiungere velocità di download e upload elevate, si possono chiamare anche access point dual band.
  • Access point POE: Tramite la sigla POE (Power Over Ethernet), significa che il tuo access point sarà alimentato grazie al cavo ethernet, il quale oltre a portare la rete, si preoccuperà di portare anche l’energia elettrica necessaria al funzionamento dello stesso. L’energia elettrica viene mandata tramite un particolare alimentatore, oppure tramite uno switch POE.
  • Access point da esterno: per l’esterno della tua abitazione, devi utilizzare dei dispositivi adatti a resistere al caldo e al freddo. Ovviamente non dovrai posizionarli al sole, ma sotto una tettoia, riparati anche dalla pioggia.
  • Access point USB: tramite una normalissima porta USB del tuo computer fisso o portatile, puoi generare una rete WiFi grazie a delle chiavette, utili quando non hai a disposizione una rete senza fili e devi utilizzare un tablet ad esempio.
  • Access point professionali: per delle reti aziendali o molto evolute, ci sono in commercio dei dispositivi in grado di creare più reti WiFi, permettendo l’accesso solo a determinati utenti. Sono più costosi, ma hanno un livello di personalizzazione più elevato.

Alcune informazioni sugli access point

A differenza di un router WiFi, c’è da precisare che un access point wireless non crea una nuova rete, ma estende quella già esistente.

I migliori access point in commercio, sono in grado di farti collegare al più vicino a te, nel caso ce ne fossero più di uno, questa tecnologia si chiama roaming.

E’ consigliato avere un access point che supporti il beamforming, in modo che il range della WiFi, venga direzionato verso i dispositivi più lontani, permettendo comunque una navigazione stabile.

Sui router WiFi di ultima generazione, è quasi sempre possibile attivare la funzione access point, in modo da non dover creare una nuova rete all’interno della tua LAN. Se hai un altro router, controlla che supporti questa funzionalità. 😉

Quando stai per acquistare un access point WiFi, noterai che nel nome del dispositivo è sempre indicato un numero del tipo: AC750, AC1750, n300, ecc…

Queste sigle indicano gli Mbps, che la rete wireless generata dal WiFi access point sarà in grado di supportare.

Quando compri un prodotto di questo tipo, mi raccomando non farti ingannare dalla quantità di antenne presenti, ma basati sulla tabella delle specifiche tecniche, guardando bene la quantità di Mbps che sono in grado di supportare.

Migliori access point – Le recensioni

Perfetto! Ora che hai capito quali tipologie di access point vi sono in commercio, ed hai trovato le varie informazioni per poterne scegliere uno, passiamo alla lista dei migliori access point che in questo momento, hanno caratteristiche tecniche ed un rapporto qualità/prezzo, superiore alla media.

TP-Link TL-WA801NDMigliori access point - La lista definitiva

Access point TP-Link dalla semplice configurazione e parecchio competitivo sul piano qualità/prezzo.

Non eccede di funzionalità, ma è parecchio utile per chi deve portare la rete wireless in alcune stanze.

E’ un access point POE, poiché può essere alimentato tramite il cavo ethernet fino ad una distanza di 30 metri, e le antenne sono removibili per posizionarne di più potenti.

Supporta il WiFi multimedia (WMM), una tecnologia in grado di garantire un’ottima qualità sul VoIP, contemporaneamente allo streaming sulla rete di contenuti multimediali.

Se non hai un budget elevato, e devi portare la WiFi in spazi troppo grandi, questo Access point TP-Link potrebbe essere la scelta perfetta per te. 😉

Sul rapporto qualità prezzo, è sicuramente uno dei migliori access point wireless.

TP-Link TL-WA801ND Access Point Wireless, 300 Mbps, 2 Antenne Esterne, WPS, PoE
Amazon.it: EUR 42,00 EUR 27,99
Risparmio: EUR 14,01
Compra ora su Amazon.it! Disponibile
Risparmia EUR 14,01, ed ottieni una spedizione veloce e sicura!

 

ZyXEL NBG6515Migliori access point - La lista definitiva

Access point ZyXEL dual band con WiFi AC1000, ossia in grado di trasferire fino a 1000 Mbps sulla rete LAN.

Possiede 4 porte ethernet per collegarvi dei dispositivi cablati e può funzionare anche da ripetitore e router.

Un’ alternativa a basso costo con ottime prestazioni, uno tra i migliori access point in commercio.

ZyXEL NBG6515 - wireless routers (Dual-band (2.4 GHz / 5 GHz), WPS, IEEE 802.11ac, Gigabit Ethernet, Black, IEEE 802.11a, IEEE 802.11ac, IEEE 802.11b, IEEE 802.11g, IEEE 802.11n)
Amazon.it: EUR 43,99 Compra ora su Amazon.it! Disponibile
Ottieni il miglior prezzo ed una spedizione veloce e sicura!

 

Netgear WAC104-100PESMigliori access point - La lista definitiva

Access point Netgear che potrebbe rivelarsi parecchio utile nel caso, oltre ad avere dispositivi che funzionano in WiFi, avessi anche qualcosa da collegare con il cavo di rete ethernet.

Oltre ad erogare una rete wireless da 1200 Mbps, possiede sul retro 4 porte ethernet.

Grazie al software installato su questi access point Netgear, puoi gestire con facilità i client connessi, che possono essere fino a 128 contemporaneamente.

Grazie alla sua versatilità può sicuramente essere considerato uno dei migliori access point in commercio, se fai parecchio streaming e non hai un super budget è il prodotto più consigliato. 😉

Netgear WAC104-100PES Access Point Wireless AC 1200, 802.11, Dual Band, 4 Porte Gigabit, Nero
Amazon.it: EUR 76,90 EUR 75,98
Risparmio: EUR 0,92
Compra ora su Amazon.it! Disponibile
Risparmia EUR 0,92, ed ottieni una spedizione veloce e sicura!

 

TP-LINK EAP110-OUTDOORMigliori access point - La lista definitiva

Access point TP-Link vero e proprio gioiellino per chi vuole espandere la rete WiFi anche all’esterno dell’abitazione oppure nei capannoni di un’azienda.

Possiede una protezione IP 65, il che indica la totale resistenza alla polvere e all’acqua.

Le antenne omnidirezionali, sono removibili, in modo che tu possa sostituirle con due di potenza ancora maggiore.

E’ un access point POE, e l’apposito alimentatore è incluso nella confezione.

Uno tra i migliori access point POE per esterno.

NUOVO TP-LINK EAP110-OUTDOOR 300MBPS WIRELESS N OUTDOOR ACCESS |POINT
Amazon.it: EUR 99,99 EUR 45,99
Risparmio: EUR 54,00
Compra ora su Amazon.it! Disponibile
Risparmia EUR 54,00, ed ottieni una spedizione veloce e sicura!

 

TP-Link EAP225Migliori access point - La lista definitiva

Access point professionali TP-Link con fissaggio a muro.

La gestione semplificata di questi dispositivi di rete, fa si che tu possa averne all’interno della tua infrastruttura anche centinaia.

Ad esempio potresti averne 2 – 3 -4 nella tua abitazione, per poter avere una rete wireless unificata.

Quando ti sposti negli ambienti, gli access point saranno in grado di riconoscere la tua vicinanza ad un dispositivo, ed  in automatico verrai spostato sull’access point più vicino a te, senza perdere il collegamento.

Il captive portal ti aiuterà a gestire gli accessi degli ospiti.

Possono essere alimentati in Standard POE, oppure con l’apposito alimentatore.

Grazie alle loro piccole dimensioni, non sono per nulla ingombranti, ed anzi, sono anche belli alla vista, sicuramente tra i migliori access point in circolazione.

TP-Link EAP225 Access Point Wi-Fi AC1200 Dual Band Wireless AP, Supporto PoE 802.3af ,1 Porta Gigabit, Gestione Centralizzata,Captive Portal ,Supporto Band
Amazon.it: EUR 149,90 EUR 70,98
Risparmio: EUR 78,92
Compra ora su Amazon.it! Disponibile
Risparmia EUR 78,92, ed ottieni una spedizione veloce e sicura!

 

Ubiquiti Networks UAP-AC-LRMigliori access point - La lista definitiva

Access point Ubiquiti, anch’esso un vero e proprio gioiello per la propria rete wireless.

Ti basterà configurare il primo, e tutti gli altri che aggiungerai si auto-configureranno, e potrai posizionarli ovunque tu voglia.

Il software di gestione è avanzatissimo, ed in semplicità ti permetterà di applicare tutte le impostazioni che vorrai.

Vengono alimentati in POE tramite un alimentatore incluso nella confezione, compresa vi è anche la base per il fissaggio a muro.

Senza avere un firewall, potrai creare una rete per gli ospiti, i quali non potranno entrare nella tua LAN.

Che siano a livello enterprise oppure per la tua abitazione, sono i migliori access point wireless in commercio.

Ubiquiti Networks UAP-AC-LR WLAN access point - WLAN access points (AES, TKIP, WEP, WPA, WPA-PSK, WPA2, 5 - 95%, -10 - 70 °C, White, CE, FCC, IC)
Amazon.it: EUR 104,31 Compra ora su Amazon.it! Disponibile
Ottieni il miglior prezzo ed una spedizione veloce e sicura!

 

Ultimi consigli per gli access point

Quando stai configurando la wifi degli access point dual band, noterai che ti verrà chiesto di inserire un nome per la banda a 2,4 GHz ed uno per la 5 GHz.

Ti consiglio di dare lo stesso identico nome ad entrambe le reti, così quando ricerchi le reti vedrai solo una WiFi, ed il tuo dispositivo si connetterà in base alla tipologia in grado di supportare.

Conclusioni

Se vuoi portare la rete WiFi nelle zone della tua abitazione, ufficio, capannone, valuta bene la tipologia di access point da acquistare.

Comprando un access point sottodimensionato, dovrai poi acquistarne di più, ed andrai a spendere una somma maggiore.

Ora che sai tutto, puoi anche tu decidere in autonomia e trovare il miglior access point per le tue esigenze. 😉

Migliori access point – La lista definitiva
Matteo Zigliani

]]>
https://www.robadainformatici.it/migliori-access-point-la-lista-definitiva/feed/ 0 8034
Yi Dome Camera 1080p – Recensione completa https://www.robadainformatici.it/yi-dome-camera-1080p-recensione/ https://www.robadainformatici.it/yi-dome-camera-1080p-recensione/#respond Wed, 02 Aug 2017 12:55:43 +0000 https://www.robadainformatici.it/?p=5976 Roba Da Informatici
Roba Da Informatici - Le Migliori Recensioni e Tutorial di Sempre

La Yi Dome camera, è la nuova telecamera ad IP della casa Xiaomi adatta esclusivamente per l’interno, decisa a far parte del mercato già molto combattuto delle videocamere di sorveglianza con un questo prodotto innovativo, capace di ottime registrazioni dettagliate e con un rapporto qualità / prezzo davvero concorrenziale. Yi Dome Camera – Design La …

Yi Dome Camera 1080p – Recensione completa
Michele Zigliani

]]>
Roba Da Informatici
Roba Da Informatici - Le Migliori Recensioni e Tutorial di Sempre

La Yi Dome camera, è la nuova telecamera ad IP della casa Xiaomi adatta esclusivamente per l’interno, decisa a far parte del mercato già molto combattuto delle videocamere di sorveglianza con un questo prodotto innovativo, capace di ottime registrazioni dettagliate e con un rapporto qualità / prezzo davvero concorrenziale.

Yi Dome Camera 1080p - Recensione completa

Yi Dome Camera – Design

La Yi Dome si presenta con un design semplice, l’esterno è di plastica solida con una lente da 2.6 mm (lente focale) inserita nella testa della videocamera per le riprese.

La puoi vedere subito alla sua pagina prodotto sullo store di Amazon.it

Sulla parte posteriore della videocamera ad IP troverai un led che indica lo stato, ai lati troverai due speaker e una parte concava dove è presente l’ingresso della microSD, la microUSB per l’alimentazione e il tasto reset.

Non è sicuramente tra le più leggere (circa 300 grammi), ma è giustificato in quanto utilizza un motore interno per la rotazione orizzontale e verticale dell’obbiettivo.

Puoi trovare la Yi Dome in vendita a questo link su Amazon.it

Nella confezione è presente:

  • YI Dome Telecamera ad IP
  • Manuale
  • Alimentatore a muro
  • Cavo USB
  • Staffa di Montaggio

Yi Dome Camera – Caratteristiche Tecniche

Questa videocamera utilizza una risoluzione FULL HD da 1080p a 15fps, capace di riprese chiare e pulite, utilizzando anche la tecnologia LDC  (lens distortion correction) garantendo una resa più naturale alle immagini, correggendo nell’insieme anche gli angoli.

Un motore elettrico permette alla testa di ruotare fino a 345° sull’asse orizzontale e di 115° sull’asse verticale, permettendoti un’ampia visuale in qualsiasi posizione per le registrazioni.

L’obbiettivo installato su questa telecamera ad IP è una lente focale da 2.6 mm, capace di offrire angolo di visuale grandangolare di 112° ed uno zoom fino a 4x.

La Yi Dome è efficiente anche in presenza di scarsa luminosità con 8 LED ad infrarossi, che rilevano e seguono un determinato soggetto fino a 3 / 4 metri di distanza, grazie ad un sistema di tracciamento integrato.

La telecamera dispone di due microfoni posti sui lati, il filtro anti rumore isola i rumori circostanti, mentre un altoparlante riproduce una voce chiara e ad alta fedeltà’ per assicurare una conversazione chiara attraverso la telecamera, dal tuo smartphone.

Yi Dome Camera – Features

Con l’apposita app (Yi Home) scaricabile da Play Store e App Store, potrai registrare la tua telecamera ad ip (fino ad un massimo di 12) con 3 semplici passaggi.

Grazie a questa applicazione pui controllare a distanza quello che sta accadendo all’interno della stanza anche quando non sei presente, in più è in grado di riconoscere i movimenti e registrare il soggetto in movimento seguendo e monitorando tutto quello che accade, avvisandoti anche con una notifica sul tuo smartphone.

Grazie all’aplicazione, oltre al controllo in remoto ed il settaggio delle impostazioni potrai:

  • Attivare la modalità automatica, con la possibilità di impostare un’orario preciso di partenza, la telecamera inizierà a registrare in automatico, monitorando e segnalando tutto ciò che accade.
  • Possibilità di ruotare manualmente la telecamera, grazie ad un joystick virtuale che puoi utilizzare per spostare l’obbiettivo.
  • Possibilità di zoommare fino ad un massimo di 4x.
  • Puoi salvare fino ad un massimo di 15 giorni di registrazione su Cloud, ma puoi anche scegliere di salvare le tue registrazioni anche sulla scheda micro-sd.
  • Grazie al microfono integrato è in grado di riconoscere il pianto di un bambino, con successivo invio della notifica.
  • E’ possibile comunicare con le persone presenti nell’inquadratura.

Yi Dome Camera – Qualità delle immagini

La qualità video offerta dalla Yi Dome camera è molto buona, le immagini sono chiare e pulite anche da distanza, mentre durante la rotazione risultano un po’ sgranate, ma si sistemano appena si ferma.

In assenza di luce i LED ad infrarossi si comportano bene, offrendo una buona visibilità, con una facile distinzione dei vari soggetti anche ad una distanza di 5 / 10 mentri, la pecca sembrerebbe il settaggio della luminosità IR che tende a concentrarsi di più al centro e meno sui lati.

Yi Dome Camera – Conclusioni

Le riprese sono molto buone, sia in presenza o scarsità di luce, l’app Yi Home è essenziale per il funzionamento della telecamera mettendoti a disposizione diverse modalità ed impostazioni a seconda delle tue necessità.

Le caratteristiche che offre sono rare da trovare in una videocamera della stessa fascia, per questo uno dei suoi punti di forza sta nel riuscire ad offrire prestazioni capaci di tenere testa anche a telecamere di una fascia maggiore, ad un prezzo relativamente economico.

La Yi Dome camera ha tutte la carte per essere un validissimo prodotto, risultando essere una tra le videocamere ad ip con il rapporto qualità / prezzo migliore sul mercato.

Se sei ancora indeciso sulla migliore telecamera ad ip per la tua sorveglianza, puoi consultare la lista delle migliori telecamere ad IP.

 

Yi Dome Camera 1080p – Recensione completa
Michele Zigliani

]]>
https://www.robadainformatici.it/yi-dome-camera-1080p-recensione/feed/ 0 5976
Terminare processi su Windows https://www.robadainformatici.it/terminare-processi-su-windows/ https://www.robadainformatici.it/terminare-processi-su-windows/#respond Wed, 02 Aug 2017 12:42:17 +0000 https://www.robadainformatici.it/?p=7978 Roba Da Informatici
Roba Da Informatici - Le Migliori Recensioni e Tutorial di Sempre

Spesso accade che quando il computer si blocca, bisogni terminare processi su Windows. Per fare ciò occorre accedere al Task Manager oppure al Prompt dei comandi per eseguire l’uscita forzata dai software in utilizzo bloccati. Lo so, fare ciò non è semplicissimo soprattutto se sei alle prime armi con il computer, ma in questo semplice …

Terminare processi su Windows
Matteo Zigliani

]]>
Roba Da Informatici
Roba Da Informatici - Le Migliori Recensioni e Tutorial di Sempre

Spesso accade che quando il computer si blocca, bisogni terminare processi su Windows.

Per fare ciò occorre accedere al Task Manager oppure al Prompt dei comandi per eseguire l’uscita forzata dai software in utilizzo bloccati.

Lo so, fare ciò non è semplicissimo soprattutto se sei alle prime armi con il computer, ma in questo semplice tutorial, ti verranno insegnati tutti i modi possibili per terminare i processi sul tuo computer Windows, in modo da continuare a lavorare come prima.

Terminare processi su Windows

Terminare processi su Windows

Terminare i processi del sistema operativo Windows, lo si può fare in diverse soluzioni, che possono essere utilizzate a seconda dei casi che si presentano.

Terminare processi  – Combinazione di tasti

Per terminare un processo su Windows ed eseguirne la chiusura forzata, puoi semplicemente farlo premendo i tasti “Alt + F4“, immediatamente il software che hai aperto in quel momento viene terminato, riportandoti al desktop.

L’unica cosa a cui dovrai far attenzione, è di non premerli mentre già vedi il desktop, poiché chiederai al tuo computer di spegnersi. 😉

Questa modalità è parecchio utile quando si stanno utilizzando programmi, che funzionano a finestra ingrandita e dove non è possibile vedere la barra delle applicazioni.

L’unica complicazione è che probabilmente non terminerà sempre il processo, se il tuo software è in stato di crash ed è bloccato e dovrai ricorrere ad altri metodi, che potrai imparare più avanti nell’articolo.

Terminare processi  – Task Manager

Un altro metodo molto utile per terminare processi su Windows, è quello di utilizzare il tool denominato Task Manager oppure Gestione Attività in italiano.

In poche parole, non è altro che un piccolo software interno a Windows, dove è possibile visualizzare lo stato d’utilizzo delle risorse del sistema operativo, e di conseguenza gestirle.

Per poter accedere a questo tool del sistema operativo casa Microsoft, lo si può fare premendo i tasti “Ctrl + Alt + Canc” e cliccando su Gestione Attività.

Lo potrai aprire facilmente anche cliccando con il tasto destro sulla barra delle applicazioni, e premendo inseguito Gestione Attività.

Terminare processi su Windows

 

Per terminare i processi di Windows che sono bloccati, una volta aperto la Gestione Attività, ti basterà cliccare sul processo desiderato, e cliccare su Termina processo e dare la conferma.

Una volta confermato il tutto, il sistema operativo eseguirà l’uscita forzata dal software che creava problemi.

Potrebbe volerci anche un po’ di tempo prima che venga chiuso, quindi ti consiglio di aver pazienza, mentre Windows lavora per te.

Terminare processi  – CMD e TASKKILL

Questa procedura è più complessa, ed è meglio eseguirla se si è un po’ più esperti.

Si possono terminare i processi di Windows anche dal caro e vecchio Command o Prompt dei comandi, utilizzando il comando TASKKILL.

Per poter eseguire questa tipologia di operazione, dovrai innanzitutto aprire cmd.exe, e reperire il nome esatto del processo che desideri terminare.

Lo puoi facilmente trovare nella Gestione attività, dove vi sono tutti i processi.

Una volta fatto ciò dovrai digitare nella shell dei comandi di Windows:

taskkill /im <nome del processo> /f

Ricordati che il nome del processo deve essere uguale al nome dell’applicativo che viene eseguito completo di estensione “.exe”.

Potrai trovare il nome del processo da chiudere forzatamente, cliccando nel Task manager con il tasto destro sul processo e successivamente facendo clic su “Vai ai dettagli”.

Nella finestra che si aprirà, potrai vedere il nome completo dell’eseguibile e terminarlo con il Command.

Puoi avere più informazioni riguardo a questo comando, nella pagina ufficiale di microsoft.

Conclusioni

Quando un software sul tuo computer si blocca, ora che hai imparato a terminare processi su Windows, non avrai più problemi.

In base al tuo livello di esperienza, ti basterà scegliere il metodo che preferisci e metterlo in pratica. 😉

Puoi utilizzare questi metodi anche per terminare processi inutili al sistema, che utilizzano risorse e surriscaldano il tuo computer inutilmente.

Terminare processi su Windows
Matteo Zigliani

]]>
https://www.robadainformatici.it/terminare-processi-su-windows/feed/ 0 7978