Roba Da Informatici https://www.robadainformatici.it Le Migliori Recensioni e Tutorial di Sempre Thu, 19 Jul 2018 13:33:42 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=4.9.7 https://www.robadainformatici.it/wp-content/uploads/2014/04/Logo-Square-OK-55x55.png Roba Da Informatici https://www.robadainformatici.it 32 32 69976812 Come installare Whatsapp sullo Smartwatch https://www.robadainformatici.it/come-installare-whatsapp-sullo-smartwatch/ https://www.robadainformatici.it/come-installare-whatsapp-sullo-smartwatch/#respond Thu, 19 Jul 2018 13:06:01 +0000 https://www.robadainformatici.it/?p=10495 Roba Da Informatici Roba Da Informatici - Le Migliori Recensioni e Tutorial di Sempre

Ci siamo! Hai scelto uno smartwatch, oppure te ne hanno regalato uno, e vuoi finalmente iniziare a usarlo. Fra le principali funzioni di questo dispositivo, di sicuro quelle più utili riguardano i messaggi, le notifiche e la semplicità con cui puoi tenerti in contatto con i tuoi amici. Per farlo, ti basterà installare WhatsApp sul […]

Come installare Whatsapp sullo Smartwatch Matteo Zigliani

]]>
Roba Da Informatici Roba Da Informatici - Le Migliori Recensioni e Tutorial di Sempre

Ci siamo! Hai scelto uno smartwatch, oppure te ne hanno regalato uno, e vuoi finalmente iniziare a usarlo.

Fra le principali funzioni di questo dispositivo, di sicuro quelle più utili riguardano i messaggi, le notifiche e la semplicità con cui puoi tenerti in contatto con i tuoi amici.

Per farlo, ti basterà installare WhatsApp sul tuo smartwatch. Se non sai ancora come fare, oppure hai qualche dubbio, sei nel posto giusto! 😉

In questa guida, cercherò di mostrarti come puoi installare la famosissima app di messaggistica sul tuo smartwatch.

Scorri in basso per leggere l’articolo! 🙂

Come installare WhatsApp sullo Smartwatch: guida generale

WhatsApp è senz’altro una delle app più utili da installare sullo smartwatch.

Da una parte, proprio per il supporto alle notifiche e all’eventuale connessione con lo smartphone. Dall’altra, proprio perché gli smartwatch sono estremamente ergonomici e permettono di vedere in tempo reale tutti i messaggi che ti arrivano.

Android Wear o, come viene ultimamente chiamato questo sistema operativo, Wear OS ha imposto agli sviluppatori di WhatApp una scelta.

Si trattava di decidere se importare tutte le funzioni dell’app che conosciamo tutti su smartphone oppure di renderla più essenziale.

Nel primo caso, il rischio era quello di rendere troppo confusionario l’uso quotidiano di WhatsApp da smartwatch, fra tantissime funzioni e opzioni. E a nessuno piace passare troppo tempo a guardare l’orologio! 🙂

Nel secondo caso, bisognava cercare di importare le funzioni principali, perdendo in completezza ma guadagnando nell’usabilità dell’app. Ed è questa la strada prescelta.

WhatsApp su Smartwatch: cosa permette di fare?

Come ti dicevo poco più in alto, le funzioni di WhatsApp per il Wear OS sono di meno, rispetto a quelle per smartphone, ma di certo sono le più utili ed essenziali.

Ecco quelle che devi necessariamente conoscere:

  • potrai ricevere le notifiche dei messaggi in arrivo
    Certo, dopo un po’ se non le apri scompariranno da sole, ma è un accorgimento che serve a non farle accumulare nel tempo. Si tratta di un compromesso per evitare di intasare il già piccolo schermo di uno smartwatch.
  • potrai leggere l’anteprima di un messaggio
    Proprio come su smartphone, anche con il Wear OS potrai leggere un’anteprima del messaggio prima di aprirlo sull’applicazione.
    Una funzione perfetta, anche sullo smartwatch, per capire se è necessaria una risposta immediata o si tratta di un messaggio che può anche aspettare. 🙂
  • potrai rispondere ai messaggi in due modi diversi, ma simili fra loro: tramite un messaggio scritto o tramite il software di riconoscimento vocale

Il primo modo ti permetterà di scegliere fra alcune risposte predefinite molto semplici. Di fatto, serve per dire al tuo interlocutore che non puoi rispondere in quel momento e che dovrà aspettare un po’.

Il secondo modo ti consentirà di usare il software integrato di riconoscimento vocale per dettare una risposta che verrà, subito, trasformata in un messaggio scritto.

Sfortunatamente, non è prevista la possibilità di inviare direttamente dei messaggi vocali.

Ma ora che hai appena visto cosa puoi fare con WhatsApp sul tuo smartwatch, passiamo finalmente a vedere come potrai installarlo sul tuo orologio intelligente! 😉

WhatsApp su Android Wear di Google: come installarlo

Installare WhatsApp su uno smartwatch con Android Wear (o Wear OS) è davvero semplice, in entrambi i modi previsti dal sistema operativo.

Infatti, le modalità di installazione cambiano a seconda che il tuo smartwatch abbia un Android Wear alla versione 1.0 a quella 2.0.

Android Wear 1.0

Con la prima versione del sistema operativo sviluppato da Google per gli orologi smart, è facilissimo installare WhatsApp.

  1. Prima di tutto assicurati di aver collegato il tuo smartwatch allo smartphone: di norma il collegamento avviene tramite Bluetooth.
  2. Installa sullo smartphone l’applicazione “Android Wear” o “Wear OS”: sarà necessaria per comunicare con lo smartwatch.
  3. A questo punto WhatsApp potrà comparire anche sul tuo smartwatch, sempre che tu lo abbia già installato sul telefono.

Ma non ti serve di certo questa guida per saperlo! 😉

Android Wear 2.0

La procedura per installare WhatsApp su uno smartwatch con il Wear OS 2.0 è leggermente diversa, ma non più complessa.

Vediamo come! 🙂

Se vuoi collegare il tuo smartwatch allo smartphone, ecco quali sono i passi principali:

  1. Collega lo smartwatch al tuo smartphone
  2. Sullo smartphone, vai sul Play Store, che ha una sezione dedicata al Wear OS. In pratica, contiene tutte le app del Play Store compatibili con gli smartwatch
  3. Trova WhatsApp, e clicca su ‘Installa’: l’installazione avverrà direttamente sullo smartwatch, senza altre operazioni!

Tuttavia, il Wear OS 2.0 permette anche di installare WhatsApp direttamente sul tuo orologio intelligente, senza il bisogno di collegarlo allo smartphone.

Immagina di aver preso un dispositivo che supporta una sim per effettuare e ricevere chiamate, come per esempio l’AWOW smartwatch.

Anche se è possibile, puoi benissimo decidere di non collegarlo al tuo smartphone e utilizzarlo come un orologio indipendente.

Per installare WhatsApp, ecco allora il secondo metodo:

  1. Apri il Play Store sul tuo smartwatch
  2. Cerca WhatsApp, e clicca su ‘Installa’.

Come vedi, questo metodo sembra il più veloce. Considera però che lo schermo di uno smartwatch è molto più piccolo di quello di uno smartphone e la navigazione potrebbe risultare un po’ più scomoda.

WhatsApp su WatchOS di Apple: come installarlo

Se hai un Apple Watch, installare WhatsApp sarà ancora più semplice che su uno smartwatch con il Wear OS.

Già al momento della configurazione dell’Apple Watch, potrai scegliere se installare subito le app oppure se farlo in un secondo momento.

In entrambi i casi, ecco quali sono i passi per installare WhatsApp su WatchOS:

  1. Apri l’app AppleWatch sull’iPhone
  2. Scorri nel pannello fino a quando troverai WhatsApp
  3. Per installarla, tocca ‘Installa’.

Come hai visto, nulla di più facile. Ricorda: la procedura sarà la stessa anche se vuoi disinstallare l’app!

Conclusioni

Con questa guida completa, ormai sarai diventato un esperto nell’installazione di WhatsApp su uno smartwatch.

Ma sono tante le applicazioni che potrai installare sul tuo dispositivo indossabile. Se sei curioso di scoprire come fare, puoi leggere la mia recente guida su come installare app sullo smartwatch. Proverò a illustrarti i casi principali e le varie app compatibili.

Se invece ti incuriosisce il mondo degli smartwatch ma non vuoi spenderci su un patrimonio, leggi pure la mia guida ai migliori smartwatch cinesi.

Si tratta di prodotti davvero validi, a un prezzo decisamente ottimo! 🙂

Per il resto, se qualcosa non ti è ancora chiaro, non esitare a scrivermi nei commenti: ti risponderò quanto prima e risolveremo insieme il tuo problema! 😉

Come installare Whatsapp sullo Smartwatch Matteo Zigliani

]]>
https://www.robadainformatici.it/come-installare-whatsapp-sullo-smartwatch/feed/ 0 10495
Come installare le app sullo smartwatch https://www.robadainformatici.it/come-installare-le-app-sullo-smartwatch/ https://www.robadainformatici.it/come-installare-le-app-sullo-smartwatch/#respond Thu, 19 Jul 2018 13:05:42 +0000 https://www.robadainformatici.it/?p=10505 Roba Da Informatici Roba Da Informatici - Le Migliori Recensioni e Tutorial di Sempre

Se hai acquistato da poco uno smartwatch o, ancora meglio, ti è stato regalato, nulla ti separa dalla possibilità di usare questo dispositivo e sfruttare al meglio le sue funzioni. Tuttavia, ancora non sai benissimo come puoi cominciare a installare le app sullo smartwatch, e soprattutto quali possono essere più utili di altre. Messaggi, hobby […]

Come installare le app sullo smartwatch Matteo Zigliani

]]>
Roba Da Informatici Roba Da Informatici - Le Migliori Recensioni e Tutorial di Sempre

Se hai acquistato da poco uno smartwatch o, ancora meglio, ti è stato regalato, nulla ti separa dalla possibilità di usare questo dispositivo e sfruttare al meglio le sue funzioni.

Tuttavia, ancora non sai benissimo come puoi cominciare a installare le app sullo smartwatch, e soprattutto quali possono essere più utili di altre.

Messaggi, hobby sportivi, chiamate, email, musica sono soltanto alcune delle funzioni principali di quello che è a tutti gli effetti un orologio intelligente.

Ognuna di queste funzioni però passa tramite app come WhatsApp, Facebook, SMS, Email, Fitness Tracker e così via.

Se vuoi conoscere il modo migliore per cominciare a installare le app sul tuo dispositivo, scorri in basso per leggere la guida! 😉

Come installare le app sullo smartwatch

Come installare le App sullo Smartwatch: guida generale

Negli ultimi anni, l’avvento degli smartwatch ha segnato un grande passo avanti per la wearable technology, cioè quei dispositivi ricchi di funzioni utili che puoi indossare per semplificarti la vita. 🙂

Infatti, uno smartwatch è un orologio intelligente che ha le stesse comodità di uno tradizionale, ti permette di fare in genere le stesse cose, ma anche molto di più.

In pratica, si tratta di un’estensione del tuo smartphone. Quante volte, magari, devi tirar fuori il telefono soltanto per controllare l’orario o le notifiche arrivate?

Una cosa è dover tirarlo fuori dalla tasca o dallo zaino, se non addirittura dalla borsa. Un’altra cosa è invece poter semplicemente guardare il polso.

Se vuoi saperne di più su questo dispositivo, leggi pure il mio breve articolo su cosa è uno smartwatch. C’è in tutto ciò di cui hai bisogno!

E ora, vediamo insieme come installare le app sullo smartwatch. La procedura sarà un po’ diversa a seconda che il tuo smartwatch abbia Android Wear di Google oppure WatchOS di Apple: vediamole quindi con ordine. 😉

Smartwatch con Android Wear 1.0: come installare le app

Android Wear 1.0 è la prima versione del Sistema Operativo sviluppato da Google per i dispositivi indossabili.

Di fatto, si tratta di una versione di Android per smartwatch e come tale mantiene tutte le sue caratteristiche principali.

Non si tratta, ovviamente, dell’unico sistema operativo disponibile. Se ti incuriosisce sapere quali sono gli altri, tempo fa ho scritto un articolo su come funziona uno smartwatch: troverai anche delle informazioni interessanti su tanti altri aspetti! 🙂

Installare qualsiasi app su uno smartwatch con Android Wear 1.0 è molto semplice: non ci metterai neanche tanto tempo. Ecco cosa dovrai fare:

  1. Collega lo smartwatch al tuo smartphone
    Il collegamento può essere fatto tramite Bluetooth. Si tratta di uno step necessario perché implica la sincronizzazione fra le app presenti in entrambi i dispositivi. Per fare questo, dovrai entrare sul tuo account Google sia sul telefono che sull’orologio.
  2. Installa l’app Android Wear (o Wear OS) sul tuo smartphone
    Installando questa app, permetterai ai due dispositivi di sincronizzarsi e quindi di comunicare a vicenda i dati sulle app, le notifiche e così via.
  3. Attendi che compaia l’app anche sullo smartwatch
    Se l’app è compatibile con il dispositivo indossabile ed è installata sul tuo smartphone, allora comparirà anche sullo smartwatch, pronta per essere configurata.

Smartwatch con Android Wear 2.0: come installare le app

La procedura di installazione cambia se il tuo smartwatch ha Android Wear 2.0, negli ultimi tempi conosciuto anche come Wear OS 2.0.

Prima di tutto, con questa versione del sistema operativo non basterà che le app siano già sullo smartphone, ma dovrai installarle direttamente su entrambi i dispositivi.

Inoltre, sono previste due modalità di installazione, a seconda che tu lo faccia tramite il tuo smartphone o direttamente con lo smartwatch.

Ma non temere, sono operazioni semplicissime: vediamo nello specifico di cosa si tratta! 😉

Installazione tramite il Play Store dello smartphone

Ti consiglio questo tipo di installazione se prevedi di utilizzare lo smartwatch in collegamento con il tuo smartphone.

Oppure se il tuo smartphone, come lo Xiaomi Huami Amazfit, non ha la possibilità di uno slot per una sim card.

Ecco quali sono i passi da compiere:

  1. Collega lo smartwatch al telefono tramite Bluetooth
    Il collegamento avviene allo stesso modo di tutti gli altri dispositivi che utilizzano questa tecnologia di comunicazione, come le casse e le cuffie Bluetooth.
  2. Cerca la categoria “Wear OS by Google”
    Il Play Store ha una categoria pensata specificamente per le app compatibili con lo smartwatch. Oltre a Wear OS, cioè l’applicazione che permette ai due dispositivi di comunicare, ci sono tantissime altre app.
    Dal fitness ai social network, dalle ricette alle mappe, ci sono moltissime possibilità. Una delle app più utili, per esempio, è proprio WhatsApp: a questo link puoi leggere la guida su come installare WhatsApp sul tuo smartwatch!
  3. Scegli l’app che vuoi installare
    Una volta trovata l’app che preferisci, clicca su ‘Installa’. Come vedi, la destinazione predefinita che ti viene indicata è proprio il tuo smartwatch.

Installazione tramite il Play Store dello smartwatch

Ancora più semplice è l’installazione delle app direttamente dal Play Store di Google presente sullo smartwatch.

Ti consiglio questa soluzione se non prevedi di collegare il tuo orologio intelligente allo smartphone. Oppure, come avviene per il TOPFFY Smartwatch, se il tuo dispositivo avrà la possibilità di inserire una sim card al suo interno! 😉

Ecco come fare:

  1. Apri il Play Store direttamente sullo smartwatch
    Se il sistema operativo è il Wear OS 2.0, dovrebbe essere già installato.
    Se però così non fosse sai già come installarlo: basta tornare al paragrafo precedente! 😉
  2. Cerca sull’elenco l’app che vuoi installare
    Ti troverai davanti una serie di app già compatibili con il tuo smartwatch, fra le quali potrai scegliere quella che vuoi installare.
  3. Clicca su ‘Installa’
    Ovviamente, fare lo swipe o il tap sul piccolo display di uno smartwatch non è il massimo.

Per cui, questa procedura in sé abbastanza semplice può non essere la più indicata in alcune situazioni dove magari vuoi far presto.

Apple Watch con WatchOS: come installare le app

Se possiedi un Apple Watch, ti accorgerai subito che installare le app sul sistema operativo di Apple è per certi versi più intuitivo che su quello di Google.

Infatti, da una parte è obbligatorio collegare l’Apple Watch all’iPhone. Dall’altra potrai decidere se installare le app al primo avvio dell’orologio, o se farlo in un secondo momento.

Dal punto di vista delle operazioni da compiere, non cambia nulla! 😉

Queste sono le cose da fare:

  1. Apri l’app dell’Apple Watch sul tuo iPhone
  2. Scorri l’elenco delle app, fino a che non troverai quella che vuoi installare
  3. Clicca su ‘Installa’

Che tu decida di farlo subito o in seguito, potrai scegliere se installare tutte le app in un colpo solo o, appunto, scegliere quale installare e quale no.

Conclusioni

Come hai visto, non soltanto sono molte le app e le funzioni di uno smartwatch. Sono anche diversi i modi in cui potrai installare le app che ti servono.

In tutti i casi, si tratta di operazioni molto semplici, che di sicuro non ti faranno perdere più di qualche secondo! 😉

Scrivimi pure sui commenti se qualcosa non ti è chiaro: cercherò di darti una mano a risolvere il tuo problema!

Per il resto, se ti interessa il mondo degli smartwatch ma non vuoi spendere un patrimonio, perché non dai un’occhiata alla mia guida ai migliori smartwatch cinesi, oppure leggi la lista dei migliori smartwatch economici.

Sono prodotti spesso molto validi, ma a dei prezzi decisamente accessibili 😉

Come installare le app sullo smartwatch Matteo Zigliani

]]>
https://www.robadainformatici.it/come-installare-le-app-sullo-smartwatch/feed/ 0 10505
Migliori Smartwatch Economici – Lista Aggiornata https://www.robadainformatici.it/migliori-smartwatch-economici/ https://www.robadainformatici.it/migliori-smartwatch-economici/#respond Mon, 16 Jul 2018 21:50:12 +0000 https://www.robadainformatici.it/?p=10493 Roba Da Informatici Roba Da Informatici - Le Migliori Recensioni e Tutorial di Sempre

Gli smartwatch sono in commercio da qualche anno oramai, e nonostante ciò i top di gamma, hanno ancora prezzi poco accessibili per la maggioranza delle persone. Ciò non toglie però che vi siano degli smartwatch economici, con delle ottime funzionalità, che magari potrebbero fare al caso tuo. Probabilmente hai pensato di optare per uno smartwatch […]

Migliori Smartwatch Economici – Lista Aggiornata Matteo Zigliani

]]>
Roba Da Informatici Roba Da Informatici - Le Migliori Recensioni e Tutorial di Sempre

Gli smartwatch sono in commercio da qualche anno oramai, e nonostante ciò i top di gamma, hanno ancora prezzi poco accessibili per la maggioranza delle persone. Ciò non toglie però che vi siano degli smartwatch economici, con delle ottime funzionalità, che magari potrebbero fare al caso tuo.

Probabilmente hai pensato di optare per uno smartwatch economico, perché non ne hai mai avuto uno, e vuoi scoprire se è ciò che ti serve per semplificare la tua vita oppure no.

Nella articolo che ti propongo, potrai trovare una bella lista con tutti i modelli economici di smartwatch, dalle ottime prestazioni, e che sono degni di nota. 😉

Sei pronto per partire? Iniziamo! 😀

Migliori Smartwatch Economici - Lista Aggiornata

Migliori Smartwatch Economici

Il mondo dei dispositivi indossabili o wearable come si usa dire negli ultimi tempi, è molto vasto, e si sa che quando si ha intenzione di andare sull’economico, spesso il risultato non è quello sperato… Anzi spesso si sprecano soldi.

YAMAY Smart Watch IP68

Possiede una cassa in alluminio super leggero, le viti sono in acciaio inossidabile ed il cinturino in gomma. Il cavo di ricarica è magnetico così non avrai nessuna porta.

Oltre alle classiche funzioni da fitness tracker, questo smartwatch aggiunge anche la possibilità di immergerti in acqua oppure di indossarlo durante la doccia, perché è certificato IP68, ossia impermeabile.

Possiede un display da 1,54 Pollici, ed è compatibile con smartphone Android e iOS, e tutto ciò è possibile scaricando l’applicazione “Fundo” dai rispettivi store.

Una volta configurato, lo smartwatch monitorerà costantemente il tuo sonno, la tua salute e tanti altri fattori di benessere, interagendo anche con le app installate sul tuo smartphone.

Yamay Smartwatch IP68
615 Recensioni

 

Xiaomi Huami Amazfit bip bit pace Lite Youth

Questo smartwatch deriva da una famosa famiglia, in grado di vendere per oltre 50 milioni di unità, pari al 17% dell’intero mercato, e non ha bisogno sicuramente di presentazioni.

Come il modello visto precedentemente, misura accuratamente tutti i dati della tua salute, ha un cinturino in gomma resistente ed una cassa certificata IP68.

Possiede un’applicazione per iOS e Android chiamata “App Mi Fit” sui rispettivi store, in grado di far comunicare il tuo smartphone con lo smartwatch di Xiaomi.

La batteria è certificata dal produttore per 30 giorni di durata per un utilizzo normale, mentre 45 se si minimizzano le notifiche.

E’ sicuramente un’alternativa di qualità quella presentata da Xiaomi, rispetto al resto degli smartwatch a basso prezzo. E’ sicuramente un prodotto di lunga durata.

Xiaomi Huami Amazfit bip bit
36 Recensioni

 

Asus VivoWatch

Uno smartwatch dal design finissimo, di grande impatto per le linee precise e sinuose.

La casse è fatta in acciaio, ed è certificato IP67. Può essere immerso fino ad 1 metro sott’acqua ed è tranquillamente indossabile sotto la doccia.

E’ principalmente pensato per lo sport, poiché è in grado di tenere monitorata la salute, migliorando dove possibile il tuo stile di vita con piccoli consigli.

Su questo smartwatch economico è installato il sistema operativo Android, e riesce a sincronizzare anche le tue app, messaggi e chiamate. Supporta anche smartphone iOS.

La durata della batteria è di circa 10 giorni, un tempo notevole.

 

LEMFO LEM5 Pro

Anche se poco conosciuto, questo smartwatch a basso prezzo ti sorprenderà davvero.

E’ nella versione TOP di gamma quella che ti propongo, poiché le prestazioni sono davvero fuori dal comune, per il prezzo al quale viene proposto.

Possiede un display da 1.39 Pollici in risoluzione 400*400, e vi è installato il sistema operativo Android 5.1.

Possiede un processore quad-core, 2 GB di memoria RAM e 16 GB di memoria flash interna. Internamente vi è uno slot per la scheda SIM, poiché supporta connettività 3G, in grado di far funzionare al meglio tutte le funzionalità di geolocalizzazione al meglio.

È perfettamente compatibile con smartphone Android e iOS. E’ un prodotto di ottima qualità e fattura, ed è veramente difficile trovare qualcosa che si avvicini a questo prezzo.

LEMFO LEM5 Pro
45 Recensioni

 

Fitbit Versa

Fibit è anch’esso un marchio riconosciuto nel settore degli smartwatch, ed è premiata la sua linea di smartwatch economici, ma con delle caratteristiche tecniche eccellenti ed una qualità indiscussa, già riconoscibile a primo impatto con il wearable device.

E’ in grado di immagazzinare più di 300 brani, con una batteria fino a 4 giorni di durata. Lo schermo è da 1,34 Pollici, ed è particolarmente ottimo.

Misura continuamente il battito cardiaco, si sincronizza con smartphone Android e iOS, contiene esercizi che poi vengono mostrati su schermo, e resiste all’acqua.

E’ particolarmente consigliato per chi fa sport intensamente, è un prodotto di qualità e di sicura durata, anche se il prezzo è più elevato rispetto agli altri, non te ne pentirai. 😉

Fitbit Versa
92 Recensioni

Migliori Smartwatch Economici – Lista Aggiornata Matteo Zigliani

]]>
https://www.robadainformatici.it/migliori-smartwatch-economici/feed/ 0 10493
Smartwatch – come funziona? https://www.robadainformatici.it/smartwatch-come-funziona/ https://www.robadainformatici.it/smartwatch-come-funziona/#respond Thu, 12 Jul 2018 09:08:58 +0000 https://www.robadainformatici.it/?p=10479 Roba Da Informatici Roba Da Informatici - Le Migliori Recensioni e Tutorial di Sempre

Vuoi comprare uno smartwatch, o ne hai uno che usi già da un po’, ma vuoi capire meglio come funziona e cosa puoi farci? O magari anche imparare a riconoscere i fattori decisivi nella scelta di un modello piuttosto che di un altro? In questo articolo cercherò proprio di rispondere alle tue domande. Così, scoprirai […]

Smartwatch – come funziona? Matteo Zigliani

]]>
Roba Da Informatici Roba Da Informatici - Le Migliori Recensioni e Tutorial di Sempre

Vuoi comprare uno smartwatch, o ne hai uno che usi già da un po’, ma vuoi capire meglio come funziona e cosa puoi farci? O magari anche imparare a riconoscere i fattori decisivi nella scelta di un modello piuttosto che di un altro?

In questo articolo cercherò proprio di rispondere alle tue domande. Così, scoprirai tutto sul tuo nuovo gioiellino tecnologico e imparerai a usarlo al meglio.

Non preoccuparti se le cose all’inizio ti sembreranno un poco complesse: proverò a spiegare tutto passo dopo passo. E in ogni caso questa non sarà l’unica guida sul mondo degli smartwatch che scriverò.

D’altronde, come tutte le rivoluzioni tecnologiche, vale la pena approfondire l’argomento e sviscerare tutti gli aspetti importanti! 😉

Se non sai ancora di preciso cosa è, leggi pure il breve articolo che spiega al meglio cos’è uno smartwatch che ho scritto poco tempo fa. Per farti un’idea sarà perfetto! 🙂

Se invece vuoi approfondire tutto ciò che c’è da sapere su come funziona uno smartwatch, scorri in basso per leggere l’articolo! 😉

Smartwatch - come funziona?

Come funziona uno smartwatch e perché acquistarlo

Negli ultimi anni i dispositivi come gli smartwatch, le smartband o i fitness tracker sono diventati sempre più diffusi.

In breve, si tratta di ottimi esempi della wearable technology, quel settore riguardante tecnologia indossabile utile per moltissimi usi e situazioni.

Sebbene tutti questi dispositivi permettano di fare sostanzialmente le stesse cose, è utile precisare che gli smartwatch non sono tutti uguali fra loro.

Può variare l’hardware di cui sono composti e il software che permette loro di funzionare. Possono cambiare l’insieme di esigenze per le quali sono stati progettati e anche l’integrazione e la connessione con gli smartphone.

Anche l’estetica può essere molto diversa, e in questo caso uno smartwatch può essere adatto più ad alcuni contesti rispetto ad altri.

Se ti interessano le varie differenze fra i modelli di smartwatch, allora puoi dare un’occhiata al mio articolo su come scegliere uno smartwatch da uomo. Rimarrai sicuramente stupito da quanti ne esistono! 🙂

In questa guida invece cercherò di mostrarti in generale come funziona uno smartwatch, e quali sono i motivi per acquistarlo.

Pronto? Cominciamo subito allora! 🙂

#1 Il software dello smartwatch: compatibilità e Sistema Operativo

La compatibilità con lo smartphone è uno dei fattori più importanti nell’uso di uno smartwatch. Infatti, a seconda del sistema operativo contenuto nel dispositivo, a volte potresti non essere in grado di utilizzarlo.

Da questo punto di vista, i sistemi operativi che potresti trovare su uno smartwatch sono principalmente due:

  • WatchOS di Apple

Si tratta dell’operative system sviluppato dalla Apple per i suoi Apple Watch. Tuttavia, è compatibile soltanto con gli iPhone dal 5s che abbiano iOS dalla versione 11.

Se hai un iPhone, allora acquistare un Apple Watch potrebbe essere la scelta più sensata ma, come vedrai fra poco, anche altri smartwatch sono compatibili con gli iPhone.

  • AndroidWear di Google

Come puoi già intuire dal nome, è chiaro il riferimento alla wearable technology. Questo sistema operativo promette una compatibilità massima con gli smartphone Android, a partire dalla versione 4.3.

Tuttavia, la particolarità degli smartwatch AndroidWear è che sono compatibili anche con gli iPhone con iOS 9 o successivo. Certo, magari non tutte le funzioni saranno sfruttabili, ma di sicuro si tratta di una soluzione alternativa ai ben più costosi Apple Watch.

  • Altri OS per smartwatch

Non tutti gli smartwatch si dividono fra AndroidWear e WatchOS, ma alcuni hanno anche altri sistemi operativi. In questo caso, non c’è bisogno di preoccuparti: nella stragrande maggioranza dei casi, ci sarà una buona compatibilità con tutti gli smartphone. 🙂

#2 Il cuore di uno smartwatch: l’hardware

Gli smartwatch non sono soltanto delle protesi indossabili del tuo smartphone, ma veri e propri mini-computer che ti permetteranno di svolgere tantissime funzioni e di semplificarti la vita in un sacco di occasioni. 😉

Per questa ragione, vi sono alcuni parametri a cui fare attenzione quando ne scegli uno. In molti casi, potranno segnare un confine fra un funzionamento perfetto o solo sufficiente:

  • la CPU;
  • la RAM;
  • la ROM;
  • il display.

CPU e RAM sono il cuore operativo dello smartwatch. Più sono potenti, maggiore sarà la velocità nell’uso delle tante app che puoi installare sul tuo dispositivo.

La ROM, acronimo per read only memory, è la memoria del tuo smartwatch. Se è abbastanza capiente, potrai installare tutte le app che vorrai. 🙂

Guardare l’ora? Molto di più: il display touch

Il display è uno degli elementi chiave di uno smartwatch, soprattutto per quanto riguarda la luminosità, che influisce direttamente sul consumo del tuo dispositivo.

Infatti, un buon pannello ti permetterà di utilizzare lo smartwatch in tutte le condizioni di luce, soprattutto sotto la luce del sole.

Da questo punto di vista, gli schermi possono essere di due tipi:

  • LCD: ha un’ottima luminosità anche se a discapito dell’autonomia.
  • OLED/AMOLED: ha dei neri più profondi e quindi un maggiore contrasto. Tuttavia, è in media meno luminoso di un display LCD, anche se così farà durare di più la batteria.

Inoltre, in uno smartwatch potrai decidere se tenere sempre acceso lo schermo. Si tratta di una funzionalità molto utile in alcuni casi, come durante l’attività sportiva, ma che farà schizzare al massimo i consumi.

Se puoi, preferisci l’attivazione del display con la pressione di un tasto o, ancora meglio, con la rotazione dell’avambraccio tipica degli orologi. 🙂

#3 Funzionalità e connettività degli smartwatch

Come ti dicevo più su nell’articolo, lo smartwatch era nato come protesi dello smartphone. E ancora oggi, tutti i modelli permettono di connettersi al telefono.

Tuttavia, negli ultimi tempi sono stati progettati degli smartwatch che riescono a funzionare benissimo senza collegarsi a uno smartphone. Alcuni, inoltre, ti permetteranno anche di inserire la sim e quindi di inviare messaggi ed effettuare chiamate.

Insomma, un vero e proprio computer indossabile, più semplice da usare rispetto a uno smartphone e certamente meno ingombrante. 😉

Oltre a questo, uno smartwatch ha anche alcune funzioni molto interessanti:

  • GPS, molto utile sia durante l’allenamento sia se devi usare il navigatore;
  • certificazione IP: stabilisce il grado di danni da polvere o acqua ai quali lo smartwatch può resistere. Quelli più recenti, per esempio, hanno una certificazione IP67 o IP68;
  • connessioni: non tutti gli smartwatch hanno il Wi-Fi, ma di certo tutti possono essere collegati allo smartphone tramite il Bluetooth.

Infine, gli smartwatch permettono anche di ricevere notifiche dai social network e dalle email, i messaggi o le chiamate che ti arrivano!

Conclusioni: perché comprare uno smartwatch

Come hai visto, non è difficile farsi un’idea di come funzioni uno smartwatch. 🙂

Quando lo scegli o cominci a usarlo, l’importante sarà capire a cosa può servirti e come puoi usarlo nel migliore dei modi.

Come dispositivi indossabili, gli smartwatch hanno il pregio di avere tantissime funzionalità senza particolari ingombri.

Oltre a questo, potresti considerare l’idea di acquistarne uno sia per l’attività sportiva, sia se vuoi evitare di tirar fuori lo smartphone dalla tasca o dallo zaino troppo spesso.

Anche se alcuni modelli costano decisamente tanto, negli ultimi tempi si trovano degli ottimi smartwatch che arrivano dalla Cina. Se vuoi saperne di più, puoi leggere l’articolo sui migliori smartwatch cinesi: si tratta di prodotti di ottima qualità, a prezzi contenuti! 🙂

Se hai qualche dubbio sulla guida e vorresti risolverlo, scrivimi pure nei commenti. Cercherò di aiutarti al meglio! 😉

Smartwatch – come funziona? Matteo Zigliani

]]>
https://www.robadainformatici.it/smartwatch-come-funziona/feed/ 0 10479
Cos’è un Fitness Tracker? https://www.robadainformatici.it/fitness-tracker-cosa-sono/ https://www.robadainformatici.it/fitness-tracker-cosa-sono/#respond Wed, 11 Jul 2018 05:30:45 +0000 https://www.robadainformatici.it/?p=10448 Roba Da Informatici Roba Da Informatici - Le Migliori Recensioni e Tutorial di Sempre

I Fitness Tracker sono dei dispositivi indossabili al polso con una forma simile a quella di un braccialetto o di un orologio. Si tratta di un ottimo esempio di quella che negli ultimi anni viene definita wearable technology. Lo scopo di un fitness tracker è quello di essere un supporto constante alla tua attività fisica […]

Cos’è un Fitness Tracker? Matteo Zigliani

]]>
Roba Da Informatici Roba Da Informatici - Le Migliori Recensioni e Tutorial di Sempre

Cos'è un Fitness Tracker?

I Fitness Tracker sono dei dispositivi indossabili al polso con una forma simile a quella di un braccialetto o di un orologio. Si tratta di un ottimo esempio di quella che negli ultimi anni viene definita wearable technology.

Lo scopo di un fitness tracker è quello di essere un supporto constante alla tua attività fisica e sportiva.

Fra le funzioni basilari, i fitness tracker possono monitorare la tua frequenza cardiaca, le calorie bruciate e i chilometri percorsi.

Anche con i modelli più economici, in pratica, sarà più che semplice gestire al meglio i tuoi allenamenti. 🙂

Fra le funzioni dei modelli più avanzati, le più interessanti ti permettono di:

  • calcolare i passi effettuati e la distanza percorsa;
  • misurare l’intensità dell’attività fisica;
  • impostare la sveglia;
  • attivare la vibrazione per le notifiche in arrivo (quando connesso a uno smartphone);
  • attivare un segnale che ti avverte se stai fermo per troppo tempo.

Ecco, magari in quest’ultimo caso è utile ricordarti che puoi disattivare le notifiche e le funzioni quando preferisci! 😉

Insomma, all’inizio i fitness tracker erano semplici aggeggi che consentivano di tenere traccia del tuo hobby sportivo. Ma da lì i fitness tracker si sono evoluti in un vero e proprio centro di controllo col quale monitorare l’attività fisica nel migliore dei modi.

In più, negli ultimi tempi è aumentata anche l’integrazione con gli smartphone.

Certo, non siamo ancora ai livelli degli smartwatch1. Eppure, i migliori fitness tracker oggi hanno ridotto la distanza da questi dispositivi e, in definitiva, l’usabilità complessiva.

Se vuoi saperne di più e vedere anche altri esempi di wearable technology, puoi leggere l’articolo su come scegliere uno smartwatch da uomo. C’è uno spazio dedicato anche ai più interessanti fitness tracker! 🙂

Cos’è un Fitness Tracker? Matteo Zigliani

]]>
https://www.robadainformatici.it/fitness-tracker-cosa-sono/feed/ 0 10448
Cos’è uno Smartwatch? https://www.robadainformatici.it/smartwatch-cosa-sono/ https://www.robadainformatici.it/smartwatch-cosa-sono/#respond Wed, 11 Jul 2018 05:30:06 +0000 https://www.robadainformatici.it/?p=10446 Roba Da Informatici Roba Da Informatici - Le Migliori Recensioni e Tutorial di Sempre

  Uno smartwatch è un orologio che praticamente svolge le stesse funzioni di un orologio, ha tutte le comodità di un orologio, ma ti permette di fare molte più cose di un normale orologio. Se sei qui, ne avrai notato qualche modello su Internet o nei negozi fisici e vorresti capire meglio di cosa si […]

Cos’è uno Smartwatch? Matteo Zigliani

]]>
Roba Da Informatici Roba Da Informatici - Le Migliori Recensioni e Tutorial di Sempre

 

Cos'è uno Smartwatch?

Uno smartwatch è un orologio che praticamente svolge le stesse funzioni di un orologio, ha tutte le comodità di un orologio, ma ti permette di fare molte più cose di un normale orologio.

Se sei qui, ne avrai notato qualche modello su Internet o nei negozi fisici e vorresti capire meglio di cosa si tratta. 🙂

Gli smartwatch riprendono già dal nome la rivoluzione smart cominciata dapprima con gli smartphone, e poi via via con altri dispositivi.

In pratica, uno smartwatch è una periferica molto particolare che puoi considerare quasi un’estensione del tuo smartphone.

Ma uno smartwatch è anche un ottimo esempio di quella che si chiama wearable technology, cioè tecnologia indossabile.

I vantaggi di uno smartwatch sono diversi. Ecco i principali:

  • Consente di monitorare le performance durante lo sport. Da una parte, ha delle applicazioni per tenere sotto controllo battiti e altri parametri. Dall’altra parte, puoi collegarlo ad applicazioni quali Runtastic. Queste funzioni avvicinano uno smartwatch alla più semplice fitness tracker.
  • Consente di tenere sotto controllo chiamate, messaggi e email in maniera veloce e comoda. Se ti arriverà una email o una chiamata importante, potrai usare lo smartphone direttamente per gestirla.
  • Permette di installare diverse app, compreso alcune di grande utilità come il meteo o la 11gestione delle chiamate in arrivo.

Insomma, con uno smartwatch potrai fare tantissime cose oltre a, come è ovvio, guardare che ora è. 🙂

L’unico vero svantaggio è proprio la connessione con lo smartphone, quando lo usi con il tuo telefono, che avviene tramite Bluetooth.

Tuttavia, non tutti gli smartwatch hanno bisogno di essere collegati al tuo telefono né costano uno sproposito. 🙂

Se vuoi, puoi dare un’occhiata ai modelli economici con il migliore rapporto qualità/prezzo, visitando il mio post sui migliori smartwatch cinesi!

Cos’è uno Smartwatch? Matteo Zigliani

]]>
https://www.robadainformatici.it/smartwatch-cosa-sono/feed/ 0 10446
Cuffie Bluetooth – Come funzionano? https://www.robadainformatici.it/cuffie-bluetooth-come-funzionano/ https://www.robadainformatici.it/cuffie-bluetooth-come-funzionano/#respond Tue, 10 Jul 2018 05:30:26 +0000 https://www.robadainformatici.it/?p=10435 Roba Da Informatici Roba Da Informatici - Le Migliori Recensioni e Tutorial di Sempre

Negli ultimi anni, la tecnologia Bluetooth ha cambiato il modo in cui scambi file, colleghi i tuoi dispositivi o ascolti musica. Oggi uno degli usi più diffusi del Bluetooth è proprio il settore audio, con le cuffie senza fili o appunto cuffie Bluetooth. Le puoi trovare dappertutto, su internet o nei negozi di elettronica fino […]

Cuffie Bluetooth – Come funzionano? Matteo Zigliani

]]>
Roba Da Informatici Roba Da Informatici - Le Migliori Recensioni e Tutorial di Sempre

Negli ultimi anni, la tecnologia Bluetooth ha cambiato il modo in cui scambi file, colleghi i tuoi dispositivi o ascolti musica.

Oggi uno degli usi più diffusi del Bluetooth è proprio il settore audio, con le cuffie senza fili o appunto cuffie Bluetooth. Le puoi trovare dappertutto, su internet o nei negozi di elettronica fino alle bancarelle degli ambulanti. 🙂

Per chi si avvicina a questo mondo, ci sono alcune domande sulle cuffie bluetooth alle quali non sempre viene data risposta.

Per esempio, come funzionano queste cuffie? In cosa consiste la tecnologia Bluetooth e quali dispositivi puoi collegare? Esistono altri tipi di collegamenti e quali sono le differenze?

Se vuoi saperne di più, scorri in basso per leggere questa breve guida.

Cercherò di rispondere a queste domande e a darti una mano, se mai dovessi scegliere delle cuffie Bluetooth. 😉

Cuffie Bluetooth - Come funzionano?

Cuffie Bluetooth: come funzionano

Il Bluetooth è stato ideato dalla Ericsson nel 1994. Forse non la ricordi, ma si tratta dell’azienda che insieme a Sony aveva progettato alcuni dei più conosciuti cellulari Sony Ericsson fra la fine degli anni 90 e l’inizio dei duemila.

Per essere più specifico, Bluetooth è il nome dato da Ericsson a uno standard di comunicazione wireless. Pur avendo qualche punto in comune, si tratta di un protocollo molto diverso da quello più conosciuto come radiofrequenza.

Le differenze principali riguardano la frequenza utilizzata, la portata del segnale e il tipo di collegamento fra i due dispositivi.

Come vedrai più avanti nell’articolo, una delle particolarità del Bluetooth riguarda il grandissimo numero di dispositivi che puoi collegare fra loro. Smartphone, console, cuffie, navigatori satellitari d TV sono soltanto alcuni degli esempi possibili. I primi che mi sono venuti in mente. 😉

Come funziona il Bluetooth: cuffie e altri dispositivi

Il bluetooth è un tipo di trasmissione wireless che utilizza la banda radio a onde corte, con frequenze che vanno dai 2.4 GHz ai 2.485 GHz.

Il rapporto fra i due dispositivi che collegherai fra loro si chiama, in gergo, rapporto master/slave. In pratica, il device master crea una rete privata a corto raggio, mentre il device slave è ‘in ascolto’ pronto a essere aggiunto alla rete.

Il collegamento fra i due dispositivi viene definito pairing o accoppiamento. Se leggi queste due parole sul cellulare o sulla TV mentre hai una periferica bluetooth, saprai che stai effettuando il collegamento. 🙂

Ogni dispositivo compatibile con il trasferimento di dati tramite Bluetooth è identificato attraverso due parametri:

  • la classe del Bluetooth, che identifica la potenza del chip (100 mW la classe 1 – 2,5 mW la classe 2 – 1 mW la classe 3 – 0,5 mW la classe 4) e di conseguenza la portata massima della rete creata dal dispositivo master;
  • la versione del Bluetooth, che identifica l’aggiornamento della tecnologia stessa.

A oggi, le cuffie bluetooth – come molti altri device – hanno un chip di classe 2.

In pratica, questo significa che il collegamento fra il tuo smartphone e delle cuffie bluetooth avrà una portata massima di circa 10 metri, ma sarà a basso consumo.

La pulizia del segnale, la qualità della connessione e in parte la portata invece dipendono molto dalla versione del bluetooth. Oggi, le più diffuse sono la 4.0, la 4.1 e la 4.2.

Cuffie Bluetooth vs. cuffie wireless

Quanto fai il pairing, le cuffie bluetooth si collegano al PC, alla TV o allo smartphone tramite una rete wireless sicura a corto raggio.

Dal momento che si tratta sempre di una connessione senza fili, è frequente confondere le cuffie bluetooth con le cuffie wireless.

In realtà le differenze sono molte:

  • la portata: dove le cuffie wireless hanno una portata che può arrivare fino a 100 metri, la stragrande maggioranza delle cuffie bluetooth non supera i 10 metri;
  • la trasmissione: le cuffie wireless necessitano di un trasmettitore indipendente, spesso contenuto nella base d’appoggio, e di un’antenna per la ricezione;
  • il collegamento: le cuffie wireless funzionano soltanto in ricezione, a differenza delle cuffie bluetooth.

Infatti, il bluetooth consente uno scambio di dati in entrambi i sensi.

Per farti un esempio, oggi tutte le cuffie bluetooth non soltanto hanno i comandi per gestire la musica a distanza, ma hanno anche un microfono incorporato. Addirittura, in alcuni modelli come le Marshall Major II driver e microfono sono di altissima qualità!

Questo vuol dire che potrai utilizzarle anche per rispondere al telefono ed effettuare chiamate. E non è un vantaggio da poco! 🙂

Come hai visto, cuffie bluetooth e cuffie wireless, sebbene consentano in teoria di fare le stesse cose, si differenziano per alcune funzioni particolari e, in definitiva, rispondono a esigenze molto diverse.

Se vuoi saperne di più sul funzionamento delle cuffie wireless, puoi dare un’occhiata all’articolo che ho scritto proprio su questo argomento! 🙂

Pro e contro delle cuffie bluetooth

Come ti dicevo nei primi paragrafi dell’articolo, il bluetooth è una tecnologia che permette il collegamento di tantissimi tipi di dispositivi fra loro:

  • smartphone, computer e tablet;
  • schermi, tastiere e mouse;
  • navigatori satellitari e computer di bordo;
  • casse audio e cuffie.

Proviamo però ad andare più nello specifico. Ecco i vantaggi delle cuffie Bluetooth:

  • compatibilità con tantissimi dispositivi e usi potenziali: vedere un film, parlare al telefono, ascoltare musica e così via;
  • connessione sottoposta a meno interferenze rispetto alle cuffie wireless a radiofrequenza;
  • uso molto semplice anche in viaggio o quando ti sposti in città, con la bici o in bus;
  • prezzo contenuto, per i modelli base, rispetto ad altre tipologie di cuffie wireless.

Purtroppo, la tecnologia bluetooth si porta dietro anche alcuni svantaggi. Ecco quelli che dovrai tenere d’occhio, se scegli di acquistare una cuffia bluetooth:

  • una versione datata del bluetooth potrebbe portare a interferenze nella trasmissione del segnale audio;
  • la portata massima è di circa 10 metri, che possono diminuire se ci sono muri portanti fra i due dispositivi: è molto più ampia delle cuffie IR, ma la qualità ne risente di un po’.

Conclusioni: quali cuffie Bluetooth scegliere

Adesso che sai come funzionano le cuffie Bluetooth, potrai capire meglio le descrizioni delle cuffie che più ti piacciono o che ti incuriosiscono.

In realtà, sono molti i parametri che ti permettono di comprendere se una cuffia o degli auricolari sono buoni per te. Ne ho parlato in un articolo proprio qui sul sito: come scegliere le cuffie, se ti incuriosisce l’argomento. 😉

Se invece hai capito come funzionano le cuffie Bluetooth e vuoi confrontare alcuni dei modelli con il migliore rapporto qualità/prezzo, leggi pure la mia guida alle migliori cuffie Bluetooth!

Cuffie Bluetooth – Come funzionano? Matteo Zigliani

]]>
https://www.robadainformatici.it/cuffie-bluetooth-come-funzionano/feed/ 0 10435
Cuffie Wireless – Come funzionano https://www.robadainformatici.it/cuffie-wireless-come-funzionano/ https://www.robadainformatici.it/cuffie-wireless-come-funzionano/#respond Tue, 10 Jul 2018 05:30:24 +0000 https://www.robadainformatici.it/?p=10429 Roba Da Informatici Roba Da Informatici - Le Migliori Recensioni e Tutorial di Sempre

In certi casi, i cavi delle cuffie possono diventare una vera e propria seccatura. Soprattutto se stai guardando un film sulla tv o ascoltando musica dallo smartphone. 🙁 In teoria, cavi più lunghi servirebbero a darti un maggiore spazio di controllo quando ti muovi ma, nella realtà, questo non succede mai. Ti sarà capitato molto […]

Cuffie Wireless – Come funzionano Matteo Zigliani

]]>
Roba Da Informatici Roba Da Informatici - Le Migliori Recensioni e Tutorial di Sempre

In certi casi, i cavi delle cuffie possono diventare una vera e propria seccatura. Soprattutto se stai guardando un film sulla tv o ascoltando musica dallo smartphone. 🙁

In teoria, cavi più lunghi servirebbero a darti un maggiore spazio di controllo quando ti muovi ma, nella realtà, questo non succede mai.

Ti sarà capitato molto più spesso di lottare con i cavi per trovare una sistemazione che non fosse sempre in mezzo a tutti i tuoi movimenti.

Per questa ragione, oggi sono sempre più diffuse le cuffie wireless. Si tratta di cuffie che permettono di ascoltare musica o vedere un film senza bisogno di fili.

Ma come funzionano? Quali sono i tipi di cuffie wireless che potresti trovare in un negozio? Quali cuffie conviene acquistare a seconda dell’utilizzo che ne fai?

Se ti sei mai fatto queste domande, o se vuoi saperne di più, seguimi in questa guida! 🙂

Cuffie Wireless - Come funzionano

Cuffie wireless: come funzionano

Se hai sentito parlare di cuffie senza fili o wireless (in alcuni casi, anche di cuffie cordless), si tratta di cuffie che sfruttano la tecnologia a radiofrequenza.

Questa espressione – spesso sinonimo di radiocomunicazione – indica ogni forma di comunicazione senza fili che usa il canale radio per portare a distanza l’informazione.

Per fare ciò, vengono usati segnali elettromagnetici che appartengono alle frequenze radio o alla banda radio.

Potrebbe sembrarti un argomento complesso (per certi versi lo è davvero). Però puoi capire a cosa ci si riferisce con radiocomunicazione grazie a questi semplici esempi:

  • radio e televisione;
  • reti cellulari e satellitari;
  • network Wi-Fi e reti WLAN.

Come vedi, si tratta anche di dispositivi che utilizzi tutti i giorni! 🙂

Dal momento che le cuffie wireless utilizzano la banda radio, per inviare il segnale c’è bisogno di un trasmettitore. Per la ricezione, invece, di solito un’antenna di piccole dimensioni è contenuta all’interno della cuffia.

A seconda dei modelli, il trasmettitore può avere forme e funzioni molto particolari.

Per esempio, le Philips SHC5200 possiedono un trasmettitore di piccole dimensioni che presenta un’antenna al centro.

Al contrario, nella maggior parte dei modelli il trasmettitore è progettato per essere anche una comoda base d’appoggio per le cuffie. Un esempio sono le Sennheiser RS120.

Inoltre, per utilizzare le cuffie wireless ricorda di collegare il jack audio dal trasmettitore nell’ingresso audio del dispositivo che vuoi usare come sorgente.

Vantaggi e svantaggi delle cuffie wireless

Come avviene per gli esempi che hai appena visto, la comunicazione con segnali radio utilizza una tecnologia alternativa alla comunicazione via cavo o cablata.

I vantaggi sono straordinari, soprattutto nel caso delle cuffie wireless. Il trasporto senza fili del segnale audio, infatti, consente una libertà di movimento unica che non potresti avere con delle cuffie tradizionali.

Fra gli altri, questi sono i vantaggi delle cuffie wireless:

  • hanno un raggio d’azione molto ampio, fino a 100 metri;
  • possono essere usate con tantissimi dispositivi sorgente: tv, computer, impianti stereo, console, laptop;
  • la potenza del segnale è ottima, sempre entro il raggio massimo della portata;
  • potenzialmente, puoi collegare al trasmettitore più di un paio di cuffie, che quindi condivideranno la banda.

Sfortunatamente, le cuffie wireless hanno anche alcuni svantaggi, dovuti soprattutto alla tecnologia a radiofrequenza, fra cui:

  • la qualità del segnale potrebbe diminuire con dei muri o degli ostacoli fra il trasmettitore e l’antenna contenuta nelle cuffie;
  • la qualità complessiva potrebbe inoltre diminuire se la banda è condivisa da più dispositivi;
  • costano mediamente di più rispetto alle versioni con cavo.

Le cuffie wireless non sono cuffie bluetooth

Molto spesso quando si parla di cuffie wireless si tende a confonderle con le più diffuse cuffie bluetooth.

In realtà, da un lato la confusione è giustificabile perché entrambe utilizzano una tecnologia senza fili. Dall’altro lato, tuttavia, si tratta comunque di tipologie di dispositivi che sfruttano due protocolli di comunicazione diversi.

Infatti, le cuffie wireless utilizzano una banda radio che consente una portata impensabile per altri dispositivi atti alla ricezione di segnali Wi-Fi.

Al contrario, la tecnologia bluetooth consente di creare una rete wireless privata che viaggia sulla banda da 2.4 GHz a 2.485 GHz, ma il raggio d’azione arriva a 10 metri.

Se vuoi saperne di più, leggi pure il mio articolo su come funzionano le cuffie bluetooth!

Oltre le onde radio: le cuffie a raggi infrarossi

Come hai visto, le cuffie che sfruttano le onde radio costituiscono la soluzione più diffusa se vuoi ascoltare la musica, o vedere un film, senza preoccuparti dei cavi e ostacoli.

Al vantaggio della grande portata, tuttavia, le cuffie wireless associano lo svantaggio di possibili interferenze che non sempre è possibile evitare.

Per risolvere il problema, potrebbe interessarti un’altra tipologia di cuffie senza fili. Si tratta di cuffie che utilizzano la trasmissione del segnale audio attraverso i raggi infrarossi.

Gli infrarossi sono un tipo di radiazione con una banda di frequenza inferiore a quella della luce visibile ma superiore a quella delle onde radio.

Se ci pensi, hai già avuto a che fare con questo tipo di trasmissione dei dati: i telecomandi delle TV utilizzano i segnali a infrarossi per dire alla televisione come cambiare canale! 🙂

Come avviene per le onde radio, anche per le cuffie IR c’è bisogno di un trasmettitore. In questo caso però il segnale elettrico è trasformato in un segnale infrarosso.

La connessione mediante infrarossi è molto affidabile: la qualità del segnale sarà ottima.

Inoltre, fra i suoi vantaggi, ha quello di non entrare in conflitto con i dispositivi che usano le onde radio. Purtroppo però la tecnologia IR ha lo svantaggio di una portata molto bassa.

In pratica, ti consiglio delle cuffie IR come le DDAUTO D1001S soltanto se:

  • ascolti musica o guardi un film all’interno di una stanza;
  • hai molti dispositivi connessi con Wi-Fi;
  • vuoi evitare di spendere molto.

Conclusioni: quando comprare delle cuffie wireless

Usare delle cuffie wireless potrebbe risolvere un bel po’ di problemi pratici, compreso l’eterno ingarburgliarsi dei fili. 🙂

Per quanto riguarda la fedeltà dell’audio, in gran parte dipende proprio dalla qualità delle cuffie. Non dovrai preoccuparti del segnale radio: a meno di grandi ostacoli o di muri portanti, non costituirà mai un impedimento al tuo ascolto.

A questo proposito, come hai visto le cuffie wireless hanno un bel po’ di vantaggi e qualche svantaggio. Ti consiglio di provarne un paio se:

  • ti muovi spesso e vuoi utilizzarle anche allontanandoti di molto dalla sorgente del suono;
  • hai bisogno di un dispositivo da utilizzare con tv, computer, stereo, console e così via;
  • non ti sei trovato benissimo con cuffie bluetooth o IR e vuoi provare qualcosa di diverso.

In questo articolo ho cercato di spiegarti come funzionano le cuffie wireless e come si differenziano da altri tipi di cuffie senza fili.

Il funzionamento di base è identico per tutti i modelli, ma i tipi di cuffie a radiofrequenza sono tantissimi. Se sei interessato e vuoi dare un’occhiata a qualcuno, leggi pure la mia guida alle migliori cuffie wireless!

Cuffie Wireless – Come funzionano Matteo Zigliani

]]>
https://www.robadainformatici.it/cuffie-wireless-come-funzionano/feed/ 0 10429
SSD Samsung 860 EVO – Recensione completa https://www.robadainformatici.it/ssd-samsung-860-evo-recensione/ https://www.robadainformatici.it/ssd-samsung-860-evo-recensione/#respond Wed, 27 Jun 2018 05:30:30 +0000 https://www.robadainformatici.it/?p=10424 Roba Da Informatici Roba Da Informatici - Le Migliori Recensioni e Tutorial di Sempre

Se stai assemblando un nuovo PC, o hai bisogno di aggiornare il drive di memoria del tuo vecchio computer, la scelta migliore oggi consiste nell’acquisto di un SSD. Negli ultimi anni, tantissimi produttori hanno presentato dei modelli con qualità e costi molto diversi fra loro. In mezzo alla grande quantità di SSD oggi presenti sul […]

SSD Samsung 860 EVO – Recensione completa Matteo Zigliani

]]>
Roba Da Informatici Roba Da Informatici - Le Migliori Recensioni e Tutorial di Sempre

Se stai assemblando un nuovo PC, o hai bisogno di aggiornare il drive di memoria del tuo vecchio computer, la scelta migliore oggi consiste nell’acquisto di un SSD.

Negli ultimi anni, tantissimi produttori hanno presentato dei modelli con qualità e costi molto diversi fra loro.

In mezzo alla grande quantità di SSD oggi presenti sul mercato, di certo le unità di Samsung non sono soltanto le più conosciute.

Si tratta anche delle migliori per prestazioni e affidabilità in diversi usi: installazione del sistema operativo o uso di applicazioni pesanti come video editing o video game.

Per questa ragione, oggi voglio parlarti dei Samsung SSD 860 Evo, un aggiornamento consistente rispetto ai famosi SSD 850 Evo. Queste nuove unità promettono prestazioni migliori unite a consumi nettamente inferiori.

Sei pronto? Scorri in basso per leggere la recensione! 😉

SSD Samsung 860 EVO - Recensione completa

PRO:

  • Prestazioni top di gamma
  • Ottimi per gli utilizzi con carichi pesanti
  • Consumi ridotti e affidabilità aumentata

Contro:

  • Raggiungono facilmente i limiti dell’interfaccia SATA III
  • Prezzo medio elevato

SSD Samsung 860 EVO: i migliori SSD consumer sul mercato?

Con i suoi SSD 850 EVO, Samsung ha stabilito uno standard difficilmente raggiungibile dai modelli di altri produttori. Per esempio, i Crucial MX300 che ho recensito qualche tempo fa erano una discreta alternativa ai Samsung, pur senza raggiungerne le prestazioni.

Gli SSD 860 EVO costituiscono un passo avanti, sia per quanto riguarda l’architettura delle memorie sia per le prestazioni con i più svariati carichi in ambito consumer.

Seguimi in questa recensione: cercheremo di capire se i nuovi modelli dell’azienda sudcoreana riescono a mantenere lo scettro dei migliori SSD.

Soprattutto, cercherò di aiutarti a capire se vale la pena acquistarli. 🙂

Nel frattempo, se vuoi dare loro un’occhiata, a questo link puoi vedere la pagina Amazon dei Samsung SSD 860 EVO.

SSD 860 EVO: le prestazioni e le specifiche

L’offerta di Samsung per le sue nuove unità SSD è incredibilmente vasta, sia per quanto riguarda le capacità sia per i formati.

In particolare, questi ultimi possono adattarsi senza problemi a tutte le tue esigenze:

  • 2,5 pollici, con capacità di 250 GB, 500 GB, 1 TB, 2 TB e 4 TB;
  • M.2 2280, con capacità da 250 GB a 2 TB;
  • mSATA, che arriva da 250 GB a 1 TB.

Mi ha colpito molto la scelta di Samsung di presentare gli 860 EVO anche nel formato mSATA, spesso trascurati da molti produttori a favore di quello a 2.5” e del M.2.

Tuttavia, Samsung ha assicurato che non ci saranno differenze di prestazioni fra questi tre form factor. Potrai quindi scegliere tranquillamente una fra queste tre interfacce, senza preoccuparti di cali nelle prestazioni. 😉

SSD Samsung 860 EVO 250 GB: front

Specifiche tecniche degli 860 EVO: le novità di Samsung

Le memorie degli SSD di Samsung sono delle V-NAND con 3 bit per cella: nel gergo tecnico degli SSD, si chiamano TLC ovvero triple level cell.

TLC è una sigla che indica la quantità di informazione che è possibile immagazzinare in una singola cella del die di un SSD. A seconda della tecnologia produttiva, infatti, potrai avere SSD con memorie:

  • SLC o single level cell: possono immagazzinare 1 bit di informazione per cella e sono le memorie più veloci;
  • MLC o multi level cell: capaci di immagazzinare 2 bit per cella;
  • TLC o triple level cell.

L’unico difetto delle memorie V-NAND TLC riguarda la velocità che è nettamente inferiore sia alle memorie MLC che a quelle SLC.

Per questa ragione, gli 860 EVO di Samsung hanno un’area SLC che utilizza parte della memoria totale per velocizzare le operazioni di lettura e scrittura. Nelle applicazioni pratiche, non noterai alcuna differenza: anzi, la velocità sarà sempre al top!

SSD Samsung 860 EVO 500 GB: retro

Per gestire questa memoria ad alta velocità e le operazioni in genere, Samsung ha dotato le sue nuove unità del controller MJX, in versione aggiornata, e di una cache DDR4 di tipo low power a basso consumo.

Nel modelli da 250 e da 500 GB, la cache è di rispettivamente di 256 e 512 MB. Negli altri modelli, la cache è di 1 GB per terabyte di memoria.

Tra poco capirai il perché di tutte queste cifre e di questi valori dei nuovi SSD 860 EVO. Infatti, ogni parametro che hai visto finora si traduce in un uso reattivo e versatile.

SSD Samsung 860 EVO: le prestazioni

Le prestazioni del nuovo 860 EVO rappresentano il top di gamma per gli SSD non dedicati a server o a workstation. Se stai cercando un drive per un uso professionale, ti consiglio i Samsung SSD 860 Pro o anche i Samsung SSD 960 EVO.

La quarta generazione delle memorie V-NAND, che costituiscono il cuore di questi 860 EVO, si fa sentire in performance superiori e consumi ridotti. Se già conosci gli 850 EVO, allora potrai notare un miglioramento delle prestazioni.

SSD Samsung 860 EVO 1 TB: sata interface

La lettura e la scrittura sequenziale arrivano a raggiungere i limiti della banda offerta dall’interfaccia SATA III e si attestano a 550 MB/s e 520 MB/s rispettivamente.

Tuttavia, se scegli un SSD per il tuo computer, il parametro a cui dovrai fare attenzione è principalmente quello che riguarda lettura e scrittura casuale 4K.

In questo caso, il 4K non identifica la risoluzione di uno schermo, ma le letture e le scritture operate dal drive in maniera casuale su porzioni di dati della grandezza di 4 KB. Si tratta del tipo più comune di operazioni eseguite da un SSD.

Già nella recensione dei Crucial MX500, notavo che le sue prestazioni in 4K si erano avvicinate a quelle del Samsung 850 EVO. Il nuovo 860 EVO risulta ancora in testa in tutti i tagli resi disponibili da Samsung, con un valore che raggiunge e supera agevolmente le 10000 IOPS (input/output operations per second).

Volendo riassumere il tutto, le prestazioni del Samsung 860 EVO rendono questo SSD ancora il top di gamma per quanto riguarda gli utilizzi casalinghi.

In pratica, si tratta di un’unità perfetta per l’installazione del sistema operativo, per i videogiochi e le applicazioni più pesanti.

SSD Samsung 860 EVO 500 GB M.2

SSD 860 EVO: le features di Samsung

Come ti dicevo più su, una parte della memoria totale degli 860 EVO non è TLC ma SLC ed è chiamata area TurboWrite. Il controller dell’SSD, vale a dire il microprocessore contenuto nell’unità, gestisce i trasferimenti prima su questa porzione, velocizzando le operazioni di lettura e scrittura, e solo successivamente nella memoria principale.

Fra le varie features di cui gli SSD 860 EVO sono dotati, sono importanti il software Samsung Magician, con il quale potrai monitorare l’unità ed effettuare dei semplici test. Inoltre, l’app permette di creare una chiavetta con cui fare il boot del sistema.

Se da una parte la crittografia AES 256 (FDC) permette la protezione dei dati, dall’altra Samsung ha dichiarato che le unità 860 EVO hanno un TBW (total byte written) di 150 terabyte. Un valore del genere rappresenta un’enormità in termini di utilizzo. In più, l’azienda sudcoreana fornisce una garanzia di 5 anni, sintomo dell’affidabilità di questi SSD.

SSD Samsung 860 EVO 250 GB
330 Recensioni

Conclusioni

I Samsung 860 EVO si confermano fra i migliori SSD del settore consumer, nonostante altri produttori abbiano ormai diminuito il gap.

A livello di prestazioni, la concorrenza di Crucial ha portato a un’ottimizzazione delle performance e all’aumento dell’affidabilità delle unità di Samsung. Purtroppo, a queste migliorie corrisponde un prezzo in media più alto, ma se troverai delle offerte il mio consiglio è quello di approfittarne subito.

Il motivo per preferire un 860 EVO ad altri prodotti risiede quindi nell’ottimo comportamento sotto stress e con carichi pesanti (tipici del multitasking) e nella grande affidabilità.

Se vuoi confrontare i Samsung 860 EVO con altri SSD, per farti un’idea migliore, puoi leggere la mia guida aggiornata ai migliori SSD!

SSD Samsung 860 EVO – Recensione completa Matteo Zigliani

]]>
https://www.robadainformatici.it/ssd-samsung-860-evo-recensione/feed/ 0 10424
Migliori Smartwatch Cinesi https://www.robadainformatici.it/migliori-smartwatch-cinesi/ https://www.robadainformatici.it/migliori-smartwatch-cinesi/#comments Thu, 21 Jun 2018 16:04:51 +0000 https://www.robadainformatici.it/?p=10414 Roba Da Informatici Roba Da Informatici - Le Migliori Recensioni e Tutorial di Sempre

I prodotti che arrivano dai mercati dell’est sono tantissimi, alcuni di ottima qualità e fattura, altri invece non sono all’altezza delle nostre aspettative. Devi sapere che non tutti i migliori orologi al mondo, arrivano dalla Svizzera o dalla Germania. 😀 Puntare su uno smartwatch cinese e decidere di acquistarlo, può essere un rischio se non […]

Migliori Smartwatch Cinesi Matteo Zigliani

]]>
Roba Da Informatici Roba Da Informatici - Le Migliori Recensioni e Tutorial di Sempre

I prodotti che arrivano dai mercati dell’est sono tantissimi, alcuni di ottima qualità e fattura, altri invece non sono all’altezza delle nostre aspettative. Devi sapere che non tutti i migliori orologi al mondo, arrivano dalla Svizzera o dalla Germania. 😀

Puntare su uno smartwatch cinese e decidere di acquistarlo, può essere un rischio se non si sa il reale valore del prodotto, rischiando di buttare denaro inutilmente.

Ecco allora che nasce la lista dei migliori smartwatch cinesi, per dare un aiuto a te, che magari vuoi avere al polso un dispositivo economico, quindi con un occhio di riguardo al prezzo di mercato, ma comunque all’altezza delle tue aspettative. 😉

Sei pronto? Iniziamo!

Migliori Smartwatch Cinesi

Migliori smartwatch sotto i 50 euro

TOPFFY Smartwatch Android

Lo smartwatch di TOPFFY è economico, ma molto funzionale per chi si avvicina la prima a volta a questo mondo. Nonostante il prezzo molto basso, ha un sacco di funzionalità. 😉

Innanzitutto è compatibile con Android e iOS, almeno che tu non abbia un windows phone, non incontrerai mai alcun problema, nel collegare questo smartwatch.

Potrai inserire al suo interno una SIM, oppure utilizzare il bluetooth per il collegamento.

Tra le sue funzionalità principali, si evidenzia la possibilità di effettuare chiamate indipendenti dallo smartphone, oppure può ricordarti di richiamare una persona.

Potrai tenere sotto controllo e monitorare il tuo sonno, oppure ti potrà assistere mentre pratichi sport, ma anche avvisarti se fai una vita sedentaria, avvisandoti di muoverti.

Possiede al suo interno due batterie da 350 mAh, per una durata di circa 2 giorni di utilizzo, il cavo per il caricamento è già incluso nella confezione. 😉

TOPFFY Smartwatch
32 Recensioni

 

Willful Smart Watch

willfull smartwatch cinese

 

Se quello che cerchi è uno smartwatch cinese sotto i 50 euro, con le sembianze di un vero e proprio smartwatch (un clone di apple watch), quello di Willful potrebbe interessarti.

E’ particolarmente economico ma ha delle ottime funzionalità e scopriamo quali…

Rispetto al modello visto in precedenza, questo smartwatch ha la possibilità di ricevere le notifiche dalle app social, come Facebok, Twitter, ecc… Potrai ascoltare la musica, Potrai controllare da remoto la fotocamera o trovare il tuo smartphone in caso di smarrimento.

Oltre alla funzionalità di activity tracker è in grado di effettuare e ricevere telefonate in modo autonomo.

E’ al 100% compatibile con Android, mentre su iOS non è ancora disponibile l’app.

Willful Smartwatch
634 Recensioni

 

Romacci Sports Multifuction

Se quello che cerchi è uno smartwatch cinese che sia snello e con delle ottime funzionalità, non puoi non valutare il Romacci Sports, con la protezione agli agenti atmosferici e totalmente impermeabile all’acqua, poiché è IP68.

Possiede un display touch da 0.96 Pollici e per comunicare con lo smartphone utilizza il bluetooth 4.0, garantendo compatibilità completa su smartphone Android e iOS.

Nonostante il prezzo molto concorrenziale, questo smartwatch cinese è uno dei migliori, perché possiede veramente tante e comode funzionalità, come: la possibilità di misurare la pressione sanguigna oppure il battito cardiaco, conterà i tuoi passi giornalieri e le calorie perse, misurerà la distanza percorsa, verificherà la qualità del tuo sonno, ecc…

Molto importante (poiché non tutti gli smartwatch economici l’hanno) è la possibilità di integrare il Romacci Sports con un app sul tuo smartphone, in modo da tenere sottocontrollo praticamente qualsiasi dato raccolto durante le giornate.

La batteria ha una durata di 7 giorni di utilizzo e 10 in standby, è disponibile in 3 colorazioni diverse, che sono: azzurro, giallo e rosso.

Romacci Sports
1 Recensioni

 

Migliori smartwatch sotto i 100 euro

Se cerchi uno smartwatch cinese sotto i 100 Euro, è perché sicuramente vuoi un po’ di qualità e prestazioni in più rispetto a quelli di bassa fascia, e ciò che troverai sicuramente, sarà più attinente alle tue aspettative, ma anche più piacevole.

Xiaomi Huami Amazfit bip bit

Xiaomi è un colosso che negli ultimi anni ha mosso passi da gigante nei dispositivi tecnologici, tenendo un ottima qualità ad un prezzo veramente concorrenziale.

E’ impermeabile e leggero (solo 32 grammi) perché certificato IP68, ed è compatibile con devices Android e iOS.

possiede anch’esso funzionalità da fitness tracker, ma integra anche il GPS ed un accelerometro, per aumentare ancor di più la precisione dei dati raccolti durante il giorno.

E’ in grado di ricevere notifiche dalle app, ricevere messaggi ed email, e lo schermo può essere mantenuto sempre attivo. La durata della batteria sfiora i 5 giorni. 😉

E’ uno smartwatch dall’ottimo aspetto, e si percepisce immediatamente che si ha tra le mani un prodotti di una più elevata qualità.

Xiaomi Huami Amazfit Bip bit
36 Recensioni

 

AWOW Smartwatch

Uno smartwatch cinese che costa meno di 100 Euro, in grado di integrare una SIM card ed una microSD per l’archiviazione dei dati.

Possiede un fantastico schermo da 1.3 Pollici AMOLED, limpido e con un touch reattivo.

Ha una linea parecchio sottile di 13,9 mm, ed anche il quadrante ha una linea molto fine.

La batteria dura in utilizzo normale circa 5 giorni.

Se sei alla ricerca di uno smartwatch cinese dal design elegante, sicuramente l’AWOW è quello che fa per te, economico utile e bello alla vista. 😉

AWOW Smartwatch
22 Recensioni

 

Migliori smartwatch sotto i 200 euro

Se cerchi uno smartwatch che abbia un prezzo che si aggira tra i 100 ed i 200 Euro, è perché vuoi sicuramente qualcosa di più qualitativo. Con una spesa simile, si possono avere veramente degli ottimi prodotti, in grado di soddisfare ogni esigenza.

Ticwatch E Shadow

Con il sistema operativo Android Wear 2.0, sarai in grado di installare tutte le app che vuoi sul questo orologio intelligente.

Grazie all’integrazione con Google, potrai sfruttare tutto il giorno tutta l’utilità di Google Maps, Google Translate o Google Weather.

Potrai utilizzare tutte le più famose app di fit tracking sugli store, oppure ricevere messaggi, email, rispondere o effettuare chiamate.

E’ disponibile in parecchie colorazioni diverse, 7 per l’esattezza. Resiste all’acqua ed alla polvere grazie alla certificazione IP67. Avrai anche la possibilità di cambiare il tema del display dell’orologio, con tanti messi a disposizione da Android. 😉

Per qualità e caratteristiche è uno dei migliori smartwatch cinesi presenti sul mercato, che mette in campo tutta la sua comodità e leggerezza per qualunque tipo di utilizzo.

Ticwatch E Shadow
224 Recensioni

 

Xiaomi AMAZFIT Glonass

Ho inserito in questa lista un altro prodotto di Xiaomi, che sta stupendo tutti negli ultimi anni, poiché questo smartwatch cinese, presenta delle funzionalità che non tutti hanno.

La più interessante è quella di poter salvare nella memoria al suo interno, 500 brani da ascoltare quando preferisci, utilissimo sopratutto quando si fa sport.

Ha uno schermo capacitivo da 1,34 Pollici, paragonabile all’HD, probabilmente il migliore della sua categoria e fascia di prezzo. Il vetro è un Corning Gorilla Glass.

Come ogni smartwatch che si rispetti, integra un perfetto sistema di fit tracking, migliorato anche dal fatto che integra il GPS by Glonass.

Xiaomi Amazfit Glonass
16 Recensioni

 

LEMFO LEM7

Uno smartwatch di tutto rispetto e qualità il LEMFO LEM7, poiché integra un vero e proprio sistema operativo, ossia Android 7.0.

Possiede un processore tutto suo per l’elaborazione delle informazioni, 1GB di RAM e 16GB di memoria ROM per i dati. Integra il bluetooth 4.0 per la comunicazione con gli smartphone e possiede una fotocamera da 2.0MP.

Questo Androidwatch è veramente un piccolo gioiellino, perché grazie al fatto che integri un sistema operativo, è migliore in tutte le funzionalità, come quelle di fit tracking.

Supporta la Wi-Fi ed integra il GPS, per poterlo utilizzare praticamente ovunque. 😉

E’ un ottima alternativa ai modelli TOP dei vari brand più conosciuti.

LEMFO LEM7
8 Recensioni

Migliori Smartwatch Cinesi Matteo Zigliani

]]>
https://www.robadainformatici.it/migliori-smartwatch-cinesi/feed/ 2 10414